PortalePortale  IndiceIndice  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 
Rechercher Ricerca avanzata
Ultimi argomenti
» Una mattina ..... sulle rive del Lago Maggiore
Ieri alle 23:58 Da andrea brasca

» Eccomi qua
Ieri alle 22:38 Da Davide66

» Fulvia su e-Bay/Subito.it... Sviste e mai viste...
Ieri alle 13:13 Da Davide66

» Targhetta copriradio con scritta
Ieri alle 0:35 Da andrea brasca

» Vendo Lancia Fulvia Coupè 1.3 S Rally anno 1969
Mar 17 Ott 2017 - 19:36 Da Vincenzo

» [VENDO] - 4 cerchi in lega FPS Lancia Fulvia - 300,00 €
Lun 16 Ott 2017 - 12:27 Da Davide66

» Vendo fulvia 1.3S rallye del 69 leva lunga
Sab 14 Ott 2017 - 12:47 Da selm92

» Cerco Lancia Fulvia 1.3 S Esclusivamente I serie
Sab 14 Ott 2017 - 12:44 Da selm92

» Cerco Fulvia Coupè intorno ai 5.000 €
Sab 14 Ott 2017 - 12:44 Da selm92

» COMPRO Fulvia coupé Roma
Sab 14 Ott 2017 - 12:43 Da selm92

» cerco fulvia rallye 1.3s
Sab 14 Ott 2017 - 12:41 Da selm92

» Compatibilità ricambi berlina 2C e Gt
Ven 13 Ott 2017 - 19:56 Da Iena991

» [VENDO - Terni] Fulvia coupé 1.3S Rallye anno 1969 1s Serie - Leva lunga , 8200Euro
Ven 13 Ott 2017 - 19:35 Da ROBERTO MAIMONS

» Fulvia Coupé.. da usare tutti i giorni?
Ven 13 Ott 2017 - 19:21 Da ROBERTO MAIMONS

» la revisione ogni due anni.Poveri noi!
Ven 13 Ott 2017 - 19:04 Da ROBERTO MAIMONS

» Pareri su catadiottri "strabici"
Gio 12 Ott 2017 - 0:07 Da andrea brasca

» Strumenti lancia aurelia b20 o flaminia
Mer 11 Ott 2017 - 13:39 Da FabrizioS

» [SEGNALO] - Volante sandro munari
Lun 9 Ott 2017 - 13:18 Da alex.braso

» (SONDAGGIO) una nostra lettera a Ruoteclassiche in merito alle valutazioni
Dom 8 Ott 2017 - 14:06 Da Silvano Maiolatesi

» Annunci interessanti sul Web [FULVIA]
Ven 6 Ott 2017 - 17:50 Da lorenzo marzona

» Ciao a tutti!! Fabio
Gio 5 Ott 2017 - 23:09 Da plbb

» Ci sono anche io!
Gio 5 Ott 2017 - 21:20 Da EzioDrw

» Pareri su Lancia Fulvia Zagato
Lun 2 Ott 2017 - 20:37 Da huc53

» Nuova Lancia Fulvia 1300 Rallye S Replica dal 2019
Dom 1 Ott 2017 - 17:34 Da ROBERTO MAIMONS

» [VENDO - Orvieto (TR)] Motore Cambio e Ricambi Fulvia Coupè
Sab 30 Set 2017 - 13:45 Da christian75

Parole chiave
sostituzione radiatore accensione fusibili pressione colori freni colore pompa smontare servofreno montecarlo contagiri differenze acqua carburatori cerchi cambio sterzo liquido fulvia motore olio cruscotto Freno luci

Condividere | 
 

 Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
Vincenzo

avatar

Localizzazione : Lombardia
Età : 52
Numero di messaggi : 7897

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Lun 22 Mag 2017 - 22:53

Citazione :
Una Volkswagen o una del gruppo VW.
Vai di Skoda, così risparmi vari centoni!    Twisted Evil
Citazione :
Stanno ricomparendo finalmente le belle vetture bianche
La maggior parte delle autovetture sono ormai prive di personalità, associo la tinta bianca a un elettrodomestico, chiamasi sillogismo.    Laughing
Citazione :
Io possiedo una Lybra 1.8 SW di cui non intendo privarmi perché equipaggiata con gancio di traino. La vernice è splendida, come 17 anni fa quando uscì dalla fabbrica.
In famiglia abbiamo ancora una Delta 836 del 1998, tinta grigio Urano metallizzato, superfluo aggiungere che non ci sono spelacchiature e brilla da lontano, mentre è evidente che autovetture con vernice adusta hanno subito riverniciature alla pene di segugio nel corso degli anni, indipendentemente dal brand.
Tornare in alto Andare in basso
luciano parisi



Localizzazione : cagliari
Numero di messaggi : 6646

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Lun 22 Mag 2017 - 23:19

E perchè no? Skoda o Seat (finalmente non Fiat).
 A proposito di VW, una mia esperienza: Nel 1978, avevo comprato la mia prima VW, una Scirocco 1,6 GTI,dopo anni di Fiat Lancia Beta.A parte il posto di guida "giusto", con volante quasi verticale, posizionato in alto e vicino al tronco, senza il minimo disassamento....ma questo è un altro discorso.
Rimaneva una mia perplessità: I sedili duri. Ne parlo perchè  mi ero imposto di fare in un solo giorno il giro della Sardegna, partendo dalla costa orientale, per rientrare da quella occidentale, per fare un minimo di rodaggio, in vista di una gara che dovevo fare dopo una decina di giorni. Io sono magro e abituato come ero ai sedili morbidi della Beta, pensavo di rientrare, come minimo, con le chiappe disintegrate. Niente di tutto questo.I "sedili duri", erano evidentemente stati oggetto di attenti (e tedeschi) studi ergonomici, che mi avevano consentito di rientrare a tarda notte stanchissimo, ma con le natiche a posto. Poi, se le cose sono cambiate con il tempo, non posso saperlo.Nel dubbio, ripeto, non avrei dubbi nell'acquisto di una moderna.
Tornare in alto Andare in basso
franatoinsafari
..
..
avatar

Localizzazione : Toscana - Arezzo
Età : 39
Numero di messaggi : 1687

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Mar 23 Mag 2017 - 8:26

luciano parisi ha scritto:
Poi, se le cose sono cambiate con il tempo, non posso saperlo.Nel dubbio, ripeto, non avrei dubbi nell'acquisto di una moderna.

Son passati solo 42 anni da allora, perchè dovrebbero essere cambiate le cose?!
Acquistare VW ad occhi chiusi sulla base dell'esperienza di 42 anni fa e vai tranquillo.
Tornare in alto Andare in basso
Pontile

avatar

Localizzazione : Taino
Età : 71
Numero di messaggi : 2601

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Mar 23 Mag 2017 - 9:02

Citazione :

In famiglia abbiamo ancora una Delta 836 del 1998
Anch'io ho ancora una Delta, ma è una 831, costruita nel 1991 da Alfa Lancia.
Se non fosse per gli inevitabili segni del brecciolino proiettato dalle ruote sulle fiancate, almeno per chi come me non passeggia con una integrale, la splendente vernice metallizzata originale sarebbe perfettamente integra.

Tornare in alto Andare in basso
Vincenzo

avatar

Localizzazione : Lombardia
Età : 52
Numero di messaggi : 7897

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Mar 23 Mag 2017 - 12:06

Citazione :
Nel 1978, avevo comprato la mia prima VW, una Scirocco 1,6 GTI
Ecco svelata la latenza truzza di Lucianone... Laughing
Autovettura prevalentemente in mano a gente di un certo sottobosco sociale, per fortuna si sono estinte!
Citazione :
Anch'io ho ancora una Delta, ma è una 831, costruita nel 1991 da Alfa Lancia Industriale
Mi inchino davanti alla Regina... grazie Winner
Tornare in alto Andare in basso
luciano parisi



Localizzazione : cagliari
Numero di messaggi : 6646

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Mar 23 Mag 2017 - 12:31

Vincenzo, non è questione di truzzaggine o truzzeria. Queste auto le compravo unicamente per correrci. Al bar (bar sport, ovviamente), ci andavo in 127.Quindi figurati quanto mi fregava di quelli che le auto le compravano per sfoggiarle.
Tornare in alto Andare in basso
luciano parisi



Localizzazione : cagliari
Numero di messaggi : 6646

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Mar 23 Mag 2017 - 14:24

Adesso rispondo all'osservazione di Franato, che mi era sfuggita. Si, sono vecchio,rinc...bambito, però, sai, una vita intera passata su automobili di varie marche e nazionalità, qualcosina me l'avrà pure insegnata. O no? Da bambino finite le ore da passare sui banchi di scuola, mi fiondavo in un mega garage/officina, dove posteggiava la macchina mio padre. In quella struttura, gigantesca, c'era tutto: L'officina meccanica, il reparto carrozzeria, quello elettrauto,per cui una prima infarinatura l'avevo avuta. Successivamente, questa infarinatura era diventata ben più consistente, con la frequentazione di varie officine di preparatori.Poi ancora, la mia collaborazione nella concessionaria Lancia della mia città, come secondo lavoro, qualcosina me l'avrà pure insegnata. A questo aggiungiamo 22 anni di cronoscalate.
Ripeto: Sono fuori dall'ambiente. Non so che progressi o regressi possano aver avuto i costruttori nazionali e/o esteri, ma, un certo sesto senso, ancora mi guida nei miei giudizi. Potrei "sbatterci il muso", come si suol dire (tutto è possibile). Nel caso, riceverei una lezione di vita.
Ciao.
Tornare in alto Andare in basso
franatoinsafari
..
..
avatar

Localizzazione : Toscana - Arezzo
Età : 39
Numero di messaggi : 1687

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Mar 23 Mag 2017 - 14:49

luciano parisi ha scritto:
Sono fuori dall'ambiente. Non so che progressi o regressi possano aver avuto i costruttori nazionali e/o esteri, ma, un certo sesto senso, ancora mi guida nei miei giudizi. Potrei "sbatterci il muso", come si suol dire (tutto è possibile). Nel caso, riceverei una lezione di vita.
Ciao.

Ti sei risposto da solo in modo ineccepibile. grazie
Concordo con ogni singola parola di quello che hai scritto: "fuori dall'ambiente", "disinformato sui progressi (o regressi)" MA con un forte "sesto senso".
Di fatto un punto di vista soggettivo e privo di conoscenze attuali.
Tornare in alto Andare in basso
luciano parisi



Localizzazione : cagliari
Numero di messaggi : 6646

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Mar 23 Mag 2017 - 20:04

Mah, Francesco. Credo che "conoscenze attuali", manchino un po' in tutti. Nel mondo dell'auto, quello che è attuale oggi, è obsoleto domani. E parlo addirittura di mesi, non di anni. Poi, queste conoscenze attuali,ci vengono fornite dagli organi di stampa, o dall'aver visto una tale auto in un autosalone. Non potrebbe essere diversamente. Quindi si tratta di conoscenza solo teorica, alla portata di tutti.
A proposito di conoscenza attuale (sempre da fonte stampa specializzata), pare che la Nuova Giulia, che avrebbe dovuto umiliare la BMW, non abbia fatto neppure il solletico alla Casa Bavarese. Si parla di 20000 auto ferme nei piazzali Fiat, da destinare magari a flotte aziendali, per il loro smaltimento. 
Sempre da "conoscenze attuali" fornite da organi di stampa. Non sono andato a contarle.
Tornare in alto Andare in basso
Vincenzo

avatar

Localizzazione : Lombardia
Età : 52
Numero di messaggi : 7897

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Mar 23 Mag 2017 - 20:55

Citazione :
Sempre da "conoscenze attuali" fornite da organi di stampa
Quando è così bisogna citare la fonte, perché a Cassino si lavora su due turni per produrre Giulia e Stelvio.
Citazione :
Si parla di 20000 auto ferme nei piazzali Fiat
La produzione è cominciata ad aprile 2016 con 140 unità al giorno, se così fosse non ce ne sarebbe nemmeno una in circolazione... ti invito ancora a citare la fonte prima di   l\'ho sparata grossa
Tornare in alto Andare in basso
luciano parisi



Localizzazione : cagliari
Numero di messaggi : 6646

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Mar 23 Mag 2017 - 21:21

Non mi ricordo dove ho letto queste cose. Di certo non me le sono inventate.Rimane una cosa: Per poter giudicare un'auto, occorre toccarla con mano e guidarla a lungo. Scoprirne pregi e difetti di persona, non attraverso impressioni di giornalisti,magari pilotate. Solo così si può giudicare un prodotto. Macchina, motocicletta o motoscafo che sia. Comunque, per inciso, non ho mai visto una Giulia circolare a Cagliari,ma si sa, quì abbondano i truzzi volkswagenisti e peugeottisti.
Tornare in alto Andare in basso
Vincenzo

avatar

Localizzazione : Lombardia
Età : 52
Numero di messaggi : 7897

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Mar 23 Mag 2017 - 22:37

Secondo me la Giulia non viene esportata in Sardegna... smile
Tornare in alto Andare in basso
luciano parisi



Localizzazione : cagliari
Numero di messaggi : 6646

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Mar 23 Mag 2017 - 23:16

Probabile, Vincenzo. In compenso, noto un'esportazione,anzi un'importazione (dipende dall' ottica dell'osservazione), di moltissime auto straniere in dotazione alle Forze dell'Ordine, da parte dello Stato Italiano, non sardo. Ergo, qualcosa non quadra. Mi ripeto, come usano fare i vecchi come me: Il declino dell'automobilismo italiano, è iniziato col finire degli anni 60. Con l'avidità del "viveur" con l'orologio sul polsino, che pretendeva di monopolizzare qualsiasi oggetto si muovesse su quattro ruote in Italia. La mia vecchiaia mi ha fatto vivere il declino della Fulvia, con la sua seconda serie, a livello qualitativo. Non me ne vogliano i proprietari di queste auto, ma credo sia il caso di dire "pane al pane e vino al vino". E quì non sono cose lette su giornali, ma vissute in prima persona (vendevo Fulvia seconda serie). Anni, decenni di scarsa fiducia in un Marchio, non si cancellano con un colpo di spugna. Per questo vedo duro il futuro della Nuova Giulia. Colpevole, secondo me, di non avere nel suo stemma frontale, la scritta "Alfa Romeo MILANO".
Tornare in alto Andare in basso
Vincenzo

avatar

Localizzazione : Lombardia
Età : 52
Numero di messaggi : 7897

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Mar 23 Mag 2017 - 23:46

Che pizza 'sti Vecio scrivono sempre le stesse palle, per fortuna non sono tutti così.
Tornare in alto Andare in basso
luciano parisi



Localizzazione : cagliari
Numero di messaggi : 6646

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Mer 24 Mag 2017 - 7:09

Volevi che citassi la fonte della notizia circa le Giulia invendute? Eccola: Il sole 24 Ore.
Tornare in alto Andare in basso
GIOCAP

avatar

Localizzazione : MILANO
Età : 70
Numero di messaggi : 167

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Mer 24 Mag 2017 - 9:18

140 x 300 gg lavorativi Aprile 2016/2017 (troppi ?) = 42.000

vendite Giulia Aprile: 708
media Gennaio/Aprile: 700 ca. (meno della Octavia !)

700 x 12 mesi= 8400

qualcosa non quadra ... ne finiranno così tante all'estero ? o sui piazzali ?

Tornare in alto Andare in basso
ANDREA86
.
.
avatar

Localizzazione : Italia
Numero di messaggi : 4308

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Mer 24 Mag 2017 - 10:11

Tornare in alto Andare in basso
Vincenzo

avatar

Localizzazione : Lombardia
Età : 52
Numero di messaggi : 7897

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Mer 24 Mag 2017 - 11:44

C'è un calo di popolarità delle tre volumi e non è prevista una station wagon? Che menti eccelse...  ma porc...
Tornare in alto Andare in basso
franatoinsafari
..
..
avatar

Localizzazione : Toscana - Arezzo
Età : 39
Numero di messaggi : 1687

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Ven 2 Giu 2017 - 9:44

A Maggio 2017 per la Giulia in Italia ottimi numeri (considerando e' disponibile solo per 3 volumi).

Immatricolazioni auto maggio 2017: le 5 “segmento D” più vendute in Italia
1 Volkswagen Tiguan 2.608
2 Ford Kuga 1.652
3 Alfa Romeo Giulia 1.339
4 Volkswagen Passat 1.314
5 Audi A4 1.233


Di fatto ha superato concorrenti importanti come BMW serie 3, Audi A4 e Passat che tra l'altro sono disponibili sia 3 volumi che SW.

Tornare in alto Andare in basso
Silvano Maiolatesi



Localizzazione : Serra de' Conti
Età : 59
Numero di messaggi : 190

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Ven 2 Giu 2017 - 16:45

Era ora!! ma per la definitiva affermazione sarà necessaria anche una buona affidabilità nel tempo, staremo a vedere, finora nei forum ad essa dedicati mi pare che ci siano già parecchie lamentele...
Tornare in alto Andare in basso
Alberto_FulviaHF71



Localizzazione : Perugia
Numero di messaggi : 13

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Sab 3 Giu 2017 - 18:31

Mi era sfuggito l'articolo sulla Giulia, pensavo andasse un po' meglio. Non tanto in Italia, ma all'estero. Ho visionato decine di "test" e "review" presenti su Youtube di testate giornalistiche estere e non si parla che bene della Giulia, idem nei commenti.
Forse i numeri non arrivano perché la rete di vendita non è ancora stata ristrutturata come dovrebbe. Consideriamo che Alfa era praticamente scomparsa, non solo a livello di prodotto e comunicazione ma anche e soprattutto come dealer e concessionari. Sono loro a portare i numeri, fino a quando la rete non funzionerà bene sarà difficile vedere grandi performance...

Detto ciò, anche se è già stato dibattuto a lungo, mi ero affacciato perché interessato al topic in esame. Avevo fatto giusto un video poco dopo la notizia della chiusura dei siti esteri della Lancia. Tutto oramai scontato ma un dolore io l'ho sentito comunque:
https://youtu.be/JaUQu3TTykE

Tutto giusto quello che ho letto. Io non me la prendo tanto con Marchionne, anche se riporto una sua citazione in modo un po' sarcastico.
Lui la Lancia l'ha presa già in avanzato stato di decomposizione. Arrivo pure ad ammettere che, come ogni azienda, è sano a un certo punto salvaguardare la parte che funziona o sulla quale puoi scommettere per il futuro e tagliare laddove queste prospettive non ci sono. Però non bisogna prendere la gente per i fondelli e dire:
1) "non ho visto progetti convincenti": se sono stati fatti passare dal vertice dei tentativi come quelli di camuffare le Chrysler significa che davvero nessuno là dentro ci ha messo la testa 5 minuti su Lancia. Erano talmente velleitari e ridicoli come tentativi che mi chiedo chi li abbia autorizzati.
2) sarebbe meglio dire "siamo stati incapaci di creare un serio progetto di rivitalizzazione del marchio". Questo sarebbe onesto dire "non avevamo tempo di farlo, non ci credevamo né ci interessava, non ne eravamo capaci".

Perché altrove una sfida analoga, forse più difficile, è stata vinta alla grande.
Qualcuno di voi avrebbe acquistato una Mini a metà degli anni '90? Avreste mai pensato allora che un giorno ci sarebbe stata la fila per acquistare una scatoletta 2+2 a prezzi minimi di 18k€... fino a superare i 35k?
Era semplice lanciare nei ricchi mercati europei marchi come Dacia o Skoda? Volvo era messa bene?

Quindi tutto lecito, ma chiamiamo le cose con il loro nome. La sfida era troppo difficile e le teste troppo scarse o troppo impegnate fare altro.

Sono strasicuro che se il marchio fosse stato venduto in quegli anni, con un patrimonio di stile enorme cui ispirarsi lungo oltre 100 anni, un'altra azienda non lo avrebbe buttato via in questo modo.

Non mi consola, ma io la penso così. E guardate che dire "non ha storia fuori dall'Italia" è un'altra bugia. Ci sono migliaia di video sulla rete di possessori Lancia in tutto il mondo, che si riuniscono, che ne parlano. Cito Petrolicious, ma di privati ce ne sono a tonnellate: in tutta Europa, in USA, persino in Australia. Certo, questa moltitudine di appassionati non sarebbero certo automaticamente clienti di eventuali Lancia moderne, ma lo riporto solo per dire che affermare "Lancia non ha storia fuori confini" è un'altra giustificazione molto superficiale di chi vuole liquidare frettolosamente questa pratica.
Tornare in alto Andare in basso
paolo5m

avatar

Localizzazione : Milano
Numero di messaggi : 117

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Sab 3 Giu 2017 - 23:29

è tutta questione di marketing... 15 anni fa tra i giovani andava di moda la 206, rigorosamente coi cerchi in lega fuori libretto, lo spoiler e l'impiantone stereo. Se ti eri comprato la Clio non eri un cazzo. Ora la 208 la vendono a prezzo più basso di quanto costasse la 206 17 anni fa, la vendono a 'peso'. Ora i giovani hanno tutti il suv, a Perugia davanti al bar dei fichetti Menchetti sono quasi tutti Evoque. I giovani sono quasi tutti disoccupati, prendono buste paga di 700-800 euro e viaggiano in Evoque da 50.000 euro e hanno sempre in mano un Iphone da 800 euro.

Credo sia per questo abbiano sacrificato Lancia per puntare su Jeep visto che oramai tutti vogliono un suv.
Tornare in alto Andare in basso
luciano parisi



Localizzazione : cagliari
Numero di messaggi : 6646

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Dom 4 Giu 2017 - 8:50

Secondo me, è cambiato il modo di guardare all'automobile. Tranne le debite eccezioni, non fanno più molta presa linee avveniristiche e prestazioni da F 1. Oggi la tendenza è quella di cercare fonti di propulsione per quanto possibile alternative, come quelle "ibride". E' in questa direzione che si stanno muovendo Tedeschi e sopratutto Giapponesi, temibili concorrenti. Se l'Italia non intraprende questa strada, rimarrà il fanalino di coda,come si sta verificando. Sempre secondo me, sono finiti i tempi dell'auto "status symbol",così come quelli della "muscle car", stante restrizioni, divieti, autovelox e similaria, che aumentano in continuazione e che fanno presagire una fine non lontana per il vecchio, tradizionale motore che, per quante evoluzioni possa aver conosciuto, è antico di oltre un secolo.
Tornare in alto Andare in basso
paolo5m

avatar

Localizzazione : Milano
Numero di messaggi : 117

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Dom 4 Giu 2017 - 12:35

luciano parisi ha scritto:
Secondo me, è cambiato il modo di guardare all'automobile. Tranne le debite eccezioni, non fanno più molta presa linee avveniristiche e prestazioni da F 1. Oggi la tendenza è quella di cercare fonti di propulsione per quanto possibile alternative, come quelle "ibride". E' in questa direzione che si stanno muovendo Tedeschi e sopratutto Giapponesi, temibili concorrenti. Se l'Italia non intraprende questa strada, rimarrà il fanalino di coda,come si sta verificando. Sempre secondo me, sono finiti i tempi dell'auto "status symbol",così come quelli della "muscle car", stante restrizioni, divieti, autovelox e similaria, che aumentano in continuazione e che fanno presagire una fine non lontana per il vecchio, tradizionale motore che, per quante evoluzioni possa aver conosciuto, è antico di oltre un secolo.

secondo me invece ni. Ovvero tra 10 anni ci saranno città in cui se non hai la macchina totalmente elettrica non entri.

Però è tutta pura demagogia perché se vai a Milano il grosso dell'inquinamento lo fanno le fabbriche,i riscaldamenti centralizzati dei palazzi anni '50 e in misura minore il pulviscolo derivante dall'usura degli pneumatici e delle pasticche dei freni. C'è solo tanta voglia di fare cambiare a ogni pisciata di cane l'auto al povero cittadino...
Tornare in alto Andare in basso
luciano parisi



Localizzazione : cagliari
Numero di messaggi : 6646

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Dom 4 Giu 2017 - 13:53

Su questo non ci piove. Tuttavia devi invogliare l'utente a scegliere un'auto "appetibile". C'è poco da dire, in Italia c'è fame. La prospettiva di un risparmio sulle spese del carburante, potrebbe essere la carta vincente.Quei ragazzotti che vedi al bar con i Suv, non hanno buste paga da 800 euro, saranno sicuramente calciatori, o appartenenti al mondo politico e al suo immenso sottobosco. A parte quello che è diventato lo "sport nazionale italiano": Il guadagno illecito. Ma questo è un altro discorso.
Tornando a parlare di "ibride", queste auto promettono un risparmio notevole sulle loro spese di gestione. Sarà pure un risparmio fittizio, considerando che le batterie vanno sostituite ogni tot di anni, anche se la tecnologia fa passi da gigante ogni giorno, in questo campo.
Da noi, vedi, l'inquinamento, non esiste proprio. Siamo uno scoglio in mezzo al mare, spazzato dal vento 365 giorni l'anno. Potresti circolare con un'auto alimentata a carbon fossile, che nessuno avrebbe niente da obiettare. Tuttavia, c'è una diffusione di ibride in continua crescita, a livello esponenziale. Vedi una Toyota ferma al semaforo (sono diffusissime), ti accodi e leggi nel suo posteriore o nel fianco, la scritta "hybrid".
Io penso, nella mia ignoranza, che una Lancia y o una sua eventuale sostituta nel segmento, avrebbe un successo enorme, oggi. La sopravvivenza di un Marchio, sempre secondo me, è legata a modelli di accesso a classi medie di utenti, piuttosto che ad "ammiraglie" a disposizione di clienti col portafoglio a fisarmonica.
Tornare in alto Andare in basso
luciano parisi



Localizzazione : cagliari
Numero di messaggi : 6646

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Dom 4 Giu 2017 - 14:00

Poca dimestichezza col PC, causa vecchiaia. Ho omesso di dire che le Lancia Y future, dovrebbero essere "ibride".
Tornare in alto Andare in basso
rudy

avatar

Localizzazione : appennino modenese
Età : 57
Numero di messaggi : 2851

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Dom 4 Giu 2017 - 14:07

Grazie Luciano,adesso riposati mo un pò...
Tornare in alto Andare in basso
paolo5m

avatar

Localizzazione : Milano
Numero di messaggi : 117

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Dom 4 Giu 2017 - 20:46

luciano parisi ha scritto:
A parte quello che è diventato lo "sport nazionale italiano": Il guadagno illecito. Ma questo è un altro discorso.

con il problema della droga a Perugia l'ho sempre pensato che spostassero mezzo chiletto qua mezzo chiletto la quando c'è da pagare l'assicurazione o cambiare le gomme....

sicuramente chi lavora onestamente viaggia con quella roba li solo se è ancora a casa coi genitori, non paga l'imu, non paga il condominio, non paga le bollette, non paga la tari, non fa la spesa, ha la nonna magari a casa che tra pensione accompagnamento reversibilità prende altre 2000 euro e si conserva tutti i suoi 1000 euro.

Poi va be poi ci sono i figli di papà che sono sistemati all'università e che magari fanno anche il doppio lavoro ma di sicuro non li vedi con la birretta, il piercing e il tatuaggio al bar fighetto...
Tornare in alto Andare in basso
luciano parisi



Localizzazione : cagliari
Numero di messaggi : 6646

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Dom 4 Giu 2017 - 22:58

Paolo, stiamo andando clamorosamente in OT. Poi il nostro amministratore, giustamente, ci picchia. E considerando la sua "stazza", non c'è di che stare molto allegri.
Tutto cambia, purtroppo in peggio. Viviamo male. Ma non possiamo farci niente. Non ci sono più valori.
Mi rendo conto di essere patetico col mio rimpiangere gli anni 60,che ho avuto la fortuna di vivere da ragazzino e da "giovanotto", Ma...tant'è.
Tornando al "tema", penso che oggi, per salvare l'industria automobilistica  nazionale  e in particolare la Lancia, che ci sta tanto a cuore, occorrano progetti rivoluzionari, che sappiano guardare positivamente al futuro. E' molto difficile, non ci sono più certi uomini, ma la Lancia è sempre stata l'antesignana di innovazioni, poi copiate da altri.Si facciano avanti, se esistono le persone in grado di proporre novità veramente eclatanti. Il "momento" è quanto mai propizio. Diversamente andiamo tutti a seguire un corteo funebre, nella cui bara è scritto: Lancia SpA.
Tornare in alto Andare in basso
Silvano Maiolatesi



Localizzazione : Serra de' Conti
Età : 59
Numero di messaggi : 190

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Dom 4 Giu 2017 - 23:03

Secondo me è inutile girarci intorno con tanti discorsi, il marchio Lancia se vogliamo rapportarci alla sua storia, oggi dovrebbe produrre auto di alta classe, con prestazioni al vertice della categoria e con finiture impeccabili a livello delle migliori Audi (nel cui confronto anche la Giulia stenta a tenere il passo), riguardo l'ibrido, certamente si potrebbe iniziare con un sistema misto, ma questo dovrebbe riguardare un pò tutte le vetture del gruppo dato che questa sembra sia la strada da percorrere per il futuro, ma per il momento il nostro Maglionne sembra privilegiare il metano (e per fortuna, dato che gli permette di vendere ancora la  Punto vecchia di 10 anni!) e poi cosa ne dite del frullino di 900cmq a metano montato sulla rinnovata 500L?
Tornare in alto Andare in basso
luciano parisi



Localizzazione : cagliari
Numero di messaggi : 6646

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Dom 4 Giu 2017 - 23:34

Giustissimo quello che hai scritto, Silvano. Anche io vedo la Lancia come produttrice di auto di prestigio, super confortevoli e super rifinite. Questa è stata la sua vocazione. Ma i tempi sono cambiati. Queste auto, con i costi legati alla loro produzione, non  garantirebbero una copertura, parlo di "vil moneta", necessaria per salvare l'economia di una Fabbrica. Meglio, secondo me, partire dal "basso". Vetturette, si fa per dire, prodotte e vendute nell'ottica dei "grandi numeri", potrebbero finanziare alla grande la costruzione di vetture di classe e prestigio. Per intenderci, la Fulvia 1100, che costava quasi quanto una Giulia 1,6, per quanto super rifinita, non avrebbe grandi possibilità di successo, oggi. Meglio che siano macchine più accessibili a molte borse, a finanziare progetti più ambiziosi, ma, purtroppo poco redditizi. Poi, da cosa...nasce cosa.
Tornare in alto Andare in basso
Silvano Maiolatesi



Localizzazione : Serra de' Conti
Età : 59
Numero di messaggi : 190

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Lun 5 Giu 2017 - 0:05

Hai ragione Luciano, ma la vetturetta dai grandi numeri c'è già ed è la Y, basterebbe fare una media ed una alto di gamma per rimettere in carreggiata il marchio, ma ci vuole la volontà di farlo e pensare che l'Audi ripartì negli anni 70 con l'Audi 50 che fu anche un flop (prevalse Golf e Polo), ma si sa i tedeschi sono testardi ed alla fine possiamo vedere i risultati..., certo oggi è tutto più difficile e complicato ma una multinazionale come FCA dovrebbe avere tutti i mezzi per provarci.
Tornare in alto Andare in basso
paolo5m

avatar

Localizzazione : Milano
Numero di messaggi : 117

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Lun 5 Giu 2017 - 11:06

Il fatto è che i manager Fiat e poi Fca hanno sempre avuto in mente che nell'immaginario collettivo degli italiani e degli stranieri ci fosse la Giulietta spider, la Giulia, l'Alfetta, il duetto, la 75... che all'epoca erano auto sportive che non avevano concorrenti in quella fascia di mercato però non hanno mai voluto investirci una lira in un nuovo pianale e motori di livello dei vecchi bialbero. E per fare questo hanno tolto di mezzo il concorrente interno Lancia prima ritirandolo dalle competizioni, poi togliendole qualsiasi versione sportiva, persino il colore rosso, la trazione integrale e facendo cose mostruose come Thesis, con una linea inguardabile e un prezzo astronomico (costava de facto più di un Mercedes E a parità di allestimento e vista l'elevata svalutazione prenderla in leasing costava carissima..) che niente aveva a che fare con i canoni di eleganza sportiva-borghese che avevano risollevato Lancia negli anni '80.

Detto questo visto il fatto che stanno chiudendo le poche concessionarie Lancia che si trovano ancora all'estero e visto che hanno chiuso anche i siti web ritengo improbabile che verranno prodotte ulteriori auto di livello elegante-sportivo al livello di Audi sul pianale Giorgio e credo che non produrranno nemmeno un ricarrozzamento della 4c in chiave Stratos.
La Lancia è morta, potrebbe rivivere in un Suv di lusso ma visto che ora hanno il marchio Jeep credo preferiscano investire su questo marchio che è ancora 'vergine' da puttanate alla Cantarella ed è conosciuto in Europa, America, Sudamerica e Asia.

Sul fatto dei motori elettrici , ibridi, ibridi plug-in, auto che si guidano da sole: è chiaro che questo è il futuro. Marchionne non avendo risorse da sprecare secondo me sta aspettando per capire su quale propulsione investire e quale porterà maggiori ricavi. Finché dentro Milano o Roma non bloccheranno il traffico alle auto a metano, continuerà a puntare e a produrre questo tipo di auto. Probabilmente sta aspettando di capire come si muoveranno i vari governi a livello mondiale e la strada che intraprenderanno i concorrenti.

Unica cosa certa: tra 10 anni le automobili non saranno più queste di adesso.


Ultima modifica di paolo5m il Gio 22 Giu 2017 - 13:55, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Silvano Maiolatesi



Localizzazione : Serra de' Conti
Età : 59
Numero di messaggi : 190

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Lun 5 Giu 2017 - 13:58

Bravo Paolo, come al solito hai fatto una disamina perfetta che sottoscrivo al 100%, nient'altro da aggiungere.
Tornare in alto Andare in basso
paolo5m

avatar

Localizzazione : Milano
Numero di messaggi : 117

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Mar 6 Giu 2017 - 12:40

pensate che fassino voleva piazzare cantarella come vertice di finmeccanica...

http://lospiffero.com/ls_article.php?id=10735

fortuna a Torino hanno 'trombato' pure lui...
Tornare in alto Andare in basso
GIOCAP

avatar

Localizzazione : MILANO
Età : 70
Numero di messaggi : 167

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Mar 6 Giu 2017 - 17:46

Tornare in alto Andare in basso
paolo5m

avatar

Localizzazione : Milano
Numero di messaggi : 117

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Mar 6 Giu 2017 - 21:08

Chissà perché di PuntoI non se ne vede più una e di Opel Corsa B invece ancora è pieno... Sarà che erano fatte estremamente al risparmio ???
Tornare in alto Andare in basso
Silvano Maiolatesi



Localizzazione : Serra de' Conti
Età : 59
Numero di messaggi : 190

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Mer 7 Giu 2017 - 1:15

Io con una Opel Combo 1600 a metano ho fatto quasi 340.000 km. senza toccare mai nè motore ne frizione, quando chi aveva una Fiat Multipla a metano doveva rifare la testa intorno a 100.000 Km., questo spiega il fatto che si vedano ancora Opel corsa b, Golf 2 serie ecc.ecc.
Tornare in alto Andare in basso
paolo5m

avatar

Localizzazione : Milano
Numero di messaggi : 117

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Mer 7 Giu 2017 - 8:06

ma tutta quella gentaccia che negli anni precedenti diceva che la 147 eura una 128, la Giulietta una Ritmo con l'alluminio, che beatificavano l'Alfetta l'Alfasud e persino l'Arna, che fine hanno fatto ?? non è che a fare gli alfisti quando le 75 costavano 500 euro erano buoni tutti, ora che per comprare una Giulia che è superiore alla serie 3 ora ce ne vogliono 45.000 di euro allora fanno come la volpe e l'uva ??
Tornare in alto Andare in basso
paolo5m

avatar

Localizzazione : Milano
Numero di messaggi : 117

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Gio 22 Giu 2017 - 14:11

rudy ha scritto:
Mah...Paolo  che dire..mia moglie vorrebbe comprarsi la citroen ds 3,ma senza 23.000 euro non gli consegnano le chiavi,non mi sembra un prezzo a peso,

dille che prenda una c3 o una 208 in pronta consegna che sono la stessa cosa e hanno anche il pianale alleggerito di più di 100kg, quelle veramente te le tirano a peso !!!
Tornare in alto Andare in basso
franatoinsafari
..
..
avatar

Localizzazione : Toscana - Arezzo
Età : 39
Numero di messaggi : 1687

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Mer 12 Lug 2017 - 15:00

Tornare in alto Andare in basso
Vincenzo

avatar

Localizzazione : Lombardia
Età : 52
Numero di messaggi : 7897

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Mer 12 Lug 2017 - 21:40

Opel Tigra e Renault 4? Ma dove hanno svolto il sondaggio...? A Paperopoli?
Tornare in alto Andare in basso
franatoinsafari
..
..
avatar

Localizzazione : Toscana - Arezzo
Età : 39
Numero di messaggi : 1687

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Mer 12 Lug 2017 - 23:18

Vincenzo ha scritto:
Opel Tigra e Renault 4? Ma dove hanno svolto il sondaggio...? A Paperopoli?

Si sa gli italiani sono un popolo di nostalgici anche per cose discutibili Wink
Tornare in alto Andare in basso
Vincenzo

avatar

Localizzazione : Lombardia
Età : 52
Numero di messaggi : 7897

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Mer 12 Lug 2017 - 23:42

Secondo me la risposta relativa alla seconda posizione è di Luigi... conoscendo il suo filarino per i vezzeggiativi! l\'ho sparata grossa
Tornare in alto Andare in basso
GIOCAP

avatar

Localizzazione : MILANO
Età : 70
Numero di messaggi : 167

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Gio 13 Lug 2017 - 8:16

A parte la Delta .... una bella Skif Parade ... fatta da Facilioti.
Si possono salvare anche Fiat Uno e A112.
Per quanto riguarda la Topolino .... devono aver fatto il sondaggio nelle R.S.A.

Si sono dimenticati la Ford Puma, che con la Tigra è il sogno dei latinos/filippinos .... ovviamente
adornate di alettoni e fiamme sulle fiancate nonché accessoriate con la più avanzata tecnologia
truzzorientale.
Tornare in alto Andare in basso
paolo5m

avatar

Localizzazione : Milano
Numero di messaggi : 117

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Mar 18 Lug 2017 - 14:02

io sto cercando una Tigra 1.6 16v I serie in perfette condizioni e a buon prezzo (max 1500 euro) nel centro Italia con aria condizionata, due airbag, abs, specchi elettrici, cerchi in lega per farla ASI. No tuning di nessun genere se non un miglioramento dell'audio interno ma all'interno delle predisposizioni.

Purtroppo sui vari Siti, quelle buone si trovano sono nel nord...
Tornare in alto Andare in basso
Silvano Maiolatesi



Localizzazione : Serra de' Conti
Età : 59
Numero di messaggi : 190

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Mar 18 Lug 2017 - 14:42

Scusami Paolo, ma tu non sei di Milano? Ti auguro buona fortuna ma trovare una Tigra come la vuoi tu è come cercare un ago in un pagliaio, dato che ce ne sono rimaste poche ed usate per lo più da ragazzi (smanettoni), la qualità, comunque non si discute, dato che ho avuto varie Opel, di cui l'ultima con cui ho percorso circa 340.000Km (a metano), senza mai aprire il motore, nè frizione.
Tornare in alto Andare in basso
Vincenzo

avatar

Localizzazione : Lombardia
Età : 52
Numero di messaggi : 7897

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Mar 18 Lug 2017 - 14:48

Sto cercando una Fulvia 3 azzurro Portofino, con accensione elettronica, interno in pelle, fendinebbia e retronebbia, cerchi in lega con pneumatici XAS e targa sabauda, massimo 4k €.
Tornare in alto Andare in basso
Silvano Maiolatesi



Localizzazione : Serra de' Conti
Età : 59
Numero di messaggi : 190

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Mar 18 Lug 2017 - 14:58

Chi non ha altro da fare, è pregato di non prendere per i fondelli gli altri utenti del forum, grazie.
Tornare in alto Andare in basso
paolo5m

avatar

Localizzazione : Milano
Numero di messaggi : 117

MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   Ven 4 Ago 2017 - 23:30

Non mi convince il posteriore dello Stelvio, gli interni invece sono bellissimi...
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.   

Tornare in alto Andare in basso
 
Lancia RIP - Il lento calvario di un mito.
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Vai alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» approccio alla palla: differenze tra lento e veloce
» Problema in frenata
» Cosa fare su una Mito
» Consigli per Mito Nero Etna
» curiosità alfa mito

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Forum Amici Lancia Fulvia :: Discussioni generali :: Quattro chiacchiere da appassionati-
Andare verso: