PortalePortale  IndiceIndice  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 
Rechercher Ricerca avanzata
Ultimi argomenti
» Cerco Pinza freno anteriore Lancia Fulvia 2°serie
Oggi alle 14:47 Da christian75

» Saluti da Orvieto
Oggi alle 14:43 Da christian75

» Fiat 508 Balilla
Ieri alle 16:09 Da rudy

» Maurizio da Pavia
Ieri alle 13:43 Da Davide66

» Fulvia su e-Bay/Subito.it... Sviste e mai viste...
Ieri alle 11:54 Da ANDREA86

» [VENDO] Serramazzoni (MO) pezzi fulvia 1600
Ieri alle 11:31 Da Giuseppe Gio

» fendinebbia carello
Mer 20 Set 2017 - 0:02 Da Andre21

» Ci sono anche io!
Mar 19 Set 2017 - 9:55 Da Andrea 1960

» Nuovo listino Ruoteclassiche
Lun 18 Set 2017 - 17:48 Da Andrea 1960

» presetazione
Dom 17 Set 2017 - 20:16 Da Davide66

» Cerco Carburatore Fiat Balilla
Gio 14 Set 2017 - 14:59 Da Davide66

» Compleanno
Mer 13 Set 2017 - 23:37 Da franatoinsafari

» cerco fulvia rallye 1.3s
Mer 13 Set 2017 - 22:27 Da fulvia13s

» Presentazione Andrea
Mer 13 Set 2017 - 20:42 Da Edo68

» La caccia e' finita.....
Mer 13 Set 2017 - 20:32 Da Vincenzo

» Ciao a tutti, mi presento
Mer 13 Set 2017 - 17:42 Da MikeWolmots

» Annunci interessanti sul Web [FULVIA]
Mar 12 Set 2017 - 0:32 Da franatoinsafari

» mi presento-Nicola
Dom 10 Set 2017 - 0:00 Da franatoinsafari

» ringrazio da torino
Ven 8 Set 2017 - 16:30 Da Paolo_57

» saluti
Ven 8 Set 2017 - 16:30 Da Paolo_57

» Salve a tutti mi presento
Gio 7 Set 2017 - 22:42 Da Gioetto Marco

» Vendo Coppia Paraurti Fulvia Coupè Rallye 1.3 S Leva Lunga 350,00 euro
Mar 5 Set 2017 - 17:59 Da Andrea 1960

» Avvistamenti...
Mar 5 Set 2017 - 13:28 Da ingfgreco

» Giretto in montagna
Mar 5 Set 2017 - 11:59 Da Andrea500

» Buonasera a tutti, sono Alessandro
Lun 4 Set 2017 - 17:00 Da plbb

Parole chiave
rally Bosch silent pompa parafanghi bloc Magneti ferrero sterzo servofreno montecarlo pneumatici Carello Freno olio parafanghini pomello smontare ammortizzatori Marelli fusibili Fendinebbia freni console guarnizioni motore

Condividere | 
 

 Pensavo alla Fulvia, e son partito in seconda!

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
MadMax

avatar

Localizzazione : Cuneo
Numero di messaggi : 34

MessaggioTitolo: Pensavo alla Fulvia, e son partito in seconda!   Lun 20 Feb 2017 - 22:51

E' accaduto oggi, realmente.. e questo la dice lunga su quanto fossi affezionato al bizzoso ZF.

Parlo al passato in quanto, in effetti, ho smesso di utilizzare abitualmente la mia Fulvia Coupè almeno 15 anni orsono, di fatto totalmente ferma da una decina.

Spesso accade che nei momenti di prova, e la vita mi sta servendo un calice molto amaro, lo sguardo tenda a rivolgersi al passato piuttosto che ad un futuro incerto e periglioso.

Avevo poco più di 16 anni, correva l'anno 1988, e decisi che la mia prima vettura non sarebbe stata una banale Fiat Uno usata o qualcosa di peggio.
All'epoca, almeno per me, la macchina era qualcosa di importante.
Purtroppo i soldi scarseggiavano, ma non intendevo rinunciare ad un'auto mia e non volevo acquistare un catorcio con i risparmi di una vita.
E se proprio doveva essere un rottame, almeno che fosse un rottame di classe. E così fu.

Avevo notato su una rivista d'auto, che allora leggevo abitualmente, un articolo che narrava le gesta di un certo Munari che, al fianco di un tal Mannucci, conquistò un incredibile e memorabile rally di Montecarlo 1972 - mio anno di nascita - alla guida una curiosa vettura: una Lancia Fulvia coupè HF 1.600 .
Il tutto era corredato da una sorta di "poster" formato A4 x 2.
Bene, terminata la lettura, staccai le pagine centrali e attaccai il "poster alla parete".
Lancia Fulvia Coupè: suonava bene e appariva, ai miei occhi, ancora meglio.. peccato che avesse un'ammaccatura nella parte posteriore destra.. poco male.

Ribadisco che avevo poco più di 16 anni.. ma alla passione non si comanda.
Capii subito che con i soldi che disponevo, di Fulvia Coupè restaurate e splendenti non ne avrei trovate molte. Di HF nemmeno l'ombra.
Garantisco che anche allora, avevano già tutte un certo prezzo.
Non ricordo come, ma ne trovai una da un venditore d'auto mio compaesano.. famoso per tirare bidoni come nessun altro.
Mi sembra ieri quando mi accompagno' a vederla, con una fumosa Volvo 760 a gasolio dotata di overdrive. Un grande capannone, e in un angolo lei.

Non era propriamente una bellezza.. il precedende proprietario si era addormentato alla guida, e fini contro qualcosa con il parafango anteriore sinistro. Non so cosa fosse, ma era duro visti i danni. Tuttavia gli interni erano in condizioni più che buone e l'esperienza maturata nel frattempo, mi lasciò intendere che la carrozzeria non era messa malaccio quanto a ruggine. E poi era una pur sempre gloriosa Lancia Fulvia Coupè 1.3 S del 1971. Una delle prime seconda serie, con ancora i trapezi superiori delle sospensioni anteriori realizzati con tubi saldati.

Comprai a scatola chiusa, senza nemmeno sentirla in moto.
Due milioni secchi. O forse due e mezzo. Non ricordo.
Ricordo invece il momento in cui, riuscii ad avviare per la prima volta il vecchio V4 stretto.
La vettura era già dal carrozziere, trasportata con il carro attrezzi.
I cilindri era pieni d'olio.. il venditore evidentemente non pensava di "farla fuori" così in fretta e valutava di conservarla. La corsa dal primo benzinaio a comprare 4 candele nuove (allora le vendevano ancora!). E poi quel momento, nel quale un cupo borbottio incerto.. si è trasformato come per magia nella sinfonia sibilante e metallica che anche voi conoscete.
In quel preciso istante ho capito di non aver sbagliato.
Sono passati quasi trent'anni (incredibile).. e oggi, inserendo la seconda al posto della prima, ho capito di voler tornare a guidare la mia Lancia, la mia Fulvia Coupè.

Per la cronaca.. da alcuni anni, al posto del venditore d'auto c'è un discount, ma i beninformati narrano che al piano inferiore esista un garage di sua proprietà, pieno di vecchie Lancia, Alfa Romeo, Autobianchi, Bmw, Triumph, etc. etc.

PS. Quella HF 1.600 numero 14 con l'ammaccatura, la vidi al museo Lancia di Torino, accompagnato da uno sconsolato ingegnere ex Lancia che mi raccontò parecchi aneddoti degli "anni d'oro". Era lieto di incontrare un - quasi - ragazzino appassionato di vecchie glorie pur essendo, già allora, perplesso delle politiche Fiat nei confronti del nobile marchio.
Lo stesso che in seguito cercò di aiutarmi ad identificare i resti di una Fanalone.. Ma questa è un'altra storia.. documentata con fotografie che sarò lieto di condividere con voi, qualora la vicenda possa interessare a qualcuno.
Tornare in alto Andare in basso
Giuseppe Gio



Localizzazione : universo
Numero di messaggi : 339

MessaggioTitolo: Re: Pensavo alla Fulvia, e son partito in seconda!   Mar 21 Feb 2017 - 9:25

la condivisione dei ricordi è obbligatoria Wink
Tornare in alto Andare in basso
franatoinsafari
..
..
avatar

Localizzazione : Toscana - Arezzo
Età : 39
Numero di messaggi : 1676

MessaggioTitolo: Re: Pensavo alla Fulvia, e son partito in seconda!   Mar 21 Feb 2017 - 14:14

Che bel racconto fatto di vera passione! Mi ha fatto piacere leggerlo.
Il tuo approccio al forum mi piace molto fa da contrappeso a tutti quei messaggi che leggo su facebook nei vari gruppi di auto d'epoca un cui si parla del 99% del tempo di quanto vale l'auto "X" o il ricambio "Y".

Condividere la passione come hai fatto tu secondo me è una delle parti più divertenti e piacevoli del forum.

Ciao
Tornare in alto Andare in basso
ingcrea

avatar

Localizzazione : Gioia Tauro
Età : 55
Numero di messaggi : 1096

MessaggioTitolo: Re: Pensavo alla Fulvia, e son partito in seconda!   Mar 21 Feb 2017 - 19:25

Bellissimo racconto, mi associo ai complimenti già espressi da franatoinsafari. Mi ricorda per molti versi il mio approccio alla Fulvia.
Tornare in alto Andare in basso
https://www.facebook.com/antonino.crea.7
rudy

avatar

Localizzazione : appennino modenese
Età : 57
Numero di messaggi : 2845

MessaggioTitolo: Re: Pensavo alla Fulvia, e son partito in seconda!   Mar 21 Feb 2017 - 20:50

Anche a me piace leggere questi racconti,procedi pure.
Tornare in alto Andare in basso
Fulvia3
.
.
avatar

Localizzazione : Torino
Numero di messaggi : 1716

MessaggioTitolo: Re: Pensavo alla Fulvia, e son partito in seconda!   Mar 21 Feb 2017 - 22:01

Bel racconto!! l'ex Ingegnere Lancia è certamente Masala, un grande personaggio!! Wink

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Pontile

avatar

Localizzazione : Taino
Età : 70
Numero di messaggi : 2582

MessaggioTitolo: Re: Pensavo alla Fulvia, e son partito in seconda!   Mar 21 Feb 2017 - 22:08

Citazione :
l'ex Ingegnere Lancia è certamente Masala  
No
Tornare in alto Andare in basso
MadMax

avatar

Localizzazione : Cuneo
Numero di messaggi : 34

MessaggioTitolo: Re: Pensavo alla Fulvia, e son partito in seconda!   Mer 22 Feb 2017 - 9:50

Si è proprio lui.. non ricordavo il nome.. Ho conservato alcune sue mail veramente interessanti!

Tornare in alto Andare in basso
Pontile

avatar

Localizzazione : Taino
Età : 70
Numero di messaggi : 2582

MessaggioTitolo: Re: Pensavo alla Fulvia, e son partito in seconda!   Mer 22 Feb 2017 - 12:42

Non sapevo fosse anche ingegnere, forse perché l'ho conosciuto come dottor Masala, una trentina di anni fa nel ruolo non tecnico di responsabile dei grandi tornei di golf che avevano Lancia come title sponsor.
Tornare in alto Andare in basso
Vincenzo

avatar

Localizzazione : Lombardia
Età : 52
Numero di messaggi : 7875

MessaggioTitolo: Re: Pensavo alla Fulvia, e son partito in seconda!   Mer 22 Feb 2017 - 14:47

Anch'io l'ho conosciuto come dottor Masala, negli anni '90 era il responsabile del (ex) museo di via Caraglio.
Tornare in alto Andare in basso
sil



Localizzazione : catania
Età : 44
Numero di messaggi : 8

MessaggioTitolo: Re: Pensavo alla Fulvia, e son partito in seconda!   Mer 22 Feb 2017 - 16:42

...non posso che associarmi a quanto hanno già scritto sopra, molto bello il tuo racconto!
Tornare in alto Andare in basso
MadMax

avatar

Localizzazione : Cuneo
Numero di messaggi : 34

MessaggioTitolo: Re: Pensavo alla Fulvia, e son partito in seconda!   Gio 23 Feb 2017 - 22:08

Grazie a tutti per la cortesia e l'affetto che mi avete dimostrato.

.. Riguardo Masala.. non so effettivamente se sia ingegnere, spesso definiscono anche me con tale titolo altisonante, ma in realtà non lo sono minimamente! Wink
Ricordo poco di lui, sicuramente una persona elegante, competente e molto, molto disponibile. Merce rara oggi..

Appena possibile manterrò le promesse...

Un saluto a tutti e grazie per l'accoglienza!
Tornare in alto Andare in basso
ANDREA86
.
.
avatar

Localizzazione : Italia
Numero di messaggi : 4307

MessaggioTitolo: Re: Pensavo alla Fulvia, e son partito in seconda!   Ven 24 Feb 2017 - 9:59

Benvenuto! Se hai bisogno di una carrozzeria nella tua provincia ti consiglio ADM di Andrea Milanesio 017498361
cin
Tornare in alto Andare in basso
Iena991

avatar

Localizzazione : Torino
Età : 25
Numero di messaggi : 711

MessaggioTitolo: Re: Pensavo alla Fulvia, e son partito in seconda!   Sab 25 Feb 2017 - 21:47

Gran bella storia, ora raccontaci della fanalona
Tornare in alto Andare in basso
MadMax

avatar

Localizzazione : Cuneo
Numero di messaggi : 34

MessaggioTitolo: Re: Pensavo alla Fulvia, e son partito in seconda!   Sab 25 Feb 2017 - 23:16

E sia.

Ho trovato le immagini della vettura citata precedentemente.
Caspita.. quanti ricordi.
Giugno 2008, il culmine della parabola della mia esistenza, poi lenta, ma inesorabile, la discesa.
Forse per quello che ho mollato al suo destino quell'ammasso di ferraglia rugginosa.
Oggi mi dispiace. Ma, non avevo scelta.

Detto ciò, Carlo Stella, mi scriveva in data 21/06/2008:

Le differenze fra una scocca - carrozzeria ufficiale e una macchina stradale sono molte e tutte riconducibili all'unione dei due "pezzi" della scocca e della carrozzeria. Un occhio profano non riesce a capire bene,  vede la differenza, ma non capisce il perchè. Non voglio tenermi nessun segreto ma essendo in possesso di due macchine ufficiali e di due stradali è chiaro che  mi è facile spiegare tutto. In particolare sulla  sua macchina  i  passaruota sono quelli del Fanalone ultimo tipo (oltre il numero di telaio 1800 circa mentre i primi tipi avevano i passaruota dietro che sfioravano la linea longitudinale dei lati carrozzeria. Le scocche ufficiali sono completamente diverse sia delle macchina stradali primo tipo che in particolare quello secondo tipo. In pratica di carrozzerie Fanalone ci sono 3 tipi.
Per il motore che ho visto è decisamente seconda serie.
Tutto ciò non toglie che la macchina possa aver corso e quindi ha il suo valore.


Ragazzi, mi ero dimenticato tutto. Tutto.

Ho scritto, ma non ricordo minimamente la cosa, che la vettura ha superato con successo la "prova calamita" relativa al pedale frizione.. qualcuno ne sa qualcosa?

Mi scuso per il post un po' confuso, ma sono, complice una birretta di troppo, realmente emozionato e, forse, sopraffatto dal ricordo di un'epoca della mia vita che non esiste più e che di certo, non tornerà.
Tornare in alto Andare in basso
MadMax

avatar

Localizzazione : Cuneo
Numero di messaggi : 34

MessaggioTitolo: Re: Pensavo alla Fulvia, e son partito in seconda!   Mer 1 Mar 2017 - 14:51

Ecco le foto:

http://amicifulvia.forumattivo.com/t8116-fanalone-fantasma#139284

Ho scelto una sezione del Forum che mi sembrava più consona..

A presto e buone valutazioni!
Tornare in alto Andare in basso
MadMax

avatar

Localizzazione : Cuneo
Numero di messaggi : 34

MessaggioTitolo: Re: Pensavo alla Fulvia, e son partito in seconda!   Mer 8 Mar 2017 - 23:36

Ho ritrovato l'articolo di Auto oggi: eccolo qua un po' ingiallito!

http://amicifulvia.forumattivo.com/t8129-auto-oggi-1987-speciale-hf-munari-15-anni-da-montecarlo
Tornare in alto Andare in basso
MadMax

avatar

Localizzazione : Cuneo
Numero di messaggi : 34

MessaggioTitolo: Re: Pensavo alla Fulvia, e son partito in seconda!   Ven 21 Apr 2017 - 23:19

Un saluto a tutti.

Mi sono assentato per un certo periodo; in effetti è stato un periodaccio.
E questa è stata una serataccia. Di quelle da dimenticare, durante la quale vorresti solo dimenticare.

Poi mi sono detto: "Al diavolo, vado a far partire la Fulvia".
Confesso che tale malsano pensiero mi turbava già da alcuni mesi, almeno da quando mi sono iscritto al forum per essere precisi.

Sono già le 21.00, la macchina è in un garage a un centinaio di metri da dove abito.
Scollego la batteria dalla vecchia Panda 4x4 Sisley.
Mi lascio trasportare dai ricordi: quante volte ho staccato una batteria per ridare vita ad un'altra macchina nella mia esistenza.. Prendo la tanica benzina del tosaerba e mi avvio lentamente.

Iniziano i dubbi.. la vettura non ha avuto alcun avviamento da almeno 3 anni.. e ho smesso di usarla da una decina.. Non posso permettermi grosse spese di ripristino qualora si presentassero problemi. E poi riuscirò a farla partire?

Raggiungo il garage.
Eccola, in fondo, coperta sommariamente da un paio di teli.
Per raggiungerla devo spostare la BMW di mia moglie, altra vettura inutilizzata.
Per fortuna è sotto mantenitore e si avvia senza problemi, quindi la parcheggio nel cortile.

Raggiungo la piccola Lancia e non senza una certa teatralità, la scopro.
Wow.. non me la ricordavo così.. rossa!
Il dorso della mano scorre sulla fiancata: è ancora setosa come una volta.

Apro portiera e cofano, la spingo avanti per poter rifornire agevolmente, 4 litri dovrebbero bastare.
Monto la batteria, la chiave 13/14 era ancora li, provo il contatto: il quadro si accende.
Ok, avviamento.. dopo alcuni vani tentativi scendo.
Un puzzo di "benzina vecchia" mi stordisce quasi, buon segno.
Ritento ancora... evviva!! Fedele come sempre, la Fulvia non tradisce e il motore si avvia scoppiettando.
Gira a 2, ma funziona.
Dopo 20 secondi fermo tutto, scendo a controllare la vaschetta sotto i carburatori: come temevo è bagnata.. che fare? Non vorrei fare un BBQ fuori orario. Rischio. Risalgo, riavvio, attendo ancora qualche secondo, il motore sembra girare un po' meglio - diciamo a 3 - inserisco la prima e mi sposto di una decina di metri.. poi freno..

Ecco io freno, ma il pedale affonda inesorabilmente.. e la macchina prosegue come se nulla fosse!
Brutta sensazione e situazione ancor più brutta.
Provo a fare un po' avanti e indietro.. qualcosina frena a fondocorsa, direi le ruote posteriori.
Non mi pare ci siano pistoncini bloccati: se non altro, le ruote sembrano libere.
Scendo ancora a controllare i Solex. La perdita non sembra grave, probabilmente guarnizioni secche.

A questo punto sono determinato a portare a casa la mia piccola Fulvia.
Andiamo, con la massima attenzione, ma voglio ripartire.

Quindi mi avvio lentamente e.. scopro che il pedale del freno è tornato in vita!
Molto scompostamente, ma frena!
Le gomme sono molli, lo sterzo un macigno, i fari fanno una luce approssimativa, le frecce non funzionano, il vecchio V4 borbotta e su tutto regna un tanfo di benzina e olio stantio.. ma siamo in strada.

Dovrei puntare dritto alla meta.. ma l'emozione è troppo grande.
Il motore sembra girare più regolarmente, ecco i 70 gradi.
Accelero un po' in seconda e tutti i tentennamenti scompaiono: eccola, la mia Fulvia, che ha voglia di correre come un tempo!

Scendo ad aprire il cancello e come una volta, eccola ronzare al minimo sorniona, quasi facendo le fusa come una gatta pronta, però, a sfoderare gli artigli, se necessario.

Parcheggio, fermo il motore, chiudo tutto, mi giro e la guardo ancora una volta.
Spendida come una volta.
Non è invecchiata, lei.
Peccato non poter dire lo stesso di me.

Morale: non so che fine ha fatto la tanica della benzina, puzzo come un oleodotto, non mi è chiaro che farò domani della Fulvia, ma questa sera, sono contento. Nonostante tutto.

Mi scuso per la forma approssimativa, ma volevo condividere con voi questo momento.
Domani si vedrà.
Tornare in alto Andare in basso
MadMax

avatar

Localizzazione : Cuneo
Numero di messaggi : 34

MessaggioTitolo: Re: Pensavo alla Fulvia, e son partito in seconda!   Sab 5 Ago 2017 - 0:15

E cosa rispondereste ad una pattuglia dei Carabinieri, che dopo un breve inseguimento con tanto di lampeggianti alle 23.30 di un venerdi sera qualunque vi ferma e vi chiede dal finestrino come tiene la macchina nelle rotonde???

Ecco, mi è accaduto pochi minuti orsono!

Sono passati alcuni mesi, ma la settimana scorsa ce l'ho fatta, dopo una breve tappa dall'elettrauto e una visita dal carburatorista magico, che dopo avermi guardato come se fossi pazzo, si è limitato a chiudere "i rubinetti" e ritardare l'anticipo, sono riuscito - non so come - a superare la revisione!

Il bilancio finale, dopo oltre dieci anni di stop (ultima revisione datata 2004) non malvagio: ripetto a prima mi sono trovato il volante in legno spaccato, tachimetro e indicatore carburante morti, la carburazione delirante e una frenata.. creativa.

Per il volante nulla da fare.. per la carburazione e regolazioni fini attendiamo ancora qualche settimana di.. assestamento. Per i freni la diagnosi è stata lapidaria: revisione totale, con sostituzione tubazioni in gomma etc. etc.

Invece oggi pomeriggio come per miracolo il pedale del freno ha perso una mezza spanna di corsa a vuoto e le pinze hanno smesso di inchiodarsi ciclicamente a turno! Insomma tutto è tornato magicamente come una volta!! Inoltre, sono riuscito ad interfacciare un vecchio ipod shuffle al vetusto lettore di cassette majestic.

A cena con gli amici ridevo come un bambino, perchè sapevo che, messi tutti a letto, sarei corso dalla mia vecchia amica. E così ho fatto.

Nonostante il motore zoppo e disperatamente assetato di benzina, mi sono ritrovato proiettato indietro nel tempo di una buona ventina d'anni.

Rispetto ad allora, oggi la vettura pare far un baccano della malora, molta più gente si ferma a guardare incuriosita, lo sterzo sembra diventato pesante, il raggio di sterzo chilometrico e la guida difficile, ma ho percepito una soddisfazione maledettamente superiore rispetto a quella provata guidando mezzi recenti ben più performanti oltre ad una visibilità spettacolare.

Nonostante le sconfortanti premesse motoristiche, la macchina mi ha stupito perchè reattiva e svelta nei cambi di direzione, con una buona tenuta laterale. In particolare ho avuto modo di apprezzare la guida al limite piacevolemente "appesa" ad un gioco di sterzo ed acceleratore, tra sotto e sovrasterzo, ben evidente nelle rotonde nate come funghi negli ultimi decenni.

E qui a rompere l'incantesimo sono comparse, nello specchietto retrovisore, le luci azzurrine della volante dei Carabinieri..

Com'è finita?
Beh ho risposto alla domanda del pubblico ufficiale riguardo la tenuta nelle rotonde: "relativamente bene, considerando che ha 46 anni".
Ringraziando Iddio, mi è stata augurata la buona notte e io ho fatto altrettanto.

Lezione appresa: ne io ne la Fulvia abbiamo più 20 anni, basta giochetti.
I tempi sono cambiati e il tempo stesso è trascorso inesorabile lasciando il suo segno: ne dobbiamo prendere atto.

Rientro rapidamente a casa, faccio raffreddare il motore e spengo tutto.
Un ultimo sguardo, siamo invecchiati, lei decisamente meglio di me.
Ma presto saremo pronti a correre ancora insieme.
Ed è questa la cosa importante.

Poco importa se non siamo più attuali.
Sono certo che insieme potremo ancora andare forte, nonostante tutto!
Tornare in alto Andare in basso
pugnali53



Localizzazione : stra (ve)
Età : 64
Numero di messaggi : 131

MessaggioTitolo: Re: Pensavo alla Fulvia, e son partito in seconda!   Sab 5 Ago 2017 - 11:02

Mai mollare, la fulvia hà bisogno di poco, tu non saprei.....
Tornare in alto Andare in basso
ROBERTO MAIMONS

avatar

Localizzazione : Roma
Età : 64
Numero di messaggi : 382

MessaggioTitolo: Re: Pensavo alla Fulvia, e son partito in seconda!   Dom 6 Ago 2017 - 19:49

Se avessi avuto una Fulvia Fanalona prima serie con cambio testone saresti partito ,azionando la leva del cambio in basso in prima era quello un cambio speciale sportivo che veniva usato da Sandro Munari sulla N14 con cui vinse il Rally di Montecarlo nel 1972 impresa mitica del Drago. maimons
Tornare in alto Andare in basso
Kast63

avatar

Localizzazione : Torino
Età : 54
Numero di messaggi : 186

MessaggioTitolo: Re: Pensavo alla Fulvia, e son partito in seconda!   Dom 13 Ago 2017 - 17:13

Caro MadMax,
Solo ora leggo, divoro e mi commuovo a leggere questi tuoi post. Poesia pura. Grazie.
Come la Fulvia, poesia al volante.
Io ho comprato la mia Fulvia qualche anno fa, ricordando il famoso poster doppio A4 che era sopra la testiera del mio letto di bambino nel '72. La 14 in derapata sulla neve in una PS notturna del Montecarlo. L'ho sognata tutta la vita, e ogni volta che la guido mi pento di usarla troppo poco. Meno di quanto vorrei e potrei.
La Fulvia è la vera macchina del tempo. Lo ferma e lo fa tornare indietro.
Auguri di lunga strada e in Fulvia.

Tornare in alto Andare in basso
MadMax

avatar

Localizzazione : Cuneo
Numero di messaggi : 34

MessaggioTitolo: Re: Pensavo alla Fulvia, e son partito in seconda!   Dom 13 Ago 2017 - 22:30

Ciao Kast63

In effetti anche per le la Fulvia è una sorta di macchina del tempo, sicuramente è una fabbrica di emozioni.
In fondo credo che sia nata proprio con quel fine.
A ben vedere, con la sua composta eleganza e con il suo carattere esuberante ma posato è a pieno titolo testimone di un'epoca irrimediabilmente finita, ormai dimenticata, dove il gusto per il bello e per la vita erano ancora protagonisti. Anni ben diversi dal cupo e rabbioso grigiore che viviamo quotidianamente schiavi di un'inutile e ridicolo bisogno di ostentazione a tutti i costi.

E proprio per questo dovrebbe essere apprezzata da tutti i lancisti la Fulvia Coupé: come simbolo di un passato, di un mondo più reale e "leggero" che, forse, dovremmo imparare un poco alla volta a riscoprire a dispetto dei nostri smartphone, facebook, tv led da 100 pollici, etc. etc.

Invece noto che nel forum va per la maggiore l'assoluta originalità del mezzo, la speculazione sui ricambi, il perfezionismo fine a se stesso, etc. etc.

Beh ragazzi.. come disse un tale "francamente me ne infischio!!".

Io la Fulvia, prima di tutto la guido, e oggi che dopo un periodo di assestamento ho ottenuto una discreta carburazione sportiva, la uso anche come si deve: per divertirmi!
E assicuro, a dispetto di tutti i fedelissimi del 1.584, che il 1.298 se regolato e utilizzato correttamente riesce ancora a dire la sua.

Quindi, preferendo una vettura vissuta, ma viva, ad un intonso e asettico "museo" su ruote, saluto tutti i perfezionisti: non mi avrete!
Tornare in alto Andare in basso
luciano parisi



Localizzazione : cagliari
Numero di messaggi : 6646

MessaggioTitolo: Re: Pensavo alla Fulvia, e son partito in seconda!   Dom 13 Ago 2017 - 23:21

Ognuno ha le proprie idee, guai se non fosse così. Stiamo parlando di automobili (la Fulvia coupè), che hanno raggiunto la veneranda età, di circa mezzo secolo.
Non sono un maniaco dell'originalità a tutti i costi, sia ben chiaro,ma penso che queste auto abbiano il compito di insegnare ai giovani,o a quelli che non le conoscono, come erano queste vetture, alla loro nascita. Quindi, sempre parere mio, niente trasformazioni di fantasia, niente utilizzo di accessori (specie riguardo ai cerchi), che non fossero compatibili con l'epoca dei modelli in cui si applicano.
Un "vero Lancista", poi, non è quello che arriva a conoscere oggi la "Fulvietta". Il vero lancista è quello che riesce a percepire quanto sia migliore, "più Lancia", una berlina prima serie, con il suo cambio al volante. Sensazioni, che non si possono descrivere a parole. Parola di possessore di berlina 2C e HF 1,3.
Andiamo a parlare di prestazioni: Sono vetture innanzitutto vecchie, come concezione, sospensioni, rapporto peso/potenza e via di questo passo. Lasciamole invecchiare dignitosamente, che possano godere la loro meritata pensione, senza che siano chiamate ad offrire prestazioni "entusiasmanti".Non era e non è nel loro DNA. Non dimentichiamo che coeve A 112 Abarth e Fiat 127 Sport, sono in grado di umiliare alla grande, tutte le Fulvia 1298.
Tornare in alto Andare in basso
MadMax

avatar

Localizzazione : Cuneo
Numero di messaggi : 34

MessaggioTitolo: Re: Pensavo alla Fulvia, e son partito in seconda!   Dom 13 Ago 2017 - 23:41

Luciano, con rispetto, ancora una volta.. "francamente me ne infischio!".

Non mi mi interessa più di tanto che sia più "Lancia" un cambio al volante o che una A 112 Abarth sarebbe in grado di umiliare una 1.3 S (ma ne sei così sicuro??).

Mi interessa divertirmi utilizzando la vettura, per quello che è.
E' questo ad entusiasmante, molto più delle prestazioni assolute.
Tornare in alto Andare in basso
luciano parisi



Localizzazione : cagliari
Numero di messaggi : 6646

MessaggioTitolo: Re: Pensavo alla Fulvia, e son partito in seconda!   Lun 14 Ago 2017 - 0:33

Mah... infischiatene pure, padronissimo di farlo.
Un'osservazione, però, se mi permetti: La Lancia, parlo di quella "vera", non di quella delle "Fulviette rosse", con tutto il rispetto per i loro proprietari, è stata una Casa, che per tradizione centenaria, costruiva vetture di classe superiore, Estremamente rifinite, con componentistiche selezionate (vedasi il famoso panno Lancia), con cura dei particolari spinta a livelli maniacali, per una clientela selezionata e oltremodo esigente. Era, seppur in sedicesimo, una sorta di Rolls Royce  italiana. Tutto questo aveva dei costi, magari ad un certo punto, non sostenibili,se si voleva rimanere sul mercato.
Torino, e ti assicuro che era così (cose vissute da "dietro le quinte") imponeva ai concessionari, di evitare la vendita dei suoi prodotti, a persone che non fossero appartenenti ad un certo grado sociale, a prescindere dalla consistenza del loro portafoglio.
Le prestazioni? A questo proposito, il Prof. Fessia, aveva osteggiato il progetto Fulvia GTE, berlina con motorizzazione Coupè rallye 1,3, sostenendo che la sua "potenza avrebbe potuto spaventare la clientela Lancia".Capito la filosofia, giusta o sbagliata che fosse della Casa?
Poi Fiat,il nuovo padrone, ha cambiato le regole del gioco, con l'arrivo delle "fulviette".
Non pensi che le Fulviette 1300, le buscassero alla grande dalle A112? Sfoglia riviste come Autosprint, dell'epoca. Naturalmente parlo di auto normali, come le Fulvia in gruppo 3 e A112 Abarth in gruppo 1. Ovvero auto che correvano, salvo le poche modifiche concesse dai regolamenti, così come uscivano di fabbrica.
Tornare in alto Andare in basso
MadMax

avatar

Localizzazione : Cuneo
Numero di messaggi : 34

MessaggioTitolo: Re: Pensavo alla Fulvia, e son partito in seconda!   Lun 14 Ago 2017 - 22:03

Caro Luciano
I miei toni non sono particolarmente urbani, in quanto sto attraversano un periodo molto "inurbano".
Spero mi perdonerai. Rimane il fatto che sono d'accordo in toto con te.
Ma se speriamo che un ventenne si appassioni alla storia della Lancia raccontando i miti del marchio e mostrandogli qualche "museo" su 4 ruote, secondo me sbagliamo.
E se non coinvolgiamo oggi dei ragazzi.. beh penso che entro qualche decade di Lancia si parlerà solo alle rassegne dedicate.

Le "fulviette" come le definisci tu, in parcolare se rosse, possono però essere il punto di incontro.
I pochi veri appassionati di auto di oggi si trovano di fronte a vetture artefatte, con finti scarichi di plastica, alcune volte anche con un rombo finto.. (alcune BMW sportive e non solo, in modalità sportiva, simulano il rombo del motore tramite il sistema audio!), dominate da elettronica e in generale poco emotive.

Far capire che vi sono vetture, come la "fulvietta", in grado di dispensare emozioni vere, credo che potrebbe veramente creare nuove leve di appassionati.

Quindi poco importa in fondo se una A112 Abarth sia in grado di dare la paga ad una fulvietta.
Quello che importa veramente è che alla guida della Lancia ci sia un giovane appassionato e competente che magari non abbia remore, consapevole di cosa sta facendo, a "prendere l'anima" al vecchio V4 per tenere alto l'onore del marchio.
Tornare in alto Andare in basso
Vincenzo

avatar

Localizzazione : Lombardia
Età : 52
Numero di messaggi : 7875

MessaggioTitolo: Re: Pensavo alla Fulvia, e son partito in seconda!   Lun 14 Ago 2017 - 22:11

I ragazzi dell'era 4.0 hanno altri problemi a cui pensare, altro che i nostri rutam.
Inoltre i giovani del forum possessori di Fulvia si sono quasi estinti, molte sono state le vetture vendute o in vendita, come questa.
Tornare in alto Andare in basso
luciano parisi



Localizzazione : cagliari
Numero di messaggi : 6646

MessaggioTitolo: Re: Pensavo alla Fulvia, e son partito in seconda!   Lun 14 Ago 2017 - 23:03

Caro Mad Max. Anche io ti devo delle scuse. Mi sono lasciato un poco "prendere la mano". Ma cerca di capirmi. Appartengo ad una generazione (sono vecchio), che ha conosciuto accesi dualismi fra Lancisti ed Alfisti, con interminabili discussioni, talvolta dai toni eccessivamente accesi, fra le due "fazioni" rivali. Parlo di quando le due Case, avevano fisionomie ben precise,molto distanti fra loro, così come lo era quella dei loro utenti.
Da una parte c'erano gli alfisti, con le loro GT rosse, con scarichi rumorosi, che si sentivano in dovere di sgommare, anche in manovre di parcheggio. Noi definivamo le Alfa "macchinas de carnazzeris" tradotto dal sardo, macchine da macellai.
Dall'altra, c'eravamo noi Lancisti, con le nostre auto silenziose, eleganti e discrete, anche nelle colorazioni. Il rosso, per esempio, non esisteva nelle prima serie, al massimo si poteva arrivare ad un Amaranto Montebello, colore dai toni non certo accesi .Il Rosso Corsa era appannaggio solo della HF 1,6.
Avevamo le nostre coupè eleganti, sobrie e che avevano nel lunotto la bandierina "Lancia Cavalleria", emblema di uno stile di conduzione serio, posato e discreto, così come lo erano le nostre vetture.
Poi...è arrivata Fiat. Fine del "Lancia Cavalleria", Coupè rosse, quando poi non si arrivava ad incomprensibili applicazioni di nero opaco a capocchia.
Era stata la fine di un "credo". Ma forse era giusto che le cose fossero andate in questo modo.
Però, non capisco l'esaltazione di manovre di tiro/rilascio con l'acceleratore, per far reagire un'auto pesante, con il "pilota" a bordo,per quanto smilzo, oltre una tonnellata, a fronte di 90 cv, miserelli, nonostante "carburazioni sportive".
Questo per girare...nelle rotonde spartitraffico.
Ai miei tempi,la rotonda che si conosceva, era "Quella sul mare", lentone micidiale, da ballare tutto in tiro, mai in rilascio. Non so se mi sono spiegato!
Inutile girarci intorno. La Fulvia coupè 1,2 o 1,3 che fosse, era ed è una tranquilla Granturismo, da godersi con una guida, magari "allegrozza", ma senza cercarle prestazioni, che ripeto, non sono nella sua genetica
Ciao.
Luciano.
Tornare in alto Andare in basso
MadMax

avatar

Localizzazione : Cuneo
Numero di messaggi : 34

MessaggioTitolo: Re: Pensavo alla Fulvia, e son partito in seconda!   Mar 15 Ago 2017 - 0:18

Ancora hai ragione, Luciano.

Il fatto è che io sono nato nell'anno in cui Munari vinceva a Montercarlo.
In uno dei miei diari scolastici, c'è ancora appiccicata la polaroyd (!) del sottoscritto in posa statuaria di fronte ad una delle prime Delta HF integrale "evoluzione" (rossa..) consegnata ad un mio fortunatissimo amico (che conserva ancora gelosamente).

Per me la Lancia è questo: eleganza e tecnologia finalizzata alle prestazioni e al piacere di guida.

Ora, capisco che la tua Lancia non è la mia Lancia.
Abbiamo esperienze diverse.

Ma se questa sera tu non avessi speso del tempo, per raccontarmi di quello che era, la Lancia di "vintage".. ecco lentamente si sarebbe fatto un passo verso l'oblio.

Invece, grazie alle tue parole, mi sono ricordato che mio nonno, che non ho mai conosciuto, possedeva probabilmente una Lancia Appia. Dico probabilmente perchè non è sopravvissuto nessuno in grado di confermarmi il modello. Ora sono incuriosito, ci sono casse piene di carte e documenti in solaio, probabilmente potrei capire se veramente era una Appia, un giorno andrò a cercare.

Ecco, vedi Luciano, grazie al tuo commento, sto imparando a conoscere la tua Lancia, forse la vera Lancia. Ma ti assicuro, anche la mia, in fondo, non è male.

Lo ammetto, sono un lancista un po' scapestrato, spero mi perdonerai!
Tornare in alto Andare in basso
luciano parisi



Localizzazione : cagliari
Numero di messaggi : 6646

MessaggioTitolo: Re: Pensavo alla Fulvia, e son partito in seconda!   Mar 15 Ago 2017 - 8:32

MadMax, non pensare che il mio essere lancista "vecchia maniera", mi porti a considerare le mie auto come pezzi da museo, da tirare fuori dal garage, solo per allucinanti mostre statiche. Le mie auto, con me "parlano" e non me lo perdonerebbero mai.Vogliono essere usate così, con andature "allegrette", marce alte inserite, senza però mettere il motore sotto sforzo, con regimi inferiori a quelli di coppia massima.
In questo modo:

 
https://youtu.be/B2Uq8GP6JGE
Tornare in alto Andare in basso
MadMax

avatar

Localizzazione : Cuneo
Numero di messaggi : 34

MessaggioTitolo: Re: Pensavo alla Fulvia, e son partito in seconda!   Mar 15 Ago 2017 - 22:20

Caspita Luciano!

Guiderai anche basso di giri, ma da motociclista incallito, ti assicuro che il tuo senso della traiettoria è invidiabile! Poi quanto ad eleganza e composta sportività credo che la 2C non sia seconda a nessuna.

Oggi sono stato in un campeggio di montagna con amici e ho avuto modo di osservare la popolazione italica nel suo ambiente naturale. Impressionante, quanto bisogno di Lancia avrebbe il nostro paese.

Non vedo più alcuna ambizione nella gente, senso della misura, educazione, ordine, compostezza.. potrei andare oltre, ma la morale è che la Lancia si è estinta, forse non per caso.
Tornare in alto Andare in basso
luciano parisi



Localizzazione : cagliari
Numero di messaggi : 6646

MessaggioTitolo: Re: Pensavo alla Fulvia, e son partito in seconda!   Mar 15 Ago 2017 - 23:05

Beh, MadMax, quanto a traiettorie, 22 anni di cronoscalate, qualcosina mi avranno pure insegnato...

Invece, per quanto concerne le tue considerazioni riguardanti la piega che sta prendendo il modo di vivere "italico" di oggi, ci sarebbe da scrivere un libro.
Mi ripeto fino alla nausea: Ho avuto il privilegio di vivere la mia prima giovinezza negli anni 60.
Saranno pure luoghi comuni,triti e ritriti,ma in quegli anni,c'era un modo di vivere che i giovani d'oggi, neppure immaginano.C'era innanzitutto un grande rispetto nei confronti, non solo di anziani,ma di chi indossasse una divisa, del prossimo, in generale. 
Adesso c'è una corruzione dilagante, il crollo di tutti i valori,una ricerca di soldi e potere sfrenata,una prevaricazione che premia solo il più forte o il più furbo. Una lotta al coltello, che sta portando il Paese, verso il fallimento totale.Non a caso,oggi, ci sono due categorie ben distinte: Quella dei ricchi e quella dei poveri. Le "vie di mezzo", sono proprio in via di estinzione. Cavoli dei giovani,purtroppo.Sono comunque proprio questi, che dovrebbero dare, o cercare di farlo, una decisa "sterzata".Diversamente,"si salvi chi può". Proprio come fanno i topi, quando una nave affonda.
Luciano.
Tornare in alto Andare in basso
MadMax

avatar

Localizzazione : Cuneo
Numero di messaggi : 34

MessaggioTitolo: Re: Pensavo alla Fulvia, e son partito in seconda!   Ven 18 Ago 2017 - 22:13

Purtroppo, Luciano io che proprio giovane ormai non sono più, propendo per il "si salvi chi può".

I recenti fatti di Barcellona, non sono un buon segnale.

E se il futuro non sembra essere incoraggiante, forse uno sguardo al passato, e qui ritorno in tema, può essere utile per suggerire alternative e stili di vita che possano indirizzare, almeno qualcuno, lontano da quel "fallimento totale" come tu lo definisci, che è inesorabilmente sotto gli occhi di tutti.
Tornare in alto Andare in basso
luciano parisi



Localizzazione : cagliari
Numero di messaggi : 6646

MessaggioTitolo: Re: Pensavo alla Fulvia, e son partito in seconda!   Ven 18 Ago 2017 - 22:49

Mah,MadMax, sarò pessimista,ma "è passata troppa acqua sotto i ponti",per pensare o sperare, che qualcosa possa cambiare. Il degrado, intendo quello morale, ha avuto troppo tempo per "lavorare" nella psiche dei giovani. Troppa violenza dilagante, prepotenze, bullismi,da immortalare in questo cacchio di youtube.
Luoghi comuni, d'accordo,ma, purtroppo, io la vedo in questi termini.
Altro che i nostri spinelli degli anni 60.
Anche noi comunque, qualche "bullismo", ce lo concedevamo, ma erano goliardate, "zingarate".
Un esempio? Cagliari all'epoca, era una cittadina piccola. Ci si conosceva quasi tutti,almeno di vista.La notte ci si ritrovava in una piazza,dove c'era un bar. Ogni tanto catturavamo una "vittima", un nostro coetaneo. Gli levavamo i pantaloni,che appendevamo ai fili degli archetti del filobus. Dopo un tempo calcolato, liberavamo il malcapitato, che inseguiva il filobus in mutande, in una strada in salita, sino alla prossima fermata. Ecco la nostra cattiveria e violenza!
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Pensavo alla Fulvia, e son partito in seconda!   

Tornare in alto Andare in basso
 
Pensavo alla Fulvia, e son partito in seconda!
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Pensavo alla Fulvia, e son partito in seconda!
» Installare servosterzo
» Allenare solo la seconda sino alla sicurezza totale?
» CORNO PICCOLO - I ascensione cresta O Seconda Spalla - 27 Luglio 1930
» Ieri stavo per comprare una fulvia 3 rosso york

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Forum Amici Lancia Fulvia :: Discussioni generali :: Quattro chiacchiere da appassionati-
Andare verso: