PortalePortale  IndiceIndice  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 
Rechercher Ricerca avanzata
Ultimi argomenti
»  vita alfa, mors lancia
Ieri alle 9:08 Da rudy

» Nuova Lancia Fulvia 1300 Rallye S Replica dal 2019
Sab 16 Dic 2017 - 14:35 Da ROBERTO MAIMONS

» ciao
Mer 13 Dic 2017 - 14:43 Da franatoinsafari

» Cerco coppia conica 11/43 o 10/37
Ven 8 Dic 2017 - 15:34 Da MAURO46

» Viti testata M8x110 Zincate Bianche 10.9
Lun 4 Dic 2017 - 16:52 Da antonio76ct

» Avvistamenti...
Gio 30 Nov 2017 - 21:54 Da pier52

» Vendo guarnizioni vetri
Mer 29 Nov 2017 - 12:01 Da pisonte

» Fulvia su e-Bay/Subito.it... Sviste e mai viste...
Mar 28 Nov 2017 - 23:00 Da guido.gueli

» Miki Biasion in Fulvia Safari
Lun 27 Nov 2017 - 10:16 Da MAURO46

» (Vendo) Testate Fulvia
Mer 22 Nov 2017 - 8:50 Da antonio76ct

» Cerco Testata 818.100 in ottime condizioni
Mer 22 Nov 2017 - 8:45 Da antonio76ct

» Coppa 5litri olio fusione in terra come originale 818540.
Dom 19 Nov 2017 - 14:47 Da RobertoRatto

» [Vendo - Milano] Libri auto, marchi, piloti, Ferrari, Lancia, F1...
Dom 19 Nov 2017 - 11:38 Da clakira

» codolini gr 3
Gio 16 Nov 2017 - 16:34 Da Pontile

» [Vendo - Milano] Volanti
Lun 13 Nov 2017 - 17:28 Da clakira

» Cerco pannelli porta anteriori e posteriori FULVIA 3
Mar 7 Nov 2017 - 16:26 Da alescap

» Clio Williams
Mar 7 Nov 2017 - 13:08 Da SexyLotus

» ricambi fulvia ancora in commercio
Dom 5 Nov 2017 - 22:06 Da Enrico Rossi

» Una mattina ..... sulle rive del Lago Maggiore
Dom 5 Nov 2017 - 15:54 Da andrea brasca

» CENSIMENTO UFFICIALE LANCIA FULVIA
Sab 4 Nov 2017 - 13:09 Da Davide66

» VENDO alternatore Bosch
Gio 2 Nov 2017 - 20:43 Da SimoneGR.4

» VENDO FULVIA HF 1600
Gio 2 Nov 2017 - 7:53 Da Pontile

» SCAMBIO scritte posteriori Fulvia3 con Fulvia 2a serie
Lun 30 Ott 2017 - 18:56 Da Luigip

» Vendo scritte posteriori lancia fulvia
Lun 30 Ott 2017 - 18:55 Da Luigip

» Chi mi aiuta? Cerco alcuni pezzettini...
Mer 25 Ott 2017 - 14:27 Da Andrea500

Parole chiave
pompa acqua sterzo telaio freni carburatori colori accensione motore Freno montecarlo cerchi orologio Smontaggio pressione riscaldamento pneumatici gomme cruscotto colore olio fulvia radiatore servofreno cambio strumenti

Condividere | 
 

 Fulvista dal 1988

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
MadMax

avatar

Localizzazione : Cuneo
Numero di messaggi : 39

MessaggioTitolo: Fulvista dal 1988   Gio 9 Feb 2017 - 23:08

Ebbene, si arrivo tardi, ma sono un Fulvista doc: è stata la mia prima macchina, acquistata incidentata quando avevo appena 16 anni, gloriosamente restaurata durante i due anni successivi e da allora mai tradita!

Purtroppo da parecchio tempo non "scendo in strada", ormai sono praticamente dieci anni, facendo riferimento al celeberrimo filmato che ho postato su youtube sei anni fa, il mitico "primo avviamento dopo 3 anni di stop".

La mia 1.3 S del '71 non è perfetta, anzi.. tuttavia è stata una fedele compagna durante i migliori anni della mia vita e oggi, in un mondo di vetture asettiche e freddine, risulta essere ancora più adorabile ai miei occhi.

Tanto che ho deciso di.. riassicurarla e riutilizzarla come si conviene, entro Maggio 2017.

Una sfida un po' scapestrata per un 44enne che sulla Fulvia Coupè ha imparato a fare il puntatacco come si deve e a frenare con il piede sinistro.. adesso che è pieno di rotonde sai la goduria!!

Grazie in anticipo a chi di voi mi aiuterà a raggiungere il mio obiettivo!

Maggio 2017, sto arrivando!

Un saluto a tutti.

Albert

Tornare in alto Andare in basso
franatoinsafari
..
..
avatar

Localizzazione : Toscana - Arezzo
Età : 39
Numero di messaggi : 1705

MessaggioTitolo: Re: Fulvista dal 1988   Ven 10 Feb 2017 - 8:48

Benvenuto, praticamente quando tutti (o quasi) le buttavano tu l'hai acquistata: sei un Fulvista con le contro p... Very Happy

Postaci qualche foto della tua Fulvia (magari anche quelle pre-restauro).
Grazie

Tornare in alto Andare in basso
Giuseppe Gio



Localizzazione : universo
Numero di messaggi : 345

MessaggioTitolo: Re: Fulvista dal 1988   Ven 10 Feb 2017 - 11:08

benvenuto nella gabbia dei matti Very Happy
cheers lol cin clap
Tornare in alto Andare in basso
andrea 51

avatar

Localizzazione : Antrodoco RI
Età : 66
Numero di messaggi : 177

MessaggioTitolo: Re: Fulvista dal 1988   Ven 10 Feb 2017 - 12:11

benvenuto guida
Tornare in alto Andare in basso
MadMax

avatar

Localizzazione : Cuneo
Numero di messaggi : 39

MessaggioTitolo: Re: Fulvista dal 1988   Ven 10 Feb 2017 - 15:03

Magari le avessero buttate via!

Era il periodo del boom.. ricordo i concessionari che mettevano da parte tutti i pezzi di ricambio.
Parafango anteriore 600.000 lire; porta anteriore 800.000 lire.. mica da ridere!

Sicuramente ho fatto un modesto affare.. qualche anno dopo ho scoperto che i bulloni della testata tenevano grazie al teflon! In ogni caso è stata l'occasione per sistemare tutto lucidando e raccordando i condotti come si deve.. allora si che il piccolo V4 ha iniziato a cantare!!

Vedo se riesco a recuperare qualche immagine "vintage" ma allora si usava ancora la pellicola..
Tornare in alto Andare in basso
Vincenzo

avatar

Localizzazione : Lombardia
Età : 52
Numero di messaggi : 7932

MessaggioTitolo: Re: Fulvista dal 1988   Ven 10 Feb 2017 - 15:23

Citazione :
ricordo i concessionari che mettevano da parte tutti i pezzi di ricambio
Li mettevano da parte per coloro che passavano a ritirarli al prezzo delle patate... alla fine degli anni '80 nei magazzini delle concessionarie trovavi ben poco per non dire quasi nulla della Fulvia; nel primo numero di Ruoteclassiche (quasi 30 anni fa!) c'è un dossier dedicato alla Fulvia, in fondo all'articolo ci sono i riferimenti di alcuni ricambisti, alcuni dei quali attivi ancora oggi. ideona
Tornare in alto Andare in basso
Pontile

avatar

Localizzazione : Taino
Età : 71
Numero di messaggi : 2633

MessaggioTitolo: Re: Fulvista dal 1988   Ven 10 Feb 2017 - 18:26

MadMax ha scritto:
... sulla Fulvia Coupè ha imparato ... a frenare con il piede sinistro.. adesso che è pieno di rotonde sai la goduria

Benvenuto.
Vedo nell'immagine che ti rappresenta una fulvia seconda serie, i cui freni anteriori molto  potenti e il compensatore di frenata, se non lo hai eliminato, rendono quasi impossibile il bloccaggio delle ruote posteriori ovviamente sulle strade asfaltate dove si incontrano le rotatorie. Sarei curioso di vederti in azione in un video su youtube. In mancanza basta anche un paio di foto.
Tornare in alto Andare in basso
MadMax

avatar

Localizzazione : Cuneo
Numero di messaggi : 39

MessaggioTitolo: Re: Fulvista dal 1988   Sab 11 Feb 2017 - 15:34

Per il video.. presto fatto:

youtube.com/watch?v=DNRTlTNjvnw
o cercate sempre su youtube
"lancia fulvia coupè primo avviamento dopo 3 anni di stop"

Rispondo subito alle critiche:

- No, non stavo "sgasando a freddo", i motore girava al minimo da una decina di minuti.

- Per il casino che ho fatto.. beh concedetemi un po' di euforia dopo anni di motori diesel!

Un saluto a tutti.. grazie per l'accoglienza.
Tornare in alto Andare in basso
Pontile

avatar

Localizzazione : Taino
Età : 71
Numero di messaggi : 2633

MessaggioTitolo: Re: Fulvista dal 1988   Sab 11 Feb 2017 - 21:58

Questi sono i miei commenti dopo aver visto il video. Nessun attento osservatore esprimerebbe critiche su un ipotetico "sgasare a freddo", perché dall'inquadratura del termometro si accorgerebbe che tra due successive sequenze di immagini la temperatura dell'acqua è salita a regime o quasi. Continuo a dubitare della possibilità di divertirsi frenando di sinistro lungo le curve asfaltate delle rotatorie, visto che la vettura fatica a perdere aderenza al retrotreno su un pavimento industriale in cemento levigato a elicottero.
Ergo: eliminare il correttore di frenata.
Tornare in alto Andare in basso
MadMax

avatar

Localizzazione : Cuneo
Numero di messaggi : 39

MessaggioTitolo: Re: Fulvista dal 1988   Dom 12 Feb 2017 - 21:19

Allora.. tento di spiegare meglio la questione della frenata con il piede sinistro.. anche se non sono convinto che sia la sezione giusta.. spero che imoderatori chiudano un occhio!

Da buon lancista, prediligo la cura della traiettoria e ritengo di avere uno stile di guida sostanzialmente pulito. Diciamo pure di derivazione motociclistica.
Quindi nessuna rotatoria a ruote fumanti, tanto per intenderci.
Tuttavia in determinati casi, e parlo di rotatorie con asfalto levigato e magari viscido a causa di varie condizioni ambientali, non disdegno la ricerca di un modesto sovrasterzo.. ovviamente in sicurezza e a velocità ridotta.

Esercizio molto semplice, ad esempio, quando guido la bmw di mia moglie, a trazione posteriore (ovviamente neghero' tutto all'interessata  fiskiettare ). In questo caso, senza dover necessariamente utilizzare motore o gesti plateali, per innescare il fenomeno è sufficiente arrivare leggermente lungo con la frizione premuta, rilasciarla dando gas immediatamente dopo. Ecco che, senza sconquassi, si innesta un moderato sovrasterzo facilmente controllabile che agevola l'uscita dalla rotatoria.

Analogo effetto, lo ottengo su vetture a trazione anteriore arrivando sempre leggermente lungo, mantenendo il piede sull'acceleratore e contemporaneamente azionando in modo breve, ma deciso il freno utilizzano, per l'appunto, il piede sinistro considerando che il destro è impegnato con il gas.
L'effetto è l'immediata correzione della traiettoria atta.

Tutto questo, ovviamente al netto di ESP, ABS o altra diavoleria.

Sicuramente sulla Fulvia la manovra, complice il compensatore di frenata e il modesto effetto frenante dei dischi posteriori, non sortisce grandissimi effetti, tuttavia si riesce a generare comunque un trasferimento di carico utile a ridurre il sottosterzo cronico del mezzo e, se ci sono le giuste condizioni, anche ad ottenere un accenno di sovrasterzo.
Tornare in alto Andare in basso
Pontile

avatar

Localizzazione : Taino
Età : 71
Numero di messaggi : 2633

MessaggioTitolo: Re: Fulvista dal 1988   Lun 13 Feb 2017 - 8:06

MadMax ha scritto:
... a trazione posteriore... In questo caso, senza dover necessariamente utilizzare motore o gesti plateali, per innescare il fenomeno è sufficiente arrivare leggermente lungo con la frizione premuta, rilasciarla dando gas immediatamente dopo. Ecco che, senza sconquassi, si innesta un moderato sovrasterzo facilmente controllabile che agevola l'uscita dalla rotatoria.
I moderatori mi concedano due minuti per dare un nome alla manovra e apportare qualche piccola variante riguardo l'uso di frizione e cambio. Conosco personalmente il titolare della scuola guida, è uno che ci capisce. inkino
http://www.youmotor.tv/?page=video&watch=1162
Tornare in alto Andare in basso
MadMax

avatar

Localizzazione : Cuneo
Numero di messaggi : 39

MessaggioTitolo: Re: Fulvista dal 1988   Mar 14 Feb 2017 - 22:58

Luigi, ti ringrazio!

Sei riuscito ad emozionarmi... sentire dalla viva voce del "Drago" descrivere la "mia" manovra (beh un pochetto meglio di quanto ho fatto io fiskiettare ) e sapere che ha addirittura un nome mi ha rallegrato la giornata!

Beh.. allora tanto per rincarare la dose, informo che analoga manovra di tanto in tanto la pratico anche con vetture a trazione anteriore in inserimento di curve medio/veloci, ovvero "stacco il ponte" anteriore, premendo la frizione, elimino il sottosterzo e, ad inserimento avvenuto, rilascio la frizione proseguendo l'accelerazione.

Ma non so se questa ha un nome!
Tornare in alto Andare in basso
Pontile

avatar

Localizzazione : Taino
Età : 71
Numero di messaggi : 2633

MessaggioTitolo: Re: Fulvista dal 1988   Mer 15 Feb 2017 - 7:42

MadMax ha scritto:

Ma non so se questa ha un nome!
Si chiama stacco di giunto (omocinetico) e successivo riattacco in officina. Laughing Laughing Laughing
MadMAX, ironia a parte, visto che sei uno dei pochi "giovani" fulvisti che applica la tecnica del freno con il sinistro, continua a farlo. Oggi tutti hanno in mente il freno a mano, ma non sanno che sulle prima serie non funzionava mai perché veniva regolarmente danneggiato dal passaggio sugli sterrati.

Ciao, da un  fulvista datato 1967, quando il pendolo si chiamava invito e qualche amante del traverso affermava di voler montare i tergicristalli anche sui finestrini laterali.  l\'ho sparata grossa  
Tornare in alto Andare in basso
franatoinsafari
..
..
avatar

Localizzazione : Toscana - Arezzo
Età : 39
Numero di messaggi : 1705

MessaggioTitolo: Re: Fulvista dal 1988   Mer 15 Feb 2017 - 8:26

Pontile ha scritto:
non sanno che sulle prima serie non funzionava mai perché veniva regolarmente danneggiato dal passaggio sugli sterrati.

Prendere nota giovani "rallysti" study

Pontile ha scritto:
qualche amante del traverso affermava di voler montare i tergicristalli anche sui finestrini laterali.  l\'ho sparata grossa  

Questa la posso rivendere Pontile? Very Happy
Tornare in alto Andare in basso
Pontile

avatar

Localizzazione : Taino
Età : 71
Numero di messaggi : 2633

MessaggioTitolo: Re: Fulvista dal 1988   Gio 16 Feb 2017 - 12:05

Francesco, quella del tergicristalli sui vetri laterali non è un'idea mia. Se la rivendi chiedi un prezzo congruo alla fama di chi l'ha pensata, Raffaele Pinto, il più trasversale fra tutti i piloti.
Tornare in alto Andare in basso
MadMax

avatar

Localizzazione : Cuneo
Numero di messaggi : 39

MessaggioTitolo: Re: Fulvista dal 1988   Sab 18 Feb 2017 - 16:01

Il guaio che io rammento di averli visti in un vecchio filmato i "tergi laterali", che venivano adottati da specialisti "driftatori" su ghiaccio scandinavi o su di li..
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Fulvista dal 1988   

Tornare in alto Andare in basso
 
Fulvista dal 1988
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Orgoglio fulvista
» Fulvista in erba
» avvistamenti auto storiche
» Che moto avevate a 14?
» Ex Fulvista

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Forum Amici Lancia Fulvia :: Discussioni generali :: Nuovi Amici - Presentazioni-
Andare verso: