PortalePortale  IndiceIndice  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 
Rechercher Ricerca avanzata
Ultimi argomenti
»  vita alfa, mors lancia
Gio 14 Dic 2017 - 22:08 Da andrea brasca

» ciao
Mer 13 Dic 2017 - 14:43 Da franatoinsafari

» Nuova Lancia Fulvia 1300 Rallye S Replica dal 2019
Mer 13 Dic 2017 - 10:41 Da Doctorharp

» Cerco coppia conica 11/43 o 10/37
Ven 8 Dic 2017 - 15:34 Da MAURO46

» Viti testata M8x110 Zincate Bianche 10.9
Lun 4 Dic 2017 - 16:52 Da antonio76ct

» Avvistamenti...
Gio 30 Nov 2017 - 21:54 Da pier52

» Vendo guarnizioni vetri
Mer 29 Nov 2017 - 12:01 Da pisonte

» Fulvia su e-Bay/Subito.it... Sviste e mai viste...
Mar 28 Nov 2017 - 23:00 Da guido.gueli

» Miki Biasion in Fulvia Safari
Lun 27 Nov 2017 - 10:16 Da MAURO46

» (Vendo) Testate Fulvia
Mer 22 Nov 2017 - 8:50 Da antonio76ct

» Cerco Testata 818.100 in ottime condizioni
Mer 22 Nov 2017 - 8:45 Da antonio76ct

» Coppa 5litri olio fusione in terra come originale 818540.
Dom 19 Nov 2017 - 14:47 Da RobertoRatto

» [Vendo - Milano] Libri auto, marchi, piloti, Ferrari, Lancia, F1...
Dom 19 Nov 2017 - 11:38 Da clakira

» codolini gr 3
Gio 16 Nov 2017 - 16:34 Da Pontile

» [Vendo - Milano] Volanti
Lun 13 Nov 2017 - 17:28 Da clakira

» Cerco pannelli porta anteriori e posteriori FULVIA 3
Mar 7 Nov 2017 - 16:26 Da alescap

» Clio Williams
Mar 7 Nov 2017 - 13:08 Da SexyLotus

» ricambi fulvia ancora in commercio
Dom 5 Nov 2017 - 22:06 Da Enrico Rossi

» Una mattina ..... sulle rive del Lago Maggiore
Dom 5 Nov 2017 - 15:54 Da andrea brasca

» CENSIMENTO UFFICIALE LANCIA FULVIA
Sab 4 Nov 2017 - 13:09 Da Davide66

» VENDO alternatore Bosch
Gio 2 Nov 2017 - 20:43 Da SimoneGR.4

» VENDO FULVIA HF 1600
Gio 2 Nov 2017 - 7:53 Da Pontile

» SCAMBIO scritte posteriori Fulvia3 con Fulvia 2a serie
Lun 30 Ott 2017 - 18:56 Da Luigip

» Vendo scritte posteriori lancia fulvia
Lun 30 Ott 2017 - 18:55 Da Luigip

» Chi mi aiuta? Cerco alcuni pezzettini...
Mer 25 Ott 2017 - 14:27 Da Andrea500

Parole chiave
sterzo fulvia cambio olio Freno volante carburatori accensione radiatore strumenti pompa pneumatici cruscotto freni orologio colore Smontaggio pressione acqua montecarlo cerchi sostituzione colori telaio servofreno motore

Condividere | 
 

 partenza a 3 cilindri

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Lun 4 Ott 2010 - 17:48

Daniele@ ha scritto:
In un post sopra hai detto che esce acqua calda sia in entrata che in uscita al radiatore riscaldamento.
Che il tubo in entrata sia caldo vicino al rubinetto ed anche un po oltre è normale il calore si espande anche se il rubinetto è chiuso.
Se il tubo che dal radiatore ritorna al motore rimane freddo è il rubinetto che non apre .
Questa è la piu probabile causa ,personalmente non mi è mai capitato di trovare un radiatore intasato quando li si sostituisce è perchè sono bucati.
Prova a smontare il rubinetto per vedere se è bloccato e se fa passare l'acqua

Il ribinetto apre e chiude e i tubi sia in ingresso che in uscita dal radiatore del riscaldamento son caldi...ma il caldo nell'abitacolo non arriva.

Il pomello color rosso per regolare il calore invece su cosa interviene?
Tornare in alto Andare in basso
Alexp

avatar

Localizzazione : Toscana
Età : 46
Numero di messaggi : 464

MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Lun 4 Ott 2010 - 17:58

GianlucaHF ha scritto:

Non si vede perchè l' ho nascosta bene. E' stata attaccata alla staffa laterale che tiene su il paraurti. In effetti......NON è originale se devo essere sincero Very Happy Surprised !!!!!!!
Comunque è una stupidata smontarla, 5 minuti è il lavoro è fatto.

Scusa, un semplice curiosità, ma se fa bene il suo lavoro e risulta quindi utile, perchè dovresti mai smontarla? Question
Io invece della pompa elettrica, su suggerimento di Obolo, ho messo una pompetta a mano.
Tornare in alto Andare in basso
http://ioelafulvia.blogspot.com/
longjohn

avatar

Localizzazione : Tonco f.s.-Asti
Età : 62
Numero di messaggi : 4512

MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Lun 4 Ott 2010 - 21:02

Mi rivolgo a Daniele rendendo pubblico il tutto.
A me e' successo DUE volte che il radiatorino avesse le intercapedini otturate da schifezza varia che non si puliva neanche con vari trattamenti come sappiamo.
Nonostante questo in un paio di colonnine un pochino di acqua trafilava e riusciva ancora a passare.
Morale: tubo caldo in entrata-tubo caldo in uscita-radiatore freddo non in grado di riscaldare.
Ovviamente da fermo, visto che non veniva neanche investito dall' aria della presa cofano, circolava quel minimo (ma proprio minimo)di aria calda che riusciva a fornire.
Non so se e' stato un caso, ma sostituito la massa radiante il tutto funzionava regolarmente.
Sono d'accordo pero' nel controllare il rubinetto in primis.

Cito da Daniele:
>In un post sopra hai detto che esce acqua calda sia in entrata che in uscita al radiatore riscaldamento.<
Poco dopo:
Si Daniele, esce ma fredda

Signori, mettiamoci d'accordo altrimenti non capiamo piu' nulla.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Lun 4 Ott 2010 - 21:14

longjohn ha scritto:
Mi rivolgo a Daniele rendendo pubblico il tutto.
A me e' successo DUE volte che il radiatorino avesse le intercapedini otturate da schifezza varia che non si puliva neanche con vari trattamenti come sappiamo.
Nonostante questo in un paio di colonnine un pochino di acqua trafilava e riusciva ancora a passare.
Morale: tubo caldo in entrata-tubo caldo in uscita-radiatore freddo non in grado di riscaldare.
Ovviamente da fermo, visto che non veniva neanche investito dall' aria della presa cofano, circolava quel minimo (ma proprio minimo)di aria calda che riusciva a fornire.
Non so se e' stato un caso, ma sostituito la massa radiante il tutto funzionava regolarmente.
Sono d'accordo pero' nel controllare il rubinetto in primis.

Cito da Daniele:
>In un post sopra hai detto che esce acqua calda sia in entrata che in uscita al radiatore riscaldamento.<
Poco dopo:
Si Daniele, esce ma fredda

Signori, mettiamoci d'accordo altrimenti non capiamo piu' nulla.

scusate forse mi son spiegato male, una volta parlavo dell'aria e una volta dell'acqua, faccio chiarezza:

ACQUA: il tubo di entrata al radiatore del riscaldamento è caldo, il tubo di uscita dal radiatore del riscaldamento è caldo.

ARIA: esce fredda nell'abitacolo, in alcuni rarissimi casi da vettura ferma esce calda

Apertura/chiusura rubinetto del riscaldamento (parlo della leva che esclude o include completamente il circuito dell'acqua): FUNZIONANTE

Spero di aver fatto chiarezza sulla diagnosi.

Una domanda invece: il pomello rosso che dovrebbe regolare l'intensità dell'aria calda, su cosa interviene? Anche questo sul circuito dell'acqua calda o apre e chiude il percorso dell'aria all'interno del radiatore?
Se intervenisse sul percorso dell'aria forse potrebbe esser quella la causa che non convoglia nella direzione del radiatore del riscalamento....ma l'ho buttata là.

Che ne pensate?
Grazie e scusate se ho fatto confusione nell'esporre i fatti







Tornare in alto Andare in basso
francesco1

avatar

Localizzazione : Lequlile (Lecce)
Età : 65
Numero di messaggi : 145

MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Mar 5 Ott 2010 - 8:48

ciao franatoinsafari
ti conviene staccare i due tubi e soffiare con aria compressa (ma non troppo forte) in una delle uscite del radiatore riscaldamento e accettarsi che questo sia completamente libero spesso succede a quelle macchine che non hanno usato antigelo che si sia otturato di rugine.
Tornare in alto Andare in basso
GianlucaHF

avatar

Localizzazione : La Spezia
Età : 28
Numero di messaggi : 1495

MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Mar 5 Ott 2010 - 9:52

Daniele@ ha scritto:
In un post sopra hai detto che esce acqua calda sia in entrata che in uscita al radiatore riscaldamento.
Che il tubo in entrata sia caldo vicino al rubinetto ed anche un po oltre è normale il calore si espande anche se il rubinetto è chiuso.
Se il tubo che dal radiatore ritorna al motore rimane freddo è il rubinetto che non apre .
Questa è la piu probabile causa ,personalmente non mi è mai capitato di trovare un radiatore intasato quando li si sostituisce è perchè sono bucati.
Prova a smontare il rubinetto per vedere se è bloccato e se fa passare l'acqua

Credo che a questo punto sia l' unica soluzione.
Tornare in alto Andare in basso
ingfgreco

avatar

Localizzazione : Spezzano Albanese (CS)
Numero di messaggi : 2904

MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Mar 5 Ott 2010 - 10:07

GianlucaHF ha scritto:
andrelollo ha scritto:
come gianluca dopo tutta questa originalita' fobica hai montato una pompa elettrica???
Tranquilli, anche lei è d' epoca: deriva da una Austin A 40. Non ho bucato nulla in quanto l' ho attaccata sulla staffa del paraurti, non ho tagliato nessun tubo della benzina originale e tra le altre cose è nascosta. Scusate dalle fotografie del mio vano motore si vede qualche cosa?
Comuqnue, il mio pensiero è sempre quello di contare sull' originalità e nel contempo cercare di preservare tutto. L' ho montata perche non mi piaceva tanto far girare il motorino d' avviamento dopo mesi di inattività.

io ho montato una pompa manuale per motori marini, operazione e componente suggerito da Obolo, in otto/dieci pompate si riempiono i carburatori e la Fulvia parte dopo mezzo giro, preservando motorino di avviamento, batteria pompa benzina. In qualsiasi momento si può levare, per cui non vedo quale alterazione dell'originalità comporti, se non preservre tutti gli organi che vanno in soffrrenza in fase di avvio dopo lunghe soste Exclamation
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Mar 5 Ott 2010 - 11:18

GianlucaHF ha scritto:
Daniele@ ha scritto:
In un post sopra hai detto che esce acqua calda sia in entrata che in uscita al radiatore riscaldamento.
Che il tubo in entrata sia caldo vicino al rubinetto ed anche un po oltre è normale il calore si espande anche se il rubinetto è chiuso.
Se il tubo che dal radiatore ritorna al motore rimane freddo è il rubinetto che non apre .
Questa è la piu probabile causa ,personalmente non mi è mai capitato di trovare un radiatore intasato quando li si sostituisce è perchè sono bucati.
Prova a smontare il rubinetto per vedere se è bloccato e se fa passare l'acqua

Credo che a questo punto sia l' unica soluzione.

Ho già controllato e il rubinetto funziona regolarmente
Tornare in alto Andare in basso
Daniele@

avatar

Localizzazione : Appennino
Numero di messaggi : 2155

MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Mar 5 Ott 2010 - 13:00

Che confusione Very Happy
Se l'acqua circola nel radiatore probabilmente è il radiatore che è intasato esternamente e non fa circolare l'aria nell'abitacolo ,potrebbero essere foglie o altro ,magari il nido di un topo Very Happy ho visto anche quello Very Happy
Ad ogni modo prima di smontare fai come ti ha suggerito Francesco stacca i due tubi e controlla se l'acqua circola liberamente all'interno del radiatore è la prima mossa da fare e la piu semplice.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Lun 15 Nov 2010 - 0:15

Aggiornamento sul tema riscaldamento.
Oggi ho fatto un bel giro con la fulvia in romagna....dopo il passo dei mandrioli. Appena finita la salita mi fermo e vado a toccarmi i tubi che portano l'acqua al radiatore del riscaldamento...FREDDI!....tocco anche quelli di uscita....e ovviamente FREDDI!!
Il tubo che dovrebbe portare l'acqua calda è a malapena tiepido all'inizio...ma parlo veramente dei primi 5/6 centimetri.

Ho paura che sia veramente un problema legato alla guarnizione della testata.....i brividi al solo pensiero...
Cmq ho deciso che a brevissimo la porto dal meccanico...

Tornare in alto Andare in basso
Obolo

avatar

Localizzazione : Heisenberg
Età : 45
Numero di messaggi : 899

MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Lun 15 Nov 2010 - 13:04

Molto probabilmente è solo un problema del rubinetto: se non apre, l'acqua non circola e i tubi rimangono freddi.
Tornare in alto Andare in basso
ingfgreco

avatar

Localizzazione : Spezzano Albanese (CS)
Numero di messaggi : 2904

MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Lun 15 Nov 2010 - 13:12

Obolo ha scritto:
Molto probabilmente è solo un problema del rubinetto: se non apre, l'acqua non circola e i tubi rimangono freddi.
...infatti prima di fasciarsi la testa occorre dare la "testata", per cui perchè addebitare il mancato funzionamento ad un apparato che rimane ai margini del sistema e non si fa invece prima una verifica seria dei componenti peraltro anche più facilmente ispezionabili? Smonta rubinetto di chiusura del flusso e radiatorino del riscaldamento e verificali dettagliatamente
Tornare in alto Andare in basso
longjohn

avatar

Localizzazione : Tonco f.s.-Asti
Età : 62
Numero di messaggi : 4512

MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Lun 15 Nov 2010 - 13:16

Obolo ha scritto:
Molto probabilmente è solo un problema del rubinetto: se non apre, l'acqua non circola e i tubi rimangono freddi.
Condivido pienamente.
Comunque il guaio sta nel non passaggio acqua nei tratti che vanno al radiatorino riscaldamento.
Oltre la diagnosi di Obolo (super corretta e probabile) potrebbero anche essere:
Radiatore superintasato:il rubinetto funziona ma l'acqua non circola
Tubo/i intasati-otturati
-provare a staccare i tubi andata/ritorno dal radiatore/bypassarli e controllare se circola cosi'.
Non vedo come possa influire la guarnizione testa, anche perche' avresti gravi problemi di altro tipo.
Tornare in alto Andare in basso
longjohn

avatar

Localizzazione : Tonco f.s.-Asti
Età : 62
Numero di messaggi : 4512

MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Lun 15 Nov 2010 - 13:17

Scusa ing, ti ho scritto sopra senza volere.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Lun 15 Nov 2010 - 14:17

forse non ho scritto chiaramente, i tubi sono freddi molto prima del rubinetto.....il tubo che porta al rubinetto è tiepido nei primi 5/6 cm da quando esce dal motore poi freddo fino al rubinetto e oltre.
Il rubinetto l'ho testato tempo fà e funziona correttamente.
Tornare in alto Andare in basso
Daniele@

avatar

Localizzazione : Appennino
Numero di messaggi : 2155

MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Lun 15 Nov 2010 - 14:23

Stacca i due tubi del radiatore e prova a soffiarci dentro per vedere se è libero
Tornare in alto Andare in basso
Obolo

avatar

Localizzazione : Heisenberg
Età : 45
Numero di messaggi : 899

MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Lun 15 Nov 2010 - 14:49

>i tubi sono freddi molto prima del rubinetto.....

Non importa, il fatto che i tubi sono freddi significa che al loro interno non circola l’acqua. Se l’acqua non circola può essere solo perché qualcosa tra l’inizio e la fine del circuito di riscaldamento abitacolo ne ostruisce il passaggio. Potrebbe essere il rubinetto, il radiatore, un tratto della tubazione, o un po’ di tutto.

Dai tuoi post precedenti avevo capito che l’acqua circola nel circuito del riscaldatore ma questo non riscalda. Da quanto scrivi ora sembra invece che il problema sia leggermente diverso. Secondo me l’unica è prendere il toro per le corna e smontare completamente tutto l’impianto del riscaldatore e con l’occasione sostituire tutti i tubi, il rubinetto e dare una bella revisionata al radiatorino. Così non ci pensi più per almeno altri 20 anni…
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Lun 15 Nov 2010 - 14:56

Obolo ha scritto:
>i tubi sono freddi molto prima del rubinetto.....

Non importa, il fatto che i tubi sono freddi significa che al loro interno non circola l’acqua. Se l’acqua non circola può essere solo perché qualcosa tra l’inizio e la fine del circuito di riscaldamento abitacolo ne ostruisce il passaggio. Potrebbe essere il rubinetto, il radiatore, un tratto della tubazione, o un po’ di tutto.

Dai tuoi post precedenti avevo capito che l’acqua circola nel circuito del riscaldatore ma questo non riscalda. Da quanto scrivi ora sembra invece che il problema sia leggermente diverso. Secondo me l’unica è prendere il toro per le corna e smontare completamente tutto l’impianto del riscaldatore e con l’occasione sostituire tutti i tubi, il rubinetto e dare una bella revisionata al radiatorino. Così non ci pensi più per almeno altri 20 anni…

infatti è un elemento nuovo...i tubi freddi non li avevo mai sentiti...
Si prenderò proprio il toro per le corna!!

Ale, ti immagini ieri sera verso le 18.30 in cima al passo dei mandrioli che freddo c'era nella fulvia?!!?? La mia lei mi ha stramaldetto per tutto il viaggio ah ah ahaha ha
Tornare in alto Andare in basso
Obolo

avatar

Localizzazione : Heisenberg
Età : 45
Numero di messaggi : 899

MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Lun 15 Nov 2010 - 15:10

Me lo immagino molto bene… quando ho preso la Fulvia, una gelida mattina di fine gennaio, l’ho portata da PV ad AR senza riscaldamento (era otturato il rubinetto ed il precedente proprietario aveva pensato bene di by-passare il circuito) e con il deflettore guidatore parzialmente aperto (era rotto lo scorri vetro ad altezza della portiera e quindi non chiudeva bene…), ti lascio immaginare in quali condizioni sono arrivato a destinazione!!! :-D

Dalla mia avevo però una grande motivazione per il giocattolo nuovo, se avessi avuto un accompagnatore (un amico doveva accompagnarmi ma per sua fortuna ha dovuto rinunciare all’ultimo momento…) mi avrebbe odiato a vita!!!

Cerca di sistemarla per dicembre così magari riusciamo ad andare al raduno di VT!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Lun 15 Nov 2010 - 15:13

Obolo ha scritto:
Me lo immagino molto bene… quando ho preso la Fulvia, una gelida mattina di fine gennaio, l’ho portata da PV ad AR senza riscaldamento (era otturato il rubinetto ed il precedente proprietario aveva pensato bene di by-passare il circuito) e con il deflettore guidatore parzialmente aperto (era rotto lo scorri vetro ad altezza della portiera e quindi non chiudeva bene…), ti lascio immaginare in quali condizioni sono arrivato a destinazione!!! :-D

Dalla mia avevo però una grande motivazione per il giocattolo nuovo, se avessi avuto un accompagnatore (un amico doveva accompagnarmi ma per sua fortuna ha dovuto rinunciare all’ultimo momento…) mi avrebbe odiato a vita!!!

Cerca di sistemarla per dicembre così magari riusciamo ad andare al raduno di VT!

Infatti....non vorrei mancare...e Lisa così non mi ci risale manco morta! Surprised)
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Mar 23 Nov 2010 - 20:35

PREMESSA: dato che il tema dell'oggetto è stato poi risolto e il post ha preso tuttl'altro argomento (colpa mia...e chiedo venia) prego i moderatori di modificare l'oggetto del post in MALFUNZIONAMENTO RISCALAMENTO)
Grazie
F

Ho un aggiornamento sul tema del riscaldamento....avendo alzato bandiera bianca per un intervento diretto mi sono affidato al mio meccanico Lancia (dagli anni '60 è officina autorizzata).

Hanno smontato il circuito e il radiatore del riscalamento e stasera sono stato a trovarli.
Mi hanno detto che il peso del mio radiatore fà intendere chiaramente che è pieno di sporcizia....oltre al fatto che da un punto leggermente perde l'acqua.
Me l'hanno consegnato e mi hanno indicato un radiatorista a 50km.....domani sera vado e consegno per il ripristino.
Tornare in alto Andare in basso
longjohn

avatar

Localizzazione : Tonco f.s.-Asti
Età : 62
Numero di messaggi : 4512

MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Mar 23 Nov 2010 - 20:42

Hanno smontato il circuito e il radiatore del riscalamento e stasera sono stato a trovarli.
Mi hanno detto che il peso del mio radiatore fà intendere chiaramente che è pieno di sporcizia....oltre al fatto che da un punto leggermente perde l'acqua
.
dare retta prima di andare dal meccanico no eh ????
Scherzo naturalmente. Arrampicarsi sui vet
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Mar 23 Nov 2010 - 20:48

longjohn ha scritto:
Hanno smontato il circuito e il radiatore del riscalamento e stasera sono stato a trovarli.
Mi hanno detto che il peso del mio radiatore fà intendere chiaramente che è pieno di sporcizia....oltre al fatto che da un punto leggermente perde l'acqua
.
dare retta prima di andare dal meccanico no eh ????
Scherzo naturalmente. Arrampicarsi sui vet

lo so lo so.....ma mi son fatto prender dal panico con la storia della guarnizione della testa!
Il problema è che tanto io NON sarei mai stato capace a fare quel lavoro...almeno senza fare poi danni peggiori!
Cmq longjohn non vedo l'ora di riprendere la fulvia........il fine settimana in fulvia, nel periodo invernale, sono sempre una bella goduria!!!
Tornare in alto Andare in basso
andrelollo

avatar

Localizzazione : verbania
Età : 42
Numero di messaggi : 1033

MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Mar 23 Nov 2010 - 20:51

Citazione :
il fine settimana in fulvia, nel periodo invernale, sono sempre una bella goduria!!!
si se fa un fine settimana che non piove magari!!
Tornare in alto Andare in basso
longjohn

avatar

Localizzazione : Tonco f.s.-Asti
Età : 62
Numero di messaggi : 4512

MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Mar 23 Nov 2010 - 20:56

andrelollo ha scritto:
Citazione :
il fine settimana in fulvia, nel periodo invernale, sono sempre una bella goduria!!!
si se fa un fine settimana che non piove magari!!
Magari con la neve !!! ( il pane per la fulvia ). bounce bounce bounce
Tornare in alto Andare in basso
francesco1

avatar

Localizzazione : Lequlile (Lecce)
Età : 65
Numero di messaggi : 145

MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Mer 24 Nov 2010 - 9:02

il 5 ottobre ti avevo scritto --ciao franatoinsafari
ti conviene staccare i due tubi e soffiare con aria compressa (ma non troppo forte) in una delle uscite del radiatore riscaldamento e accettarsi che questo sia completamente libero spesso succede a quelle macchine che non hanno usato antigelo che si sia otturato di rugine.----
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Mer 24 Nov 2010 - 10:08

Si infatti e' stato fatto anche questo tentativo ... Ma purtroppo il problema nn si e' risolto
Tornare in alto Andare in basso
graziano43

avatar

Localizzazione : piemonte
Età : 73
Numero di messaggi : 936

MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Mer 24 Nov 2010 - 17:05

L.J ha scritto :
Magari con la neve !!! ( il pane per la fulvia )


io aggiungerei : e per i carrozzieri
Sad
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Gio 2 Dic 2010 - 18:54

Aggiornamento:
Ripreso il radiatore del riscaldamento riparato (era effettivamente bucato in un punto e otturato per circa il 50%)

Il meccanico ha controllato il circuito dell'acqua e la pompa, tutto ok.
Rimontato il radiatore.
LA GUARNIZIONE DELLA TESTA E' OK.

Ho chiamato stasera il meccanico e mi ha detto che il riscaldamento, in movimento, butta fuori aria tiepidina...nulla di più!
Il radiatore del riscaldamento è bollente....ma l'aria più di tanto non la riscalda.

Mi ricordo, quando funzionava, che non buttava poi tutta questa aria calda il riscaldamento...ma a sentire il meccanico è proprio tiepida.

Chiedo quindi agli amici del forum che hanno una fulvia prima serie, l'aria del riscaldamento delle vostre è bollente o diciamo sul tiepidino come la mia?!
Tornare in alto Andare in basso
longjohn

avatar

Localizzazione : Tonco f.s.-Asti
Età : 62
Numero di messaggi : 4512

MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Gio 2 Dic 2010 - 19:29

Chiedo quindi agli amici del forum che hanno una fulvia prima serie, l'aria del riscaldamento delle vostre è bollente o diciamo sul tiepidino come la mia?!

Non ho mai provato questo in una prima serie, quel che posso dirti e' che nella seconda serie ce' da non resistere dal calore se tieni a manetta anche a queste temperature esterne.
Con la mia monte di 25 anni fa non si rsisteva mezz'ora d'inverno se lasciavi tutto gas ai bocchettoni, ma andavano sempre parzializzati.
Mi ricordo che la ventola l'accendevo giusto per una sbrinatina, poi anche grazie all'ambiente piccolo Very Happy , si doveva viaggiare a 3/4 della levetta aria calda.
Sulla attuale monte in effetti trovo molto scarso il riscaldamento, ma penso proprio di avere qualche problemino anch'io.
Controllero'.
Tornare in alto Andare in basso
andrelollo

avatar

Localizzazione : verbania
Età : 42
Numero di messaggi : 1033

MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Gio 2 Dic 2010 - 20:54

anche la mia scalda abbastanza bene non credo ci sia questa abissale differenza tra le due comunque attendiamo dai prima serie news
Citazione :
ma penso proprio di avere qualche problemino anch'io.
Controllero'.
si di eta' ormai senti freddo anche il 15 di agosto!! ma è normale hai 55 anni Very Happy Very Happy
Tornare in alto Andare in basso
lex65

avatar

Localizzazione : Chiavari (Ge)
Età : 52
Numero di messaggi : 824

MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Gio 2 Dic 2010 - 20:55

...Mmhh!Mi sa' che e' normale,anche la mia e' cosi',sbrini abbastanza bene il parabrezza,ma ci mette parecchio,l'aria e' tiepidina ,pur con la temperatura dell'acqua sui 70 gradi.Il mio ventilatore ,poi,gira piuttosto lento,per cui,per avere una temperatura accettabile in abitacolo,bisogna girare un po', d'inverno... Smile E' una delle cose(insieme a 5 marce,freni come si deve,impianto di raffreddamento e direi poco altro) che invidio alle seconda/terza serie... Laughing
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Gio 2 Dic 2010 - 21:16

longjohn ha scritto:
Chiedo quindi agli amici del forum che hanno una fulvia prima serie, l'aria del riscaldamento delle vostre è bollente o diciamo sul tiepidino come la mia?!

Non ho mai provato questo in una prima serie, quel che posso dirti e' che nella seconda serie ce' da non resistere dal calore se tieni a manetta anche a queste temperature esterne.
Con la mia monte di 25 anni fa non si rsisteva mezz'ora d'inverno se lasciavi tutto gas ai bocchettoni, ma andavano sempre parzializzati.
Mi ricordo che la ventola l'accendevo giusto per una sbrinatina, poi anche grazie all'ambiente piccolo Very Happy , si doveva viaggiare a 3/4 della levetta aria calda.
Sulla attuale monte in effetti trovo molto scarso il riscaldamento, ma penso proprio di avere qualche problemino anch'io.
Controllero'.

dacci un occhio...se non è il radiatore potrebbe essere la pompa dell'acqua o qualche tubo ostruito!
Ps.: Longjohn non è farina del mio sacco.....ho parlato a lungo con il meccanico in settimana Surprised)
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Gio 2 Dic 2010 - 21:17

lex65 ha scritto:
...Mmhh!Mi sa' che e' normale,anche la mia e' cosi',sbrini abbastanza bene il parabrezza,ma ci mette parecchio,l'aria e' tiepidina ,pur con la temperatura dell'acqua sui 70 gradi.Il mio ventilatore ,poi,gira piuttosto lento,per cui,per avere una temperatura accettabile in abitacolo,bisogna girare un po', d'inverno... Smile E' una delle cose(insieme a 5 marce,freni come si deve,impianto di raffreddamento e direi poco altro) che invidio alle seconda/terza serie... Laughing

Ottima testimonianza lex65....fra l'altro se non ricordo male avevi revisionato l'impianto di riscaldamento durante il restauro....quindi diciamo che la tua testimonianza rispecchia una situazione ottimale... corretto?
Tornare in alto Andare in basso
Vincenzo

avatar

Localizzazione : Lombardia
Età : 52
Numero di messaggi : 7932

MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Gio 2 Dic 2010 - 22:21

Citazione :
Con la mia monte di 25 anni fa non si rsisteva mezz'ora d'inverno se lasciavi tutto gas ai bocchettoni, ma andavano sempre parzializzati

Anche sulla mia "3" se si apre il rubinetto al massimo si schiatta di caldo sunny

Citazione :
E' una delle cose(insieme a 5 marce,freni come si deve,impianto di raffreddamento e direi poco altro) che invidio alle seconda/terza serie...


E la mascherina in plastica dove la metti? Laughing
Tornare in alto Andare in basso
longjohn

avatar

Localizzazione : Tonco f.s.-Asti
Età : 62
Numero di messaggi : 4512

MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Gio 2 Dic 2010 - 23:40

franatoinsafari ha scritto:
dacci un occhio...se non è il radiatore potrebbe essere la pompa dell'acqua o qualche tubo ostruito!
Credo proprio tu abbia ragione.
Tornare in alto Andare in basso
Andrea500

avatar

Localizzazione : Saluzzo -CN-
Età : 31
Numero di messaggi : 2683

MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Ven 3 Dic 2010 - 9:32

Anche sulla mia 2 serie a rubinetto tutto aperto si muore dal caldo.... Come diceva John senza attaccare la ventola scalda già e anche d'inverno scalda subito....
Tornare in alto Andare in basso
Aladino

avatar

Localizzazione : Missaglia LC
Età : 65
Numero di messaggi : 486

MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Ven 3 Dic 2010 - 10:50

franatoinsafari ha scritto:

Chiedo quindi agli amici del forum che hanno una fulvia prima serie, l'aria del riscaldamento
delle vostre è bollente o diciamo sul tiepidino come la mia?!
Anche la mia scalda pochissimo. A gennaio scorso, quando l'ho portata a casa percorrendo
un centinaio di Km, sono arrivato congelato (anche per l'emozione Laughing Laughing Laughing ).
Purtroppo da circa due mesi non la uso a causa di lavori edili che bloccano l'uscita
dal box e non ti so dire attualmente come vadano le cose.
Quest'estate ho sistemato i leveraggi delle due manopole tonde (rossa e blu) ed ora
la regolazione della paratia che fa passare l'aria esterna attraverso il radiatore
e il deflettore che regola la portata d'aria che entra in abitacolo sembrano funzionare
bene.
Questi due deflettori sono accessibili dal vano motore dopo aver smontato il
convogliatore di lamiera.
Non ho invece verificato se il radiatorino interno si scalda o no.
La prima serie comunque ha una portata d'aria decisamente inferiore rispetto alle
serie successive, per questo il convogliatore era stato poi modificato.
Quando potrò usarla ti dirò come va.
Ciao,
Dino
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Ven 3 Dic 2010 - 13:43

Dopo le testimonianze di Aladino e lex65 comincio a pensare che l'efficacia del riscaldamento della prima serie è quella che è....non si suda
Tornare in alto Andare in basso
lex65

avatar

Localizzazione : Chiavari (Ge)
Età : 52
Numero di messaggi : 824

MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Ven 3 Dic 2010 - 13:45

franatoinsafari ha scritto:

Ottima testimonianza lex65....fra l'altro se non ricordo male avevi revisionato l'impianto di riscaldamento durante il restauro....quindi diciamo che la tua testimonianza rispecchia una situazione ottimale... corretto?

Direi di si',io ho fatto la pulizia completa dell' impianto di raffreddamento e del circuito del riscaldamento (radiatorino,rubinetto,leveraggi per aprire/chiudere rubinetto e sportello aria etc.),meglio di cosi'non credo si potesse fare.E' proprio che l'impianto non scalda granche',penso sia cosi'.Comunque di certo sostituiro' il ventilatore,se nel rottame che ho preso e' migliore,perche' quello che ho era bloccato,e pur revisionandolo ,gira molto lentamente,non e' regolare....


@ Vincenzo:Hai ragione,dimenticavo la mascherina,ma anche il bellissimo volante di serie..... Laughing Laughing
Tornare in alto Andare in basso
lex65

avatar

Localizzazione : Chiavari (Ge)
Età : 52
Numero di messaggi : 824

MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Ven 3 Dic 2010 - 13:48

franatoinsafari ha scritto:
Dopo le testimonianze di Aladino e lex65 comincio a pensare che l'efficacia del riscaldamento della prima serie è quella che è....non si suda

Piano B:Piumino d'oca e maglia da sci di pile? Laughing Laughing
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Ven 3 Dic 2010 - 16:54

Ecco, con l'ultima testimonianza di lex65 si può chiudere veramente il tema....sulla prima serie, anche con tutto l'impianto revisionato, non si suda!!!
Piumini e maglie sono la soluzione definitiva!!!! Very Happy
Tornare in alto Andare in basso
longjohn

avatar

Localizzazione : Tonco f.s.-Asti
Età : 62
Numero di messaggi : 4512

MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Ven 3 Dic 2010 - 21:41

Andrelollo ha scritto:
Citazione:
ma penso proprio di avere qualche problemino anch'io.
Controllero'.


si di eta' ormai senti freddo anche il 15 di agosto!! ma è normale hai 55 anni Very Happy Very Happy

Sai che hai ragione??
E' la verita' anche se le donne continuano a dirmi che sono un tipo "caldissimo" : Boh !!!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Lun 6 Dic 2010 - 22:18

Ritirata la fulvia!!!

Interventi pro riscaldamento:
a) revisione del radiatore (dal radiatorista);
b) controllo di tutto l'impianto di raffreddamento e pompa dell'acqua; apparte un tubo parzialmente otturato era tutto ok;
c) sostiturizione del termostato radiatore che non lavorava bene, tolto quello con taratura a 77° e sostituito con taratura a 83°

Risultati: l'aria calda viene, non si suda ma arriva! In discesa diventa un pò più tiepidina ma accettabile

Interventi aggiuntivi:

Sostutizione pasticche dei freni anteriori....trovate pasticche originali per la prima serie .... DELL'EPOCA!! scatola ingiallita .. uno spettacolo!!! Preso anche un secondo kit di scorta.... 36 euro la coppia di pasticche....NON MI E' ANDATA MALE NO?!?!
Tornare in alto Andare in basso
Daniele@

avatar

Localizzazione : Appennino
Numero di messaggi : 2155

MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Mar 7 Dic 2010 - 10:17

Se la temperatura rimane bassa puoi sempre montare la mascherina davanti al radiatore all'epoca era un classico Very Happy
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Mar 7 Dic 2010 - 12:24

Daniele@ ha scritto:
Se la temperatura rimane bassa puoi sempre montare la mascherina davanti al radiatore all'epoca era un classico Very Happy

l'ho già ordinata Surprised)

le temperature ieri sono state queste:

temperatura esterna sui 10 gradi

a) poco più di 70° in discesa e pianura
b) nel centro fra i 70° e i 100° in salita
c) poco sopra la metà fra 70° e i 100° in una salita ripida dove la velocità si riduce e si viaggia in seconda / terza (e cmq si riabbassa subito appena le condizioni della strada migliorano leggermente).
Questi sono i valori oggi dopo aver cambiato il termostato del radiatore con la taratura ad 83°.

Prima con il termastato malfunzionate ma con taratura 77° la temperatura era in praticamente tutte le condizioni sempre sui 70° o poco più anche in salita.

Tornare in alto Andare in basso
arch67

avatar

Localizzazione : italia
Numero di messaggi : 570

MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   Gio 9 Dic 2010 - 9:01

Innanzitutto buon giorno a tutti e visto l'argomento ho deciso di dire la mia. Quando ho sistemato la mia, ho fatto un bypass e quindi escluso il radiatore del riscaldamento. Sinceramente non mi andava smontarlo, ho provveduto comunque a comprare il rubinetto originale, chissà mi verrà in mente di sistemarlo. L'intervento più importante però è stato quello di ricostruire una delle leve in quanto spezzata e mancante della parte rotta, in modo da salvare l'estetica del cruscotto.
Certo che d'inverno fa un pò freddino, ma è una macchina che uso molto poco se non per qualche passeggiata o raduno.
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: partenza a 3 cilindri   

Tornare in alto Andare in basso
 
partenza a 3 cilindri
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Vai alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» Partenza a TRE cilindri
» partenza a 3 cilindri
» partenza a tr3 cilindri
» fiat punto 188 A4000 8 valvole partenza a freddo difficoltosa
» Tecnica di partenza installazione orizzontali 4 nodi

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Forum Amici Lancia Fulvia :: Discussioni generali :: Quattro chiacchiere da appassionati-
Andare verso: