PortalePortale  IndiceIndice  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  
Cerca
 
 

Risultati per:
 
Rechercher Ricerca avanzata
Ultimi argomenti
» Vendo Lancia Flavia 1500cc a 2500€
Oggi alle 1:27 Da kism

» modanatura posteriore sinistra
Sab 14 Lug 2018 - 22:35 Da Vincenzo

» Fulvia su e-Bay/Subito.it... Sviste e mai viste...
Sab 14 Lug 2018 - 20:21 Da rudy

» Mi aggiungo....
Ven 13 Lug 2018 - 9:32 Da dave9785

» Ciao a tutti
Sab 7 Lug 2018 - 10:22 Da Trinchetto

» Riconoscere una montecarlo
Ven 6 Lug 2018 - 15:46 Da Salvatore La Sala

» CINGHIA FISSAGGIO CRICK E SUPPORTO CAVI CANDELE FULVIA PRIMA SERIE
Mar 3 Lug 2018 - 12:40 Da Andrea 1960

» [VENDO] - 5 cerchi in acciaio 14 x 4,5J prima serie
Lun 2 Lug 2018 - 7:49 Da Andrea 1960

» [VENDO-Torino] - Ricambi vari per Fulvia
Dom 1 Lug 2018 - 22:09 Da Iena991

» cerco sedile color marrone originale per fulvia rallye s prima serie in finta pelle
Dom 1 Lug 2018 - 18:58 Da ROBERTO MAIMONS

» [Vendo - Milano] Libri auto, marchi, piloti, Ferrari, F1...
Dom 1 Lug 2018 - 13:17 Da clakira

» Potete darmi una dritta?
Mar 26 Giu 2018 - 22:30 Da Bluforce

» VENDO lancia fulvia coupe' rally 1^ serie 1300 c.c.
Ven 22 Giu 2018 - 16:44 Da renato bellini

» [VENDO] Ricambi vari Lancia Fulvia
Gio 21 Giu 2018 - 12:21 Da ANDREA86

» cerco succhieruola coppa olio fulvia3
Mar 19 Giu 2018 - 23:00 Da xmax

» Lancia Fulvia HF - gara inglese
Dom 17 Giu 2018 - 22:40 Da 1,6 HF

» Buongiorno a tutti gli amanti della Fulvia
Dom 17 Giu 2018 - 20:38 Da Silvano Maiolatesi

» Lancia Fulvia S1 1.3
Sab 16 Giu 2018 - 16:07 Da renato bellini

» [Vendo] Como ricambi in blocco
Gio 14 Giu 2018 - 21:33 Da davideracing

» CERCO sedili anteriori per fulvia Montecarlo
Gio 14 Giu 2018 - 13:24 Da huc53

» Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.
Sab 9 Giu 2018 - 9:56 Da lorenzo marzona

» Legno cruscotto
Mer 30 Mag 2018 - 19:09 Da ROBERTO MAIMONS

» [VENDO] - FARI SUPPLEMENTARI
Mer 30 Mag 2018 - 15:18 Da GIOCAP

» ADDIO LANCIA FULVIA
Dom 27 Mag 2018 - 18:23 Da ROBERTO MAIMONS

» vendo profilo cofano Fulvia coupé 1.2/1.3
Sab 26 Mag 2018 - 14:24 Da GIOCAP

Parole chiave
freni Smontaggio fulvia volante cambio motore accensione pompa candele carburatori benzina colore Freno cruscotto cerchi restauro servofreno serbatoio olio gomme montecarlo pressione sterzo radiatore telaio scarico

Condividi | 
 

 presentazione MB 1942 da Firenze

Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
Paolo_57

avatar

Localizzazione : Cremona
Età : 61
Numero di messaggi : 2470

MessaggioTitolo: Re: presentazione MB 1942 da Firenze   Gio 9 Lug 2015 - 11:15

La borsa del lavavetro lascia il tempo che trova come in alcune l'interruttore luce di cortesia lato passeggero invece mi incuriosisce la traversa della cerniera del cofano (quella vicina al servo) per essere una fulvia3 ? Chiediamo al Sor Vincenzo che è edotto in materia se è giusta così ? Così pure dicasi per le cuciture a vista rosse del volante Ferrero ?


Ultima modifica di Paolo_57 il Gio 9 Lug 2015 - 11:18, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
Vincenzo

avatar

Localizzazione : Lombardia
Età : 53
Numero di messaggi : 8067

MessaggioTitolo: Re: presentazione MB 1942 da Firenze   Gio 9 Lug 2015 - 11:16

Citazione :
Temo però che ce l'abbia uno che non la vuole vendere... E non c'è peggior venditore per trattare...
Non ti perdi nulla.
Citazione :
perché il contenitore dell'acqua è stato messo proprio là sopra vicino la bobina?
Perché si saranno spezzati i ritegni originali all'interno del parafango.

@ Paolo. da quel poco che s'intravede sembra corretta, bisognerebbe verificare da vicino se ci sono i fori per l'adattatore del contagiri.
Torna in alto Andare in basso
Paolo_57

avatar

Localizzazione : Cremona
Età : 61
Numero di messaggi : 2470

MessaggioTitolo: Re: presentazione MB 1942 da Firenze   Gio 9 Lug 2015 - 11:40

Vincenzo ha scritto:
Citazione :
Temo però che ce l'abbia uno che non la vuole vendere... E non c'è peggior venditore per trattare...
Non ti perdi nulla.
Citazione :
perché il contenitore dell'acqua è stato messo proprio là sopra vicino la bobina?
Perché si saranno spezzati i ritegni originali all'interno del parafango.

@ Paolo. da quel poco che s'intravede sembra corretta, bisognerebbe verificare da vicino se ci sono i fori per l'adattatore del contagiri.

infatti io i due fori non li vedo forse colpa della foto , comunque non mi sembra un'auto ben curata sarà forse perchè odio i legacci con il fil di ferro
Torna in alto Andare in basso
Vincenzo

avatar

Localizzazione : Lombardia
Età : 53
Numero di messaggi : 8067

MessaggioTitolo: Re: presentazione MB 1942 da Firenze   Gio 9 Lug 2015 - 11:44

Citazione :
comunque non mi sembra un'auto ben curata
Lo specchio di coda è stato rimaneggiato, la posizione delle targhette e dei fanalini targa è aleatoria.
Torna in alto Andare in basso
MB 1942

avatar

Localizzazione : Firenze
Numero di messaggi : 322

MessaggioTitolo: Re: presentazione MB 1942 da Firenze   Gio 9 Lug 2015 - 11:49

Azzz... Meglio della settimana Enigmistica "Trova l'errore"! smile
Torna in alto Andare in basso
Vincenzo

avatar

Localizzazione : Lombardia
Età : 53
Numero di messaggi : 8067

MessaggioTitolo: Re: presentazione MB 1942 da Firenze   Gio 9 Lug 2015 - 11:54

In questo caso "aguzzate la vista"! Twisted Evil
Torna in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: presentazione MB 1942 da Firenze   Gio 9 Lug 2015 - 14:49

Mi raccomando.... scegli la ASI ORO ... che è una garanzia .... soprattutto se l'hanno certificata i due ultimi commissari che ho incontrato oh maronna oh maronna oh maronna

Cuntent Paolo57 Very Happy Very Happy Very Happy
Torna in alto Andare in basso
MB 1942

avatar

Localizzazione : Firenze
Numero di messaggi : 322

MessaggioTitolo: Re: presentazione MB 1942 da Firenze   Gio 9 Lug 2015 - 15:03

Eh, lo so.... Anche la GT Junior che stavo per acquistare aveva la targa oro ma dopo un mio controllo con il Registro Alfa Romeo era emerso che il colore della carrozzeria e degli interni non era quello originale! Nella scheda di omologazione non ne avevano nemmeno fatto menzione.
Torna in alto Andare in basso
Paolo_57

avatar

Localizzazione : Cremona
Età : 61
Numero di messaggi : 2470

MessaggioTitolo: Re: presentazione MB 1942 da Firenze   Gio 9 Lug 2015 - 17:31

" />
Torna in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: presentazione MB 1942 da Firenze   Ven 10 Lug 2015 - 7:39

Paolo, sai che l'auto del tuo "simbolo" sembra quella che il Club del mitico Lucianone ha portato due anni fa a Padova dalla Sardegna.... giustamente è federato ASI.
Torna in alto Andare in basso
Paolo_57

avatar

Localizzazione : Cremona
Età : 61
Numero di messaggi : 2470

MessaggioTitolo: Re: presentazione MB 1942 da Firenze   Ven 10 Lug 2015 - 8:28

giampietro ha scritto:
Paolo, sai che l'auto del tuo "simbolo" sembra quella che il Club del mitico Lucianone ha portato due anni fa a Padova dalla Sardegna.... giustamente è federato ASI.

Infatti giampietro non pago nessuna quota associativa all'ASI ma mi tocca versare i diritti d'immagine ai Sardi Laughing
Torna in alto Andare in basso
luciano parisi



Localizzazione : cagliari
Numero di messaggi : 6646

MessaggioTitolo: Re: presentazione MB 1942 da Firenze   Ven 10 Lug 2015 - 8:50

Quell'accidenti di macchina di cui parlava Giampietro, è una vera e propria persecuzione. E' onnipresente.avrà pure cent'anni, ma che la lasciassero nella sua stalla, o dove la tengono.
Campeggiava al porto, due anni fa, nella banchina del Terminal Crociere, dove facevamo un settore di pressostati per una regolarità. Mi sarebbe piaciuto spingerla in acqua,anche se non sarebbe servito a molto. Infatti ha la carrozzeria di legno ed avrebbe galleggiato.
Torna in alto Andare in basso
MB 1942

avatar

Localizzazione : Firenze
Numero di messaggi : 322

MessaggioTitolo: Re: presentazione MB 1942 da Firenze   Sab 11 Lug 2015 - 8:05

Questi cerchi



sono ammissibili su una Montecarlo prima versione (con mascherina argento)?

Mi pareva di aver capito invece che montava quelli con le razze colorate di nero che mi piacciono anche di più.....
Torna in alto Andare in basso
franatoinsafari
..
..
avatar

Localizzazione : Toscana - Arezzo
Età : 39
Numero di messaggi : 1756

MessaggioTitolo: Re: presentazione MB 1942 da Firenze   Sab 11 Lug 2015 - 8:23

MB 1942 ha scritto:
Questi cerchi



sono ammissibili su una Montecarlo prima versione (con mascherina argento)?

Mi pareva di aver capito invece che montava quelli con le razze colorate di nero che mi piacciono anche di più.....

La Montecarlo di serie montava i cerchi come da foto seguente (su tutte le serie), i cerchi Cromodora della tua foto sono un accessorio comunissimo.

[
Torna in alto Andare in basso
andrea 51

avatar

Localizzazione : Antrodoco RI
Età : 66
Numero di messaggi : 181

MessaggioTitolo: Re: presentazione MB 1942 da Firenze   Sab 11 Lug 2015 - 8:24

Si, sono i Cromodora 6jx14. Praticamente tutte le Montecarlo li montavano poichè quelli di serie (in acciaio con spicchi verniciati in nero) erano veramente antiestetici con i parafanghi larghi.
Torna in alto Andare in basso
franatoinsafari
..
..
avatar

Localizzazione : Toscana - Arezzo
Età : 39
Numero di messaggi : 1756

MessaggioTitolo: Re: presentazione MB 1942 da Firenze   Sab 11 Lug 2015 - 8:29

andrea 51 ha scritto:
Si, sono i Cromodora 6jx14. Praticamente tutte le Montecarlo li montavano poichè quelli di serie (in acciaio con spicchi verniciati in nero) erano veramente antiestetici con i parafanghi larghi.

Eh eh .... anche io la Montecarlo la vedo così Wink http://amicifulvia.forumattivo.com/t7179-fulvia-montecarlo-1972-di-franatoinsafari#122351
Torna in alto Andare in basso
luciano parisi



Localizzazione : cagliari
Numero di messaggi : 6646

MessaggioTitolo: Re: presentazione MB 1942 da Firenze   Sab 11 Lug 2015 - 8:37

Vedi,MB1942,se ti fossi dato una lettura,anche sommaria, al sito che ti ha consigliato Franatoinsafari,non faresti certe domande, quantomeno "strane".
Avresti saputo che i cerchi "con le razze nere",non sono altro che i cerchi in ferro,della misura 4,5/14, con cui nasceva la macchina.Questi cerchi sono gli stessi che montava la coupè normale,con l'unica,solo unica differenza nella loro verniciatura.Quelli della Montecarlo avevano degli spicchi (non razze),colorati di nero. Punto e basta.
Gli altri cerchi, quelli in lega, erano accessori che venivano acquistati dai ricambisti e montati in seguito. Ne esistono di varie marche e misure e si montavano a prescindere dal colore della mascherina,fosse questa argento, nera, bianca,blu,oppure gialla.
E per intenderci, come se tu montassi dei tappetini in gomma, a protezione "da appoggiarceli sopra), di quelli originali e chiedessi se vanno bene se la macchina ha la mascherina nera o argento.
Dammi retta, segui il consiglio di Franatoinsafari,prima di porre domande diciamo.......fuori dal comune.
Torna in alto Andare in basso
andrea 51

avatar

Localizzazione : Antrodoco RI
Età : 66
Numero di messaggi : 181

MessaggioTitolo: Re: presentazione MB 1942 da Firenze   Sab 11 Lug 2015 - 8:48

franatoinsafari ha scritto:
andrea 51 ha scritto:
Si, sono i Cromodora 6jx14. Praticamente tutte le Montecarlo li montavano poichè quelli di serie (in acciaio con spicchi verniciati in nero) erano veramente antiestetici con i parafanghi larghi.

Eh eh .... anche io la Montecarlo la vedo così Wink http://amicifulvia.forumattivo.com/t7179-fulvia-montecarlo-1972-di-franatoinsafari#122351

cin ,spero di rivederla anch'io come la vedi tu, anche nel mio garage.
Torna in alto Andare in basso
doppiogioko

avatar

Localizzazione : Catania
Età : 43
Numero di messaggi : 718

MessaggioTitolo: Re: presentazione MB 1942 da Firenze   Sab 11 Lug 2015 - 8:56

Ciao MB1942.
Leggo solo ora e per intero il tuo 3d.
Premetto che non sono un esperto dell'allestimento MonteCarlo.
Mi permetto di fare delle considerazioni di carattere generale... che sono però considerazioni assolutamente personali.
Mi pare di aver capito che cerchi una MC in ordine. Ora bisogna chiarite il concetto di "in ordine". Bisogna contestualizzarlo e attribuirgli un valore. Mi spiego. Ogni numero ha un valore. Ma il valore è sempre relativo. Per capire il significato di quel valore devi metterlo in relazione ad altri numeri e contesti e leggerne l'intero.
Come già gli amici hanno detto, trovare una "quarantenne vergine", al giorno d'oggi, è utopistico.
Solo rari casi. Che sono quelli che confermano la regola. Ovvero "U T O P I A".
Una anomalia salterà sempre fuori. Però ci sono anomalie e Anomalie. Quindi qualche lavoretto va fatto. Sempre. Ci sono delle buone basi, ma ti assicuro che ci sono anche delle buone sorprese. Ecco perché alcuni di noi scelgono la via del restauro radicale (o titanico come tu lo chiami). A quel punto sei certo che tutto è in ordine. Anche, ma non solo per ottenere magari la certificazione ASI. Ma quella non è garanzia di originalità. Tieni conto che i commissari altro non sono che appassionati. Come noi. Io le mie auto ce le ho tutte ASI (non voletemene). Ma non perché ciò è sinonimo di garanzia. Ma perché le valutazioni (nel credere comune) sono più vicine al valore reale. E allora vale la pena spendere 200 euro per avere valutazioni doppie o triple, anche in caso di incidenti ai fini assicurativi e per godere di alcune convenzioni ad hoc. Ma anche il valore dell'auto è relativo. Io sino ad oggi, acquisto compreso, ho speso circa 8.000 euro. Quotazione Ruoteclassiche (o mercato che fa lo stesso) 10/13.000 euro. Io devo ancora portarla in autocarrozzeria per la verniciatura. Ho fatto il 99% del lavoro. Pensi che potrei mai venderla, a lavori ultimati, per 13.000 euro? Ma torniamo all'ASI. L'ultima certificata è una Spider A.R. 916. Grado A1. Ti confesso però che non me lo aspettavo. E lo dico perché so il fatto mio. Ma è arrivato. Buon per me. Per cui, fidati, eventualmente, ma non troppo. E considera che della Spider sono il secondo proprietario e che è stata trattata come si deve. In fondo ha solo 20 anni. Ma a me piaceva un accessorio e lo montai. Per cui A1 non di certo. Conoscere tutte le auto e tutti i modelli è impossibile e quindi passa... diciamo... quasi di tutto. Ma torniamo alla questione restauro. Non dico che se ne debba fare necessariamente uno radicale. Ma bisogna rivedere. Un mio amico ha preso un GT scalino. Giallo ocra. Impeccabile. Da rifare totalmente perché "sotto al trucco aveva tante, tantissime rughe". Non posto le foto per non inquinare il 3d. Spesa: quasi 10.000 euro oltre costo (elevatissimo perché auto pari al nuovo!!) d'acquisto. E anche le fulvia per quanto ben messe nascondono sorprese. Soprattutto nei longheroni sottoporta e agli attacchi del telaio ausiliario motore. Motore: se quello ha difetti evidenti lo capisci. Come capisci pure lo stato del cambio e della meccanica in genere. Ma le sorprese possono esserci anche. E come se possono esserci.
Detto questo io consiglio, come gli altri, in primis di approfondire le caratteristiche del modello, poi di mettersi alla ricerca di uno che abbia il giusto compromesso tra prezzo e qualità. Poi decidere in che modo intervenire, se intervenire.
Ed infine: godersela. Tanto.
Torna in alto Andare in basso
Vincenzo

avatar

Localizzazione : Lombardia
Età : 53
Numero di messaggi : 8067

MessaggioTitolo: Re: presentazione MB 1942 da Firenze   Sab 11 Lug 2015 - 10:27

Citazione :
Ora bisogna chiarire il concetto di "in ordine". Bisogna contestualizzarlo e attribuirgli un valore. Mi spiego. Ogni numero ha un valore. Ma il valore è sempre relativo. Per capire il significato di quel valore devi metterlo in relazione ad altri numeri e contesti e leggerne l'intero
Questa considerazione vale per tutti i messaggi del thread.  clap
Mi hai fatto venire in mente un vecchio libro di De Crescenzo, che consiglio, dal titolo "Ordine e disordine".
Torna in alto Andare in basso
doppiogioko

avatar

Localizzazione : Catania
Età : 43
Numero di messaggi : 718

MessaggioTitolo: Re: presentazione MB 1942 da Firenze   Sab 11 Lug 2015 - 15:00

lo leggerò Vincenzo...
infatti dicevo che non esiste una sola regola interpretativa o un solo modo "corretto" di operare...
esiste quello migliore in relazione ad alcuni fattori e che poi magari non va bene in relazione ad altri, o quello peggiore in relazione a....
Io ho scelto il mio modo di restaurare in primo luogo perché è il mio...; in secondo luogo perché mi piace e mi serve da passatempo...
sono però ben cosciente che non è conveniente, che è antieconomico se devi rivendere, e che non ti da molto di più sul piano funzionale (vedi restauro impianto elettrico che è fine a se stesso)...
però siccome "mi piacciono i piani ben riusciti" non me ne pento...
Torna in alto Andare in basso
MB 1942

avatar

Localizzazione : Firenze
Numero di messaggi : 322

MessaggioTitolo: Re: presentazione MB 1942 da Firenze   Lun 13 Lug 2015 - 12:27

Ariecchime. Di ritorno da La Spezia, sono andato a vedere quella Asi Oro con richiesta 17.

Provata e riprovata, vista di sopra e di sotto.... Boh.... Insomma.... Non è che sia rimasto folgorato.
Ha le portiere con gli altoparlanti ma non c'è la radio, un po' di ruggine nel bagagliaio agli angoli estremi, qualche trasudazione di olio da sotto... Dice che di carrozzeria è stata rifatta anni fa e il motore circa 3 anni fa ma non ci sono prove documentali.
Andare va benino, forse fuori carburazione perché scoppietta parecchio e puzza di benzina però ho aperto il tappo del radiatore e l'acqua è bella pulita così come l'olio non presenta tracce di emulsione.
Metto qualche foto random, se avete osservazioni da fare..... baby





























Torna in alto Andare in basso
Vincenzo

avatar

Localizzazione : Lombardia
Età : 53
Numero di messaggi : 8067

MessaggioTitolo: Re: presentazione MB 1942 da Firenze   Lun 13 Lug 2015 - 14:43

Per 17 k € puoi trovare di meglio... anche un esemplare con la pompa acqua nuova. smile
Torna in alto Andare in basso
MB 1942

avatar

Localizzazione : Firenze
Numero di messaggi : 322

MessaggioTitolo: Re: presentazione MB 1942 da Firenze   Lun 13 Lug 2015 - 17:58

Ah ma per quello non c'è problema: 17 non glieli davo nemmeno con la pompa nuova. angelo
Torna in alto Andare in basso
MB 1942

avatar

Localizzazione : Firenze
Numero di messaggi : 322

MessaggioTitolo: Re: presentazione MB 1942 da Firenze   Lun 13 Lug 2015 - 19:54

Dunque se ho letto bene il topic sulla Montercarlo del forum questa carta di circolazione dovrebbe essere coerente per una Montecarlo prima versione....



A parte il fatto che è stata ritargata.

Il numero di telaio 818 630 36363 rientra nella produzione 1.3s seconda serie (1001-11.276)
Il numero motore 818.303 è ok.

Torna in alto Andare in basso
Vincenzo

avatar

Localizzazione : Lombardia
Età : 53
Numero di messaggi : 8067

MessaggioTitolo: Re: presentazione MB 1942 da Firenze   Lun 13 Lug 2015 - 19:59

Perché scrivi che è stata ritargata?
Torna in alto Andare in basso
MB 1942

avatar

Localizzazione : Firenze
Numero di messaggi : 322

MessaggioTitolo: Re: presentazione MB 1942 da Firenze   Lun 13 Lug 2015 - 20:08

Alla lettera (I) leggo "04.06.2008".... Non è la nuova targa associata alla nuova carta di circolazione?
Torna in alto Andare in basso
MB 1942

avatar

Localizzazione : Firenze
Numero di messaggi : 322

MessaggioTitolo: Re: presentazione MB 1942 da Firenze   Lun 13 Lug 2015 - 20:48

O forse è solamente stata ri-emessa la carta di circolazione per qualche motivo.
Torna in alto Andare in basso
Vincenzo

avatar

Localizzazione : Lombardia
Età : 53
Numero di messaggi : 8067

MessaggioTitolo: Re: presentazione MB 1942 da Firenze   Lun 13 Lug 2015 - 20:59

La carta di circolazione può essere sostituita per smarrimento/deterioramento e conservando le targhe d'origine, questo non da moltissimi anni, all'epoca era necessaria una nuova reimmatricolazione.
Torna in alto Andare in basso
franatoinsafari
..
..
avatar

Localizzazione : Toscana - Arezzo
Età : 39
Numero di messaggi : 1756

MessaggioTitolo: Re: presentazione MB 1942 da Firenze   Mar 14 Lug 2015 - 16:04

Nella mia Rallye ho le targhe originali e il libretto nella versione "moderna", quando l'abbiamo acquistata (nel lontano 1997) era già così.
Torna in alto Andare in basso
luciano parisi



Localizzazione : cagliari
Numero di messaggi : 6646

MessaggioTitolo: Re: presentazione MB 1942 da Firenze   Mar 14 Lug 2015 - 18:16

A me era capitato questo: Avevo acquistato nel 1994 una coupè 1,2. A me interessava sopratutto che venissero conservate le targhe originali ed erano proprio i primissimi anni in cui la targa rimaneva la stessa anche con cambio di provincia. La macchina l'avevo portata da Arezzo, dove l'avevo acquistata, a Cagliari. Avevo consegnato ad una agenzia il libretto verde originale per il passaggio e dopo un paio di giorni mi era stato consegnato un libretto moderno. Pensavo fosse la procedura normale e poi a me interessava sopratutto conservare le targhe nere originali.
Successivamente,invece, in altre tre storiche che ho acquistato, è stato conservato il libretto verde originale, a cui era stata incollata un'etichetta, ovviamente non falsificabile, con le mie generalità.
L'unica spiegazione che mi sono dato per questo è che forse cambiavano le normative, proprio nelperiodo del mio primo acquisto, periodo appunto in cui era da poco previsto il mantenimento delle targhe originali.
Torna in alto Andare in basso
MB 1942

avatar

Localizzazione : Firenze
Numero di messaggi : 322

MessaggioTitolo: Re: presentazione MB 1942 da Firenze   Mar 14 Lug 2015 - 20:24

Infatti ho accertato che le targhe sono originali nonostante il libretto nuovo. Forse davvero era stato smarrito o danneggiato e rifatto nel 2008.
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: presentazione MB 1942 da Firenze   

Torna in alto Andare in basso
 
presentazione MB 1942 da Firenze
Torna in alto 
Pagina 2 di 2Vai alla pagina : Precedente  1, 2

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Forum Amici Lancia Fulvia :: Discussioni generali :: Nuovi Amici - Presentazioni-
Andare verso: