PortalePortale  IndiceIndice  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 
Rechercher Ricerca avanzata
Ultimi argomenti
» Eccomi qua
Oggi alle 8:28 Da ROBERTO MAIMONS

» COMPRO
Ieri alle 15:49 Da gianni54

» Ciao a tutti
Ieri alle 13:49 Da Faso

» Una mattina ..... sulle rive del Lago Maggiore
Ieri alle 11:28 Da MikeWolmots

» Fulvia su e-Bay/Subito.it... Sviste e mai viste...
Mer 18 Ott 2017 - 13:13 Da Davide66

» Targhetta copriradio con scritta
Mer 18 Ott 2017 - 0:35 Da andrea brasca

» Vendo Lancia Fulvia Coupè 1.3 S Rally anno 1969
Mar 17 Ott 2017 - 19:36 Da Vincenzo

» [VENDO] - 4 cerchi in lega FPS Lancia Fulvia - 300,00 €
Lun 16 Ott 2017 - 12:27 Da Davide66

» Vendo fulvia 1.3S rallye del 69 leva lunga
Sab 14 Ott 2017 - 12:47 Da selm92

» Cerco Lancia Fulvia 1.3 S Esclusivamente I serie
Sab 14 Ott 2017 - 12:44 Da selm92

» Cerco Fulvia Coupè intorno ai 5.000 €
Sab 14 Ott 2017 - 12:44 Da selm92

» COMPRO Fulvia coupé Roma
Sab 14 Ott 2017 - 12:43 Da selm92

» cerco fulvia rallye 1.3s
Sab 14 Ott 2017 - 12:41 Da selm92

» Compatibilità ricambi berlina 2C e Gt
Ven 13 Ott 2017 - 19:56 Da Iena991

» [VENDO - Terni] Fulvia coupé 1.3S Rallye anno 1969 1s Serie - Leva lunga , 8200Euro
Ven 13 Ott 2017 - 19:35 Da ROBERTO MAIMONS

» Fulvia Coupé.. da usare tutti i giorni?
Ven 13 Ott 2017 - 19:21 Da ROBERTO MAIMONS

» la revisione ogni due anni.Poveri noi!
Ven 13 Ott 2017 - 19:04 Da ROBERTO MAIMONS

» Pareri su catadiottri "strabici"
Gio 12 Ott 2017 - 0:07 Da andrea brasca

» Strumenti lancia aurelia b20 o flaminia
Mer 11 Ott 2017 - 13:39 Da FabrizioS

» [SEGNALO] - Volante sandro munari
Lun 9 Ott 2017 - 13:18 Da alex.braso

» (SONDAGGIO) una nostra lettera a Ruoteclassiche in merito alle valutazioni
Dom 8 Ott 2017 - 14:06 Da Silvano Maiolatesi

» Annunci interessanti sul Web [FULVIA]
Ven 6 Ott 2017 - 17:50 Da lorenzo marzona

» Ciao a tutti!! Fabio
Gio 5 Ott 2017 - 23:09 Da plbb

» Ci sono anche io!
Gio 5 Ott 2017 - 21:20 Da EzioDrw

» Pareri su Lancia Fulvia Zagato
Lun 2 Ott 2017 - 20:37 Da huc53

Parole chiave
strumenti servofreno motore freni pressione luci olio contagiri colore smontare montecarlo sterzo carburatori cerchi accensione fusibili cruscotto pompa Freno sostituzione fulvia Smontaggio cambio radiatore acqua liquido

Condividere | 
 

 La 14 quattordici al dettaglio

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: La 14 quattordici al dettaglio   Mar 28 Ott 2014 - 14:19

E' una questione di dettagli. Ed è vero quel che recitava un antico adagio cinese: "non è dall'analisi di un petalo che si percepisce la bellezza di una rosa". Comunque sia è di soli dettagli che si compone il contenuto di questo link, un'ottantina di foto della Quattordici di Munari-Mannucci. Non ne comprendo il senso (perché alcuni particolari si ed altri no?) ma vale la pena segnalarlo al forum.
http://www.lanciaclubfrance.com/fulviaquattordic/index.html
Tornare in alto Andare in basso
peraluman

avatar

Localizzazione : Centro
Età : 36
Numero di messaggi : 304

MessaggioTitolo: Re: La 14 quattordici al dettaglio   Mar 28 Ott 2014 - 16:04

Grazie vecchiopiero.
lo trovo molto utile

Tornare in alto Andare in basso
luciano parisi



Localizzazione : cagliari
Numero di messaggi : 6646

MessaggioTitolo: Re: La 14 quattordici al dettaglio   Mar 28 Ott 2014 - 18:08

Grazie,Vecchiopiero. Bellissima raccolta.
Colpisce però lo stato in cui si trova la macchina. Non credo che dopo il 72,non abbia avuto almeno un lavaggio al sotto scocca.
Altra cosa che non mi spiego è quella pezza nel fondo,fatta oltretutto per sovrapposizione di lamiere, visibile nel fotogramma n. 8. La macchina all'epoca del Montecarlo era nuova, quindi senza ruggine nel pavimento.
Per sapere se tutti i particolari sono corretti, non rimane che aspettare il giudizio di pontile. Solo lui è in grado di stabilire se tutte le componenti sono compatibili con una 1,6 Squadra Corse gr. 4 dell'epoca.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: La 14 quattordici al dettaglio   Mar 28 Ott 2014 - 18:20

Aspettiamo l'autorevole giudizio di Pontile, il quale se non erro pubblicò qualche tempo fa una foto simile del cruscotto nero della Quattordici, con la stessa palpebra squarciata.
Tornare in alto Andare in basso
luciano parisi



Localizzazione : cagliari
Numero di messaggi : 6646

MessaggioTitolo: Re: La 14 quattordici al dettaglio   Mar 28 Ott 2014 - 18:49

Piero, torniamo a vecchi discorsi, sul come devono essere conservati certi cimeli della nostra Storia (automobilistica in questo caso). Munari aveva voluto che la macchina venisse conservata con la sua vistosa ammaccatura nel parafango posteriore destro. Sosteneva che "quelli che non camminano", sbattevano di muso, gli altri, con la coda.
Non penso, però che la Lancia avesse schierato alla partenza di un rally internazionale e prestigioso come il Montecarlo, una macchina con la palpebra del cruscotto squarciata. Io, francamente vedo molta incuria e menefreghismo,in quella macchina, non certo datati 1972.
Tornare in alto Andare in basso
Pontile

avatar

Localizzazione : Taino
Età : 71
Numero di messaggi : 2602

MessaggioTitolo: Re: La 14 quattordici al dettaglio   Mar 28 Ott 2014 - 23:02

Scippando il titolo di un film degli anni '60 posso affermare che "io la conoscevo bene", avendola seguita e fotografata, anche in pose ravvicinate nelle assistenze, per tutto il Rallye di Montecarlo 1972. Ogni volta che rivedo la vettura, l'ultima un anno fa circa, alla presentazione dei due volumi "Reparto corse Lancia" al Museo dell'automobile di Torino, provo un grande disagio non tanto per il carente stato di conservazione in cui versa, quanto per l'irritante manichino da esposizione in cui è stata ridotta, senza rispetto per i molti appassionati che da tempo l'avevano eletta a emblema di un'epoca irripetibile, fino a conoscere tutti i particolari di cui era equipaggiata e addirittura, come nel mio caso, cercando di averne una con le stesse dotazioni che la rendessero il più possibile competitiva in gara. Tempo fa avevo manifestato queste considerazioni a Gianni Tonti, che molto garbatamente mi confessava che quei componenti che avevano contribuito alla clamorosa affermazione di  Munari, va detto con l'aiuto dei ritiri delle Alpine, furono smontati per essere utilizzati sulle vetture ancora attive nelle competizioni. Ecco perché, ad esempio, i carburatori sono Weber DCOE 45 con prolunghe dei collettori originali che fanno tanto mostra-scambio, anziché Dell'Orto DHLA 48 con il collettore  costruito a mano sagomando e saldando lamierini di acciaio. Qualche anno fa ho letto su un forum il racconto di un privilegiato che ha potuto guidare la vettura su una pista di prova nel torinese, descrivendone prestazioni e peculiarità rilevanti, tra le quali citava il cambio testone. Mi auguro che l'esperto tester si sia lasciato ingannare dal fatto che di quel fragile componente veniva mantenuta la leva, ma temo che il cambio originale, ovviamente a cinque rapporti sincronizzati e ravvicinati, dotato di differenziale autobloccante, sia stato anch'esso saccheggiato. Quello che più di ogni altro dà la misura dello scarso rispetto, forse anche della scarsa conoscenza della storia, da parte dei responsabili della collezione Lancia, sono i fari supplementari, che come ho più volte sottolineato, erano Carello Sirio fendinebbia. Ora ci ritroviamo dei superoscar CIbié dei quali sarebbe almeno opportuno ruotare in posizione corretta i gruppi ottici.
Va tuttavia precisato che la vettura non era affatto nuova, essendosi classificata al sesto posto dello stesso rallye di Montecarlo dell'anno precedente con Lampinen-Davemport. Mi sembra anche di averla intravista in qualche filmato su prove sterrate nella stessa stagione 1971. L'immatricolazione è del novembre 1970.
Tornare in alto Andare in basso
luciano parisi



Localizzazione : cagliari
Numero di messaggi : 6646

MessaggioTitolo: Re: La 14 quattordici al dettaglio   Mar 28 Ott 2014 - 23:39

Bel quadretto, Luigi. Molto edificante. Specialmente se si pensa ai vari musei BMW,Mercedes, Porsche,Peugeot e così via. A parte il saccheggio della meccanica, questa macchina ha subito anni di incuria a livello di carrozzeria.Indubbiamente ha conosciuto periodi vita "all'aperto".Ha conosciuto pioggia e allagamenti del suo interno. Lo testimoniano le macchie di umidità nel rivestimento del tetto, ben visibili in quella fotografia che mostra anche tracce di un maldestro uso di bomboletta spray nel roll bar.Non era nuova all'epoca di quel Montecarlo, sarà stata trattata pure nei rally precedenti senza troppi riguardi, considerando anche che la vita agonistica della Fulvia, si avviava a conclusione, ma poco più di un anno di vita,per quanto dura, non riduce l'interno di una macchina in quello stato.
Tornare in alto Andare in basso
Andrea500

avatar

Localizzazione : Saluzzo -CN-
Età : 31
Numero di messaggi : 2682

MessaggioTitolo: Re: La 14 quattordici al dettaglio   Mer 29 Ott 2014 - 18:32

Mamma mia in che condizioni che è ridotta... Ho appena sfogliato le varie foto!!! Se non fosse che è un Fanalone e che è la n° 14 sembrerebbe una delle varie Fulvia da 4-5 mila euro che si trovano in giro....
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: La 14 quattordici al dettaglio   Mer 29 Ott 2014 - 21:17

La partecipata risposta di Pontile ci offre tre elementi di riflessione. Il primo riguarda lo stato in cui versa l’auto-icona della Lancia ridotta a  “manichino da esposizione”. Il secondo che alcune componenti dell’auto furono immediatamente riutilizzati su vetture ancora attive nelle competizioni, ed il terzo che la vettura non era nuova, ma aveva trovato il suo battesimo su pista l’anno precedente, guidata dalla coppia Lampinen-Davemport. Sul secondo elemento, è interessante sapere da chi veramente sa, Pontile, che la frenesia, i toscani direbbero “la furia”, del momento ha dato una prima possibilità di deroga all’”originale”, usando sue parti vitali. La seconda considerazione è che in realtà quella fulvia ha una vita più ampia rispetto al trionfo del ’72, ed anche questo, umanizzando addirittura un oggetto, non può che far piacere e interessare. L’ultima considerazione riguarda il “manichino da esposizione”. A questo proposito dico a Pontile che sono utilissime e fondamentali le sue annotazioni filologiche su cosa era e cosa c’era in una fulvia campione del mondo, e giustificate sono anche le annotazioni sulla sciatteria con la quale si conservano certi cimeli. Ma è anche vero, oggettivamente, che l’ossessione dell’originalità, del “era così”, se difende una giusta causa “filologica” rischia, nel guardare il petalo, di dimenticare la rosa. Insomma, per alcuni come me, non è soltanto sapere com’era la fulvia esattamente, ma cos’è stato quell’avvenimento, quelle ore concitate, e quel trionfo. Non una che sia una penna ha mai scritto, in maniera degna, sull’argomento. Per piacere ditecelo.
Tornare in alto Andare in basso
Edo68

avatar

Localizzazione : Torino
Età : 49
Numero di messaggi : 1119

MessaggioTitolo: Re: La 14 quattordici al dettaglio   Mer 29 Ott 2014 - 22:24

Grazie VecchioPiero, riesci a scovare sempre "chicche" interessanti.
Tornare in alto Andare in basso
luciano parisi



Localizzazione : cagliari
Numero di messaggi : 6646

MessaggioTitolo: Re: La 14 quattordici al dettaglio   Mer 29 Ott 2014 - 22:55

Piero, diverse penne avevano versato fiumi di inchiostro, all'epoca, su quella vittoria. Addirittura la stampa francese aveva dato grandissimo risalto all'impresa compiuta da Munari,ai danni della loro Renault. Questo nonostante la vittoria "regalata" alla Lancia dalla rottura,se non ricordo male del cambio, della Alpine A 110,che era abbondantemente in testa. Questo "regalata", non deve essere inteso in senso negativo o teso a sminuire quanto fatto dalla Fulvia e sopratutto da Munari. Ma le forze in campo erano troppo dispari. Troppo più potenti e prestanti le Alpine, vere macchine concepite per le competizioni, a differenza della Fulvia, nata come una vettura da gran turismo, con tutti i limiti che questo comporta.
Poi,non dimentichiamo che dall'evento sono passati oltre quarant'anni.
Rimane il fatto che questa macchina, saccheggi meccanici a parte, ha l'aspetto quasi da ferrovecchio. E ripeto, certi danni non derivano da trascorsi sportivi precedenti, ma da incuria nella conservazione, indipendentemente dal blasone dell'auto. Una palpebra di cruscotto la distrugge l'esposizione prolungata al sole, non un rally, o diversi rally, per quanto duri potessero essere.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: La 14 quattordici al dettaglio   Gio 30 Ott 2014 - 8:22

Qui dovrebbero esserci le foto della Quattordici al Montecarlo del 1971, di cui parlava Pontile, assieme ad altre due fulvia 264 e 265
http://rallymania.forumfree.it/?t=44474548&st=120
Ne riporto una:
Tornare in alto Andare in basso
Pontile

avatar

Localizzazione : Taino
Età : 71
Numero di messaggi : 2602

MessaggioTitolo: Re: La 14 quattordici al dettaglio   Gio 30 Ott 2014 - 8:46

Caro Piero, non sono un patito dell'originalità rigorosa, tuttavia ritengo fondamentale che un oggetto da museo testimoni fedelmente la propria storia. E' evidente, ad esempio, che la fulvia di cui discutiamo non può essere equipaggiata con pneumatici dell'epoca, soprattutto se viene utilizzata per prove su pista o nella normale circolazione su strada, ma presentarla ogni volta con i fari supplementari montati come vedi nella foto, è indice di assoluto disinteresse per il pubblico.
Questa noncuranza è indipendente dalla presunta ossessione per il filologicamente corretto riguardante marca e tipo dei fari. Anche il pubblico meno competente si renderà conto dell'errore quando sentirà dolori al collo nel tentare di leggere le scritte sul gruppo ottico.
Quanto al tuo invito a raccontare l'evento proverò io a trasferire in un prossimo intervento le mie emozioni e anche qualche immagine di allora, concedimi un po' di tempo.
E grazie anche per l'ultima tua testimonianza fotografica, nella quale si nota una rara diagonale del roll bar oltre a cofani e portiere in vetroresina, o plastica, come indicato nell'estensione di omologazione F.I.A., revocata a fine 1971.
Nel frattempo ricordo a Luciano che il cruscotto delle gruppo 4, omologato con foto nella fiche, era quanto di più leggero fosse possibile realizzare, in gran parte utilizzando componenti di altre vetture torinesi. Era privo di tachimetro, le spie sono di origine Fiat 1300, gli interruttori della Fiat 500, solo i quattro strumenti VDO erano di provenienza straniera. Lo scorso mese di febbraio, quando mi è stato riferito che c'è l'intenzione di riportare la vettura in pristino stato, mi sono offerto di fornire e montare i Carello Sirio, naturalmente tenendomi in cambio i Cibié, da vendere a caro prezzo a chi vuole farsi la replica "Marlboro". Idea Laughing
Tornare in alto Andare in basso
luciano parisi



Localizzazione : cagliari
Numero di messaggi : 6646

MessaggioTitolo: Re: La 14 quattordici al dettaglio   Gio 30 Ott 2014 - 9:12

Anche io mi ero accorto che il coperchio del bagagliaio non era quello di serie, per la mancanza delle nervature normali di rinforzo. Mi meraviglia vedere che per quanto leggero, potesse rimanere quasi dritto nella sua posizione di apertura, con l'asta di sostegno così vicina alle cerniere. Il montaggio di quei fari, poi, non ha bisogno di commento alcuno.
Tornare in alto Andare in basso
luciano parisi



Localizzazione : cagliari
Numero di messaggi : 6646

MessaggioTitolo: Re: La 14 quattordici al dettaglio   Gio 30 Ott 2014 - 9:47

Luigi, che fari sono i SIEM con sigla 12400, che hanno una calotta posteriore in gomma parecchio spessa? Ne ho due, omaggio della Peugeot ai partecipanti al Trofeo di Marca e che ovviamente in salita, non avevo mai utilizzato.
Tornare in alto Andare in basso
peraluman

avatar

Localizzazione : Centro
Età : 36
Numero di messaggi : 304

MessaggioTitolo: Re: La 14 quattordici al dettaglio   Gio 30 Ott 2014 - 11:24

Alla fine, considerando lo stato in cui versa la casa madre, considerando che siamo in italia, reputo un miracolo che questa macchina ancora esista.
Tornare in alto Andare in basso
Pontile

avatar

Localizzazione : Taino
Età : 71
Numero di messaggi : 2602

MessaggioTitolo: Re: La 14 quattordici al dettaglio   Gio 30 Ott 2014 - 11:49

Esiste e mi auguro che la FiatCraislerOtomobils (l'ho scritto come si pronuncia affinché lo sappiano i vari notiziari televisivi) non debba quotare in borsa la vettura per poterla restaurare.
Luciano, se ben ricordo quei Siem venivano montati sulle 037 e sulle Delta S4 entro le apposite carenature in vetroresina o carbonio che, non essendo impermeabili, imponevano la protezione delle calotte in gomma.
Mi è tornato in mente un particolare dei Cibié della quattordici. Quello che ho mostrato singolarmente è stato manomesso rispetto all'altro proprio ruotandone il gruppo ottico, ma di 180° per renderlo simmetrico al primo. In altre parole perché possano funzionare così come sono se ne dovrebbe montare uno con l'attacco filettato in alto e uno con lo stesso attacco in basso. Non si può quindi parlare di distrazione, bensì di totale incompetenza. Ecco la foto allargata.
Tornare in alto Andare in basso
Vincenzo

avatar

Localizzazione : Lombardia
Età : 52
Numero di messaggi : 7899

MessaggioTitolo: Re: La 14 quattordici al dettaglio   Gio 30 Ott 2014 - 14:36

Caro Luigi, se dovessi riuscire a dare il tuo contributo per riportare allo stato dell'arte la leggendaria 14, suggerisci anche di alzare lo stemma sulla mascherina di un listello. smile
Tornare in alto Andare in basso
Pontile

avatar

Localizzazione : Taino
Età : 71
Numero di messaggi : 2602

MessaggioTitolo: Re: La 14 quattordici al dettaglio   Gio 30 Ott 2014 - 20:04

Caro Vincenzo, avresti dovuto rivolgere il tuo invito a spostare lo stemma al reparto corse,  mentre completava la preparazione per il rallye a inizio 1972. Gli scudetti erano infatti montati in basso su tutte le vetture.

Tornare in alto Andare in basso
Vincenzo

avatar

Localizzazione : Lombardia
Età : 52
Numero di messaggi : 7899

MessaggioTitolo: Re: La 14 quattordici al dettaglio   Gio 30 Ott 2014 - 22:33

Vedo vedo...avranno avuto le loro motivazioni. Smile
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: La 14 quattordici al dettaglio   Lun 3 Nov 2014 - 12:03

Questa "Barbasio-Sodano" era in catalogo presso Artcurial in asta proprio ieri, con una stima piuttosto ampia: 80000-120000. Non so se sia stata venduta.
http://www.artcurial.com/fr/asp/fullCatalogue.asp?salelot=2644+++++266+&refno=10505809
Tornare in alto Andare in basso
ANDREA86
.
.
avatar

Localizzazione : Italia
Numero di messaggi : 4308

MessaggioTitolo: Re: La 14 quattordici al dettaglio   Lun 3 Nov 2014 - 12:53

VecchioPiero ha scritto:
Questa "Barbasio-Sodano" era in catalogo presso Artcurial in asta proprio ieri, con una stima piuttosto ampia: 80000-120000. Non so se sia stata venduta.
http://www.artcurial.com/fr/asp/fullCatalogue.asp?salelot=2644+++++266+&refno=10505809

Ho guardato l'immagine nr.14, dove si vede il numero di telaio... Shock
Tornare in alto Andare in basso
Pontile

avatar

Localizzazione : Taino
Età : 71
Numero di messaggi : 2602

MessaggioTitolo: Re: La 14 quattordici al dettaglio   Lun 3 Nov 2014 - 13:18

Rimango esterrefatto nel constatare l'ennesima proposta di vendita di una ex ufficiale che conferma lo scarso rispetto non soltanto dell'originalità della vettura, ma anche dei potenziali acquirenti. Occore una buona dose di incompetenza, spero di non dover dire di sfacciataggine nel proporre foto di Carburatori Weber 45 su collettore in alluminio Sprintfilter (o succedaneo da mostra scambio), luci targa della 124 sport America, sedili e allestimento Lancia-Italia improponibili. Se poi vediamo il cofano nero del bagagliaio possiamo cambiare l'aggettivo da rimaneggiata a profanata. La targhetta graffiata è più o meno un classico, ma almeno quella è originale.
Tornare in alto Andare in basso
Pontile

avatar

Localizzazione : Taino
Età : 71
Numero di messaggi : 2602

MessaggioTitolo: Re: La 14 quattordici al dettaglio   Lun 3 Nov 2014 - 13:45

Ho esagerato con il giudizio negativo sul collettore di aspirazione che un riflesso galeotto mi ha fatto scambiare per la nervatura della fusione in alluminio. Si tratta invece dell'originale in acciaio.
Per ravvedimento non commenterò il retrovisore esterno "californian".
Tornare in alto Andare in basso
Vincenzo

avatar

Localizzazione : Lombardia
Età : 52
Numero di messaggi : 7899

MessaggioTitolo: Re: La 14 quattordici al dettaglio   Lun 3 Nov 2014 - 13:51

Luigi, tu che conosci le ex ufficiali, si distinguevano anche dai catadiottri rovesciati? ma porc... smile
Tornare in alto Andare in basso
flavioleon

avatar

Localizzazione : toscana
Numero di messaggi : 348

MessaggioTitolo: Re: La 14 quattordici al dettaglio   Lun 3 Nov 2014 - 19:08

vorrei ricordarla così ......... in stile "VecchioPiero " , con i colori e i tratti propri della memoria, lontana dalla crudeltà degli obiettivi e di  uomini indegni. ( ROMBO 1982 )

Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: La 14 quattordici al dettaglio   Lun 3 Nov 2014 - 21:23

Fai bene a ricordarla così, Flavio, o anche con il più famoso, e forse il più bel dipinto a soggetto de "la quattordici"

Tornare in alto Andare in basso
flavioleon

avatar

Localizzazione : toscana
Numero di messaggi : 348

MessaggioTitolo: Re: La 14 quattordici al dettaglio   Lun 3 Nov 2014 - 21:57

Atmosfera magica......
Tornare in alto Andare in basso
Pontile

avatar

Localizzazione : Taino
Età : 71
Numero di messaggi : 2602

MessaggioTitolo: Re: La 14 quattordici al dettaglio   Mar 4 Nov 2014 - 0:22

Vincenzo ha scritto:
Luigi, tu che conosci le ex ufficiali, si distinguevano anche dai catadiottri rovesciati? ma porc... smile
A quelli si rimedia facilmente, anche se sono la prova della incompetenza. Ma gli strumenti che mostra la rinomata casa d'aste, con i VDO di produzione attuale, il termometro acqua elettrico e non a capillare (quest'ultimo ha l'asse della lancetta al centro del quadrante) e il contagiri suggeriscono un quesito: dove sono finiti gli originali come quelli della foto che allego?
Incomincio a comprendere perché le vendite all'asta sono dette anche all'incanto: la presentazione dei lotti è sempre un tentativo di incantare gli interessati all'acquisto, nella convinzione che nessuno sappia come erano all'epoca.


C'era già allora qualche fanatico che appena il pilota scendeva dalla vettura la sottoponeva ai raggi X.

Tornare in alto Andare in basso
xmax

avatar

Localizzazione : provincia VE
Età : 38
Numero di messaggi : 1668

MessaggioTitolo: Re: La 14 quattordici al dettaglio   Mar 4 Nov 2014 - 13:25

Vi leggo sempre a bocca aperta!!!

Pontile spero di non incrociarti mai con la mia Fulvia!! (in senso ironico ovviamente:D Very Happy chiaramente mi farebbe piacere!) ti darei l'occasione per passare giorni e giorni a trovare il pelo sull'uovo nella mia Fulvia "replica della livrea M-M-M" Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy
Tornare in alto Andare in basso
xmax

avatar

Localizzazione : provincia VE
Età : 38
Numero di messaggi : 1668

MessaggioTitolo: Re: La 14 quattordici al dettaglio   Mar 4 Nov 2014 - 13:35

p.s. il cofano posteriore è in verniciatura color rosso... Andrea ne sa qualcosa................................. Smile
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: La 14 quattordici al dettaglio   Mar 4 Nov 2014 - 15:27

La "barbasio-sodano" è stata venduta a 92976 euro.
http://www.artcurial.com/en/asp/resultsmenu.asp
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: La 14 quattordici al dettaglio   

Tornare in alto Andare in basso
 
La 14 quattordici al dettaglio
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» La 14 quattordici al dettaglio
» carburanti....ecco i prezzi nei paesi Arabi
» racchetta di federer
» Super8
» Tubo Benzina, ricambisti o gioiellieri?

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Forum Amici Lancia Fulvia :: Discussioni generali :: Quattro chiacchiere da appassionati-
Andare verso: