PortalePortale  IndiceIndice  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 
Rechercher Ricerca avanzata
Ultimi argomenti
» Presentazione FABIO BERNINI
Ieri alle 21:44 Da Davide66

» Avvistamenti...
Ieri alle 19:06 Da huc53

» [VENDO-Torino] - Ricambi vari per Fulvia
Sab 19 Ago 2017 - 21:41 Da Iena991

» Fulvia su e-Bay/Subito.it... Sviste e mai viste...
Sab 19 Ago 2017 - 16:52 Da lorenzo marzona

» Pensavo alla Fulvia, e son partito in seconda!
Ven 18 Ago 2017 - 22:49 Da luciano parisi

» Presentazione Emanuele
Ven 18 Ago 2017 - 11:44 Da Davide66

» Nuovo mezzo fulvi sta fra voi
Lun 14 Ago 2017 - 13:45 Da ingfgreco

» Pompa ripresa Solex C35 PHH
Dom 13 Ago 2017 - 17:07 Da 911911911

» Cersasi prese d'aria cromate
Gio 10 Ago 2017 - 22:56 Da fulvia rallyes

» Nuovi amici presentazioni
Gio 10 Ago 2017 - 15:11 Da fulvia rallyes

»  Dove trovare i vetrini strumenti fulvia coupe 13s 2s perchè ho ancora i vecchi vetrini
Lun 7 Ago 2017 - 17:11 Da Luigip

» Vendo per Renault Clio 2 Pezzi di Ricambio
Lun 7 Ago 2017 - 15:39 Da Davide66

» La mappa dei fulvisti
Dom 6 Ago 2017 - 23:11 Da trinacria55

» Mercoledì avrò la mia Fulvia
Dom 6 Ago 2017 - 0:58 Da andrea.cicconetti

» Ciao a tutti !! Ben trovati !!
Sab 5 Ago 2017 - 12:31 Da ingfgreco

» Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.
Ven 4 Ago 2017 - 23:30 Da paolo5m

» Saluti a tutti
Mar 1 Ago 2017 - 19:10 Da ANDREA86

» Cerco griglia aria cruscotto Fulvia Coupé
Ven 28 Lug 2017 - 12:36 Da MB 1942

» grazie
Gio 27 Lug 2017 - 14:07 Da Davide66

» ringrazio da torino
Lun 17 Lug 2017 - 23:47 Da Iena991

» saluti
Sab 15 Lug 2017 - 20:49 Da rudy

» Aiuto Valutazione
Ven 14 Lug 2017 - 13:50 Da luciano parisi

» RM AUCTION sotheby's
Ven 14 Lug 2017 - 10:40 Da Davide66

» Buongiorno! Sono Tony da Reggio Calabria
Mar 11 Lug 2017 - 23:39 Da ingfgreco

» Compro cerchio borrani per fulvia 1300
Lun 10 Lug 2017 - 23:54 Da Claudio_hf95

Parole chiave
aria distanziale Firenze Dischi pompa Pavimento Volante serbatoio benzina candele cambio sottoporta rimozione serie solex olio Freno fulvia motore mascherina Raffreddamento colore cavi arriva montecarlo paraurti

Condividere | 
 

 Intervista a Rosadele FACETTI da "Autocollezioni Magazine - luglio/agosto 2005"

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Paolo_57

avatar

Localizzazione : Cremona
Età : 60
Numero di messaggi : 2453

MessaggioTitolo: Intervista a Rosadele FACETTI da "Autocollezioni Magazine - luglio/agosto 2005"   Sab 29 Giu 2013 - 23:49

Da un’intervista a Rosadele Facetti :

Nel 1968 la prima Targa Florio, valida per il Campionato Mondiale Marche, di nuovo fianco a fianco con gli assi della velocità, in una squadra ufficiale e con una compagna dal nome ad effetto ... Pat Moss.

Sorella di Stirling, moglie di uno dei più grandi rallisti dell'epoca, Carlsson, Pat era una grande professionista. Mi insegnò molto, mi svelò anche alcuni suoi espedienti.

Avevamo a disposizione una Lancia HF 1400, un prototipo sperimentale. I miei compagni erano Sandro Munari e Lele Pinto, su una HF, e poi ancora Claudio Maglioli e Marco Crosina, su una Zagato.

Il risultato complessivo di squadra fu stupefacente: Sandro e Lele undicesimi assoluti e settimi nella Classe Prototipi 2 litri, Claudio e Marco quindicesimi assoluti e ottavi di Classe, Pat ed io diciannovesime e none di Classe, sempre nella Prototipi 2 litri, anche se avemmo diversi problemi di raffreddamento e fummo costrette a fermarci ogni giro per il rabbocco dell'acqua.

Se dico che grande merito della nostra prestazione fu da ascrivere a Pat, non tolgo nulla alla mia pur buona prestazione. In verità oggi posso anche ammettere che quelle soste continue furono la mia salvezza, una boccata d'ossigeno, specie alla luce del fatto che, appena arrivata in Sicilia, circa tre settimane prima della gara, rimasi atterrita dalla difficoltà del "Piccolo delle Madonie".

Settantadue chilometri di curve, tornanti, gomiti, salite, discese ripide, strapiombi.

Un'insidia ad ogni metro. Mi dissi che non sarei stata capace di correre lì e pensai che Pat Moss mi avrebbe distrutta.

Fu prezioso l'aiuto di Sandro Munari che mi aiutò a mandare a memoria il tracciato. Con la Squadra Lancia avevamo il nostro quartier generale all'Hotel  Zagarella, vicino Cefalù.

Alla sera c'era una grande atmosfera mondana: modelle, playboy, feste, ricevimenti. Io, invece, restavo in camera a studiare il percorso coinvolgendo la segretaria della logistica Lancia, Maria Luisa Bertoni, cui ripetevo il percorso almeno un paio di volte a sera.

_______________________

Nella foto proposta quella HF “Proto” mentre si appresta a percorrere la salitella prima dei box di Floriopoli. Quella Pat Moss incuriosì tutti, sia i giovanissimi che gli “anziani” di Targa, che ricordavano le gesta in Targa del fratello, il grande Stirling Moss. In gara Pat era uno spettacolo, con le sue inusuali - allora - traiettorie da rally. Un gran manico … femminile.




" />
Tornare in alto Andare in basso
luciano parisi



Localizzazione : cagliari
Numero di messaggi : 6618

MessaggioTitolo: Re: Intervista a Rosadele FACETTI da "Autocollezioni Magazine - luglio/agosto 2005"   Dom 30 Giu 2013 - 0:09

Ricordo perfettamente,in una cronoscalata a Cagliari,le parole di Erasmo Bologna alla Rosadele Facetti: Metti le ruote dove le metto io. All'epoca,(ero cinquecentaro),mi domandavo: come diavolo può fare questa povera crista che parte prima (la 1,3 HF correva all'epoca in gruppo 2),a vedere dove mette le ruote Bologna,che con la Zagato correva in gruppo 4 e partiva dopo?.Poi ho capito: Le Dunlop racing di Bologna,erano letteralmente delle "gomme scriventi". In prova avevano letteralmente scritto sull'asfalto le traiettorie "giuste",a cui si doveva attenere la fidanzata,all'epoca era tale,Rosadele.
Tornare in alto Andare in basso
Paolo_57

avatar

Localizzazione : Cremona
Età : 60
Numero di messaggi : 2453

MessaggioTitolo: Re: Intervista a Rosadele FACETTI da "Autocollezioni Magazine - luglio/agosto 2005"   Dom 30 Giu 2013 - 8:46

Esatto Luciano Rosadele è la moglie di Erasmo, erasmo fino a qualche anno fa ha fatto delle salite con la Osella PA9 nel 2011 si è fermato per disturbi di salute da allora non ho più notizie speriamo stia bene adesso , dovrò chiedere ad un mio amico di Castelvetrano.
ciao
Credo faccia bene ogni tanto ricordare i grandi campioni , esempio come sta Palmas hai notizie ?
Tornare in alto Andare in basso
Paolo_57

avatar

Localizzazione : Cremona
Età : 60
Numero di messaggi : 2453

MessaggioTitolo: Re: Intervista a Rosadele FACETTI da "Autocollezioni Magazine - luglio/agosto 2005"   Dom 30 Giu 2013 - 8:49

Luciano visto che eri cinquecentaro avrai conosciuto Alfio Canino e Calogero Carlino ?
Il primo aveva un 700 curato da Giovanni Saccone PA e l'altro una 700 curata da Pasquale Tacci Sciacca AG
Tornare in alto Andare in basso
luciano parisi



Localizzazione : cagliari
Numero di messaggi : 6618

MessaggioTitolo: Re: Intervista a Rosadele FACETTI da "Autocollezioni Magazine - luglio/agosto 2005"   Dom 30 Giu 2013 - 10:06

No, non li ho conosciuti. Avevo invece conosciuto saccone.
Come sta Palmas? se lo vedo? E' un rompiscatole di prima forza. ( detto in senso buono).Organizza e cura le gare di regolarità del circolo in cui sono socio. E' di una pignolera allucinante.Però preciso e attentissimo a tutto.Fa i radar che sono a dir poco perfetti. Studia i percorsi,che sono tutti ricchi di curve,in maniera attentissima, anche se un vizietto ancora ce l'ha: Non c'è curva che non faccia di traverso,qualsiasi macchina guidi.
Tornare in alto Andare in basso
Paolo_57

avatar

Localizzazione : Cremona
Età : 60
Numero di messaggi : 2453

MessaggioTitolo: Re: Intervista a Rosadele FACETTI da "Autocollezioni Magazine - luglio/agosto 2005"   Dom 30 Giu 2013 - 11:42

Io l'ho visto in alcune salite degli anni 70 era ed è rimasto uno tosto. con Erasmo hanno sempre avuto un ottimo rapporto infatti me lo aveva presentato lui. Giovanni Saccone è stato un grande delle Abarth un amico mi ha detto che non fa più il meccanico vive nel modenese e fa le ceramiche ??!!
Tornare in alto Andare in basso
luciano parisi



Localizzazione : cagliari
Numero di messaggi : 6618

MessaggioTitolo: Re: Intervista a Rosadele FACETTI da "Autocollezioni Magazine - luglio/agosto 2005"   Dom 30 Giu 2013 - 12:37

Io ho conosciuto diversi siciliani che "camminavano",come Angelo Giliberti "Bitter",che poi si era trasferito in Sardegna,ad Alghero,dove è poi mancato non molti anni fa. Bennj Rosolia,che faceva regolarmente l'assoluto per diversi anni alla Cuglier/Madonnina,gara estremamente tecnica,dove il motore aveva un'importanza marginale. Veniva spesso Runfola,sia con la zagato che con la Stratos.A proposito di Runfola, aveva fatto un riferimento in un cordolo con la vernice spray nel 75.Quel riferimento mi è stato ancora utile sino al 92,anno in cui ho smesso,per mancanza di gare (troppo costose per gli ACI).
Se fai un "cerca" nel forum troverai un argomento che si chiamava "corse in salita anni 60 e 70" o qualcosa di simile.Troverai delle curiosità riguardanti le salite di quegli anni,compresa la famosa e stradiscussa sostituzione di scocca.
Tornare in alto Andare in basso
Paolo_57

avatar

Localizzazione : Cremona
Età : 60
Numero di messaggi : 2453

MessaggioTitolo: Re: Intervista a Rosadele FACETTI da "Autocollezioni Magazine - luglio/agosto 2005"   Dom 30 Giu 2013 - 14:27

Si ho letto qualcosa che avete scritto Tu ed Aristide; pensa che con Benny Rosolia abbiamo fatto due campionati kart 125 C1 internazionale assieme e posso assicurare che Benedetto o come lo chiamavamo noi Nittu era un osso duro però era anche un compagnone ed un'amico carissimo. Vincenzo questi ricordi mi fanno male perchè mi accorgo di essere diventato vicchiarello ciao
Tornare in alto Andare in basso
luciano parisi



Localizzazione : cagliari
Numero di messaggi : 6618

MessaggioTitolo: Re: Intervista a Rosadele FACETTI da "Autocollezioni Magazine - luglio/agosto 2005"   Lun 1 Lug 2013 - 8:03

Sarebbe veramente un peccato se Saccone avesse cambiato attività. Proprio adesso che le bicilindriche stanno conoscendo una nuova giovinezza con il Trofeo 700 Minicar. Saccone era un preparatore di 500 fra i migliori di Italia.Era estremamente difficile,nonostante la sua semplicità far andare quel motorino a regimi intorno ai 9000 giri e farlo durare per tutta la gara.Il suo punto debole era l'equilibratura,difficilissima da raggiungere alla perfezione. C'era molta rivalità fra i preparatori,che compravano le macchine,le preparavano e le affidavano ai migliori piloti sulla piazza. Giraldi a Vallelunga ci faceva correre nientemeno che Ignazio Giunti. Altri grossi calibri erano Ciarcelluti,Vaccari, Leo Garavello, e altri nomi importanti che adesso mi sfuggono. Saccone aveva costruito la sua famosa testa sdoppiata,con i condotti di aspirazione separati,uno per cilindro. Soluzione adottata dopo quasi vent'anni dalla Fiat,nella Panda 30.
Tornare in alto Andare in basso
Paolo_57

avatar

Localizzazione : Cremona
Età : 60
Numero di messaggi : 2453

MessaggioTitolo: Re: Intervista a Rosadele FACETTI da "Autocollezioni Magazine - luglio/agosto 2005"   Lun 1 Lug 2013 - 9:44

Lo so Luciano Giovanni era un genio del bicilindrico 500 - io ho fatto la prima cronoscalata (ne ho fatte solo tre) conn una 695 preparata da Saccone Trapani Erice 1976 venivo dai Kart e debbo dire che quella 695 era un siluro ho fatto 3° tempo di categoria nelle prove ma gara non terminata per incidente - Sciacca Monte Kronio 4° tempo in prova 3° in gara mi hanno fatto reclamo ma era tutto regolare - Il reclamo lo aveva presentato Aldo Fina 4° con una 700 Giannini curata da Lavazza (peso vettura) - Terza ed ultima gara Cefalù Gibilmanna HF 1.3 Gr.4 Scuderi Racing  6° in prova 2° in gara di categoria ad 2" dal  1° un certo Benny Rosolia su Fulvia Sport Zagato 1.3 Gr.4 ex Bosato curata da Salvatore Livorsi - dopo di chè mi sono dato all'ippica hahaha . Mio Papà mi ha fatto capire che o decidevo di fare le cose sul serio e cioè fare la formula Italia con Dallara o me andavo a Lavorare che era meglio infatti senza rammarico ho scelto la seconda. ciao dubbio  guida
Tornare in alto Andare in basso
Paolo_57

avatar

Localizzazione : Cremona
Età : 60
Numero di messaggi : 2453

MessaggioTitolo: Re: Intervista a Rosadele FACETTI da "Autocollezioni Magazine - luglio/agosto 2005"   Lun 1 Lug 2013 - 9:46

Ormai il mondo minicar 700 è diventato un monomarca Garavello
Tornare in alto Andare in basso
luciano parisi



Localizzazione : cagliari
Numero di messaggi : 6618

MessaggioTitolo: Re: Intervista a Rosadele FACETTI da "Autocollezioni Magazine - luglio/agosto 2005"   Lun 1 Lug 2013 - 12:57

Se la Zagato di Rosolia era ancora quella blu Mendoza,era stata acquistata a Cagliari.
Le 700 Garavello,probabilmente vengono preparate nella sua officina,non da lui personalmente. Mi sembra di ricordare,ma potrei sbagliarmi, che Leo Garavello fosse venuto a mancare.
Tornare in alto Andare in basso
Paolo_57

avatar

Localizzazione : Cremona
Età : 60
Numero di messaggi : 2453

MessaggioTitolo: Re: Intervista a Rosadele FACETTI da "Autocollezioni Magazine - luglio/agosto 2005"   Lun 1 Lug 2013 - 13:32

Esatto la Zagato era quella blu che l'anno dopo divento nera - era una macchina velocissima il pilota tu lo conosci quindi non ce ne era per nessuno.
Scusa ma avevo fatto confusione infatti il grande Leo Garavello ( preparava anche la 1000 TCR di Santo Famoso) è venuto a mancare nel 2009 - Io mi riferisco alla LAVAZZA Tenco di Piero Lavazza .
ciao
Tornare in alto Andare in basso
luciano parisi



Localizzazione : cagliari
Numero di messaggi : 6618

MessaggioTitolo: Re: Intervista a Rosadele FACETTI da "Autocollezioni Magazine - luglio/agosto 2005"   Lun 1 Lug 2013 - 14:26

Caro Paolo, erano altri tempi. Oggi,a parte le storiche che sono un mondo a parte. I vecchi preparatori non esistono più, o quasi. Quelli col camice,che durante le ore di apertura dell' officina, seguivano le macchine della clientela normale. All'ora di chiusura abbassavano la serranda e curavano i loro gioielli,anche se non erano di loro proprietà. Curiosissimo,almeno in Sardegna, l'approccio preparatore/pilota: Il primo veniva chiamato col nome di battesimo,preceduto da un "Signor", e gli si dava del lei. I preparatori chiamavano per cognome i piloti,dando loro del tu. Questo a prescindere dall'età degli uni e degli altri. Mi è capitato, dopo anni di trovare un preparatore,peraltro di Alfa Romeo, ormai in pensione, che si divertiva, come me, con le auto d'epoca. Non faceva che insistere affinchè gli dessi del tu.Per due anni continuavo a chiamarlo : Signor Natale,poi finalmente ci sono riuscito.Ridicoli anche i compensi per i loro lavori. Bastava che si sostenessero le loro spese vive,per l'acquisto dei materiali vari, e come compenso per il lavoro, si accontentavano del loro nome sulla banda parasole del vetro anteriore. Altri tempi ,altri uomini e altre passioni.
Tornare in alto Andare in basso
Paolo_57

avatar

Localizzazione : Cremona
Età : 60
Numero di messaggi : 2453

MessaggioTitolo: Re: Intervista a Rosadele FACETTI da "Autocollezioni Magazine - luglio/agosto 2005"   Lun 1 Lug 2013 - 16:38

Hai ragione Luciano altri tempi dove la passione non aveva interessi venali. Però io voglio venire incontro ai preparatori giovani per il semplice fatto che adesso tenere aperta una serranda d'Officina significa lavorare i primi 20 giorni per le tasse e le spese e se poi ti va bene gli altri 10 giorni sono per Te. Non dimentichiamo che per andare a bottega e gratuitamente presso un bravo meccanico una volta c'era la coda, se poi imparavi e andavi bene dopo il militare avevi la prima paga. forse hanno ragione i nostalgici col motto "si stava meglio quando si stava male"
Tornare in alto Andare in basso
Paolo_57

avatar

Localizzazione : Cremona
Età : 60
Numero di messaggi : 2453

MessaggioTitolo: Re: Intervista a Rosadele FACETTI da "Autocollezioni Magazine - luglio/agosto 2005"   Lun 1 Lug 2013 - 16:40

e' vero il fatto del signor con il nome di battesimo per il Preparatore a Palermo faceva eccezione solo Scuderi che per tutti era Zio Achille
Tornare in alto Andare in basso
luciano parisi



Localizzazione : cagliari
Numero di messaggi : 6618

MessaggioTitolo: Re: Intervista a Rosadele FACETTI da "Autocollezioni Magazine - luglio/agosto 2005"   Lun 1 Lug 2013 - 22:44

Paolo, sono belli questi "tuffi nel passato". A volte basta un nome per evocare ricordi che magari, adesso fanno sorridere. Hai parlato di Aldo Fina. Un anno era venuto a fare una gara quì.Non chedermi quale e l'anno, ci vorrebbe Antonello Palmas, memoria storica,precisa come un computer. Dicevo, quelli della 700 erano terrorizzati, tutti a parlare dei giunti cardanici che montava ai semiassi,e sembrava che dovesse arrivare un marziano con la sua astronave. Poi,in gara,cardanici o no,l'avevano "bastonato".
Un mio grande rammarico è quello di non essere mai sceso in Sicilia. Ho sempre avuto qualche contrattempo che me lo ha impedito. Tantissimi sardi,invece, ci sono andati, specie per la Monte Pellegrino. Ancora oggi parlano della "montagna spaccata" della curva della "mezza arancia",come se ci avessero corso un anno fa.
Tornare in alto Andare in basso
Paolo_57

avatar

Localizzazione : Cremona
Età : 60
Numero di messaggi : 2453

MessaggioTitolo: Re: Intervista a Rosadele FACETTI da "Autocollezioni Magazine - luglio/agosto 2005"   Mar 2 Lug 2013 - 0:25

Il percorso della Monte Pellegrino è mitico molto tecnico ed impegnativo per stare nei primi 5 non dovevi sbagliare neanche una curva , pensa che fino agli anni 73 i Tecno K250 (motore Ducati 250) facevano il 4° o 5° assoluto fra questi si annovera Aldo Mucera che per anni con il suo k250 stava davanti alle Porsche 911 oppure lo scomparso Salvatore Calascibetta con la sua Abarth 1000 TCR fare il 4° assoluto. Però non dimentichiamoci della Cefalù Gibilmanna o della Trapani Erice con i suoi tratti veloci ed i tornanti doppi con strapiombi da paura - io ancora oggi sono convinto che avere trasformato le cronoscalate in Slalom ha ucciso lo sport dell'auto  Però come diceva sempre mio Papà il tempo e le evoluzioni non li ferma nessuno e l'uomo e portato ad evolversi inventando sempre cose diverse però è anche giusto e sacrosanto ogni tanto guardarsi indietro per non fare cazzate oggi in troppi guardano solo avanti senza capire dove vogliono arrivare - francamente specie nei rapporti umani e nei valori dell'amicizia e solidarietà non invidio affatto i giovani preferisco come era prima
Tornare in alto Andare in basso
Paolo_57

avatar

Localizzazione : Cremona
Età : 60
Numero di messaggi : 2453

MessaggioTitolo: Re: Intervista a Rosadele FACETTI da "Autocollezioni Magazine - luglio/agosto 2005"   Mar 2 Lug 2013 - 1:09

Luciano ecco Aldo Fina alla Targa Florio 1972 e guarda con che auto
" />
Tornare in alto Andare in basso
luciano parisi



Localizzazione : cagliari
Numero di messaggi : 6618

MessaggioTitolo: Re: Intervista a Rosadele FACETTI da "Autocollezioni Magazine - luglio/agosto 2005"   Mar 2 Lug 2013 - 7:48

Anche io la penso così. Inizialmente, quando erano stati introdotti, facevamo oltre alle salite, anche gli slalom. Sia per la novità, sia per la possibilità di fare tutto in giornata, infatti non ci sono le prove ufficiali,ma poi correre in mezzo ai birilli,aveva preso all'anima. Le cronoscalate stanno morendo per una serie di motivi: Innanzitutto i costi. Oggi una salita di 8 km, costa all'ACI,fra una cosa e l'altra ben 60000 euro. A questo aggiungi le difficoltà di omologazione dei percorsi, infatti si richiedono in molte curve i guardrail a doppia lama, deve essere rispettata una certa pendenza nel dislivello fra partenza e arrivo e così via.
Invece, vedi, può sembrare strano, ma mi sto divertendo un sacco con la regolarità. E non solo io ma tanti altri ex salitari e ragazzi che ancora fanno le cronoscalate. Sono gare di regolarità pura, quindi niente guida, potenza di auto, ma solo precisione. Sono giochi,ma coinvolgono e vengono presi molto sul serio. E lo stimolo è dato dal ritrovare tanti ex "avversari",con cui rinnovare le sfide, anche se in tutt'altro genere di gare. Palmas ha addirittura organizzato un campionato sociale da disputare con 5 gare l'anno. Sono giochini che a volerli fare bene, impegnano eccome. Infatti ogni gara ha almeno cinque settori con pressostati concatenati. Dopo una mattinata intera al volante,a fine gara la stanchezza si sente,però il divertimento e la competizione non mancano, come ai vecchi tempi.
Tornare in alto Andare in basso
emilio79



Localizzazione : Reggio Calabria
Numero di messaggi : 34

MessaggioTitolo: Re: Intervista a Rosadele FACETTI da "Autocollezioni Magazine - luglio/agosto 2005"   Sab 25 Gen 2014 - 21:39

Riprendo questa interessantissima discussione... Erasmo e Rosadele stanno bene. Hanno avuto qualche problema di salute ma adesso sembrerebbe tutto ok. Ci sentiamo con cadenza mensile... Sono due persone disponibili e squisite!!!
Tornare in alto Andare in basso
Paolo_57

avatar

Localizzazione : Cremona
Età : 60
Numero di messaggi : 2453

MessaggioTitolo: Re: Intervista a Rosadele FACETTI da "Autocollezioni Magazine - luglio/agosto 2005"   Sab 25 Gen 2014 - 21:54

emilio79 ha scritto:
Riprendo questa interessantissima discussione... Erasmo e Rosadele stanno bene. Hanno avuto qualche problema di salute ma adesso sembrerebbe tutto ok. Ci sentiamo con cadenza mensile... Sono due persone disponibili e squisite!!!
Quando li senti salutameli digli Paolo quello che lavorava all'AUSONIA di Marsala ed amico di Achille Scuderi e Salvatore Livorsi ciao  Ok 
Tornare in alto Andare in basso
emilio79



Localizzazione : Reggio Calabria
Numero di messaggi : 34

MessaggioTitolo: Re: Intervista a Rosadele FACETTI da "Autocollezioni Magazine - luglio/agosto 2005"   Dom 26 Gen 2014 - 13:22

Sara' fatto!!!
Tornare in alto Andare in basso
Paolo_57

avatar

Localizzazione : Cremona
Età : 60
Numero di messaggi : 2453

MessaggioTitolo: Re: Intervista a Rosadele FACETTI da "Autocollezioni Magazine - luglio/agosto 2005"   Dom 26 Gen 2014 - 15:02

Visto che ti piace conoscere i grandi piloti delle Fulvia ed SZ leggi anche questo post Emilio e vedrai che Personaggio di grandissimo spessore è Antonello Palmas
http://amicifulvia.forumattivo.com/t5792-antonello-palmas-la-volpe-del-bagnato?highlight=Palmas+la+volpe+del+bagnato
Tornare in alto Andare in basso
emilio79



Localizzazione : Reggio Calabria
Numero di messaggi : 34

MessaggioTitolo: Re: Intervista a Rosadele FACETTI da "Autocollezioni Magazine - luglio/agosto 2005"   Dom 26 Gen 2014 - 16:58

Grazie per la segnalazione Paolo :)Comunque cerco quante piu' foto e notizie riguardo questa fulvia... La targa e' TO682490
Tornare in alto Andare in basso
emilio79



Localizzazione : Reggio Calabria
Numero di messaggi : 34

MessaggioTitolo: Re: Intervista a Rosadele FACETTI da "Autocollezioni Magazine - luglio/agosto 2005"   Dom 26 Gen 2014 - 17:01

non riesco ad inviare la foto... Comunque e' la 2C rossa che usava il team Facetti
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Intervista a Rosadele FACETTI da "Autocollezioni Magazine - luglio/agosto 2005"   

Tornare in alto Andare in basso
 
Intervista a Rosadele FACETTI da "Autocollezioni Magazine - luglio/agosto 2005"
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Intervista a Rosadele FACETTI da "Autocollezioni Magazine - luglio/agosto 2005"
» pilota Giovanni Marini
» MTB Magazine Maggio 2010
» Eco-festival rave party, Opatje selo 31 LUGLIO
» 2° DEVIL SOUTH - TARANTO - 22/23 LUGLIO 2011

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Forum Amici Lancia Fulvia :: Discussioni generali :: Quattro chiacchiere da appassionati-
Andare verso: